Trofeo Banca Aletti – le Vele d’Epoca a Napoli

E’ partita oggi nelle acque di Napoli la sfida dei monumenti del mare. Il “Trofeo Banca Aletti – Le Vele d’Epoca a Napoli” è alla sua terza edizione, la più ricca che sia stata allestita fin qui. Sono ventotto le barche giunte nel porticciolo di Santa Lucia, ognuna col suo bagaglio di storia e spesso di avventure misteriose. Un cocktail di benvenuto ha aperto ieri l’evento sulle terrazze confinanti del Circolo Savoia e del Circolo Italia. Oggi è anche apparso un vento sufficiente. Le regate si chiuderanno nel pomeriggio di domenica 2 luglio, quando Pippo Dalla vecchia condurrà la cerimonia di premiazione nei saloni del Circolo Savoia, da lui presieduto fin dal ’91. Le imbarcazioni sono suddivise in 4 categorie. Yacht aurici d’epoca grandi e yacht aurici d’epoca piccoli (il termine “aurico” indica una particolare forma della velatura, usata prima che si adottasse quella triangolare), yacht classici grandi e yacht classici piccoli. Un incidente s’è verificato poco prima della fine. Una delle barche di maggior bellezza e prestigio, Cerida, di proprietà dell’armatore Giuseppe Giordano (socio del Savoia) è stata speronata durante una manovra da Manta, dell’armatore Ernesto Irace (socio anch’egli del Savoia), che ha immediatamente ammesso la responsabilità dell’urto. Una falchetta di Cerida (e cioè la parte alta d’un fianco della barca) è completamente distrutta. Inevitabile la rinuncia a proseguire. “In queste condizioni – ha spiegato il comandante del cutter costruito nel 1938 – possiamo solo tornare a casa”. Per Mariella, invece, si ricomincia domani col primato tra gli yacht d’epoca piccoli, e per Cholita col primato tra gli yacht d’epoca grandi. Artica II guida tra gli yacht classici grandi e Samurai tra gli yacht classici piccoli.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.