Trofeo Marcello Campobasso: i Vincitori

Terza giornata: vince un ungherese nella categoria under 16 e un greco nella categoria cadetti. Il Sindaco de Magistris alla premiazione 06 Gennaio 2012 – Un vento di tramontana girato a grecale che da 18 nodi è salito sino a sfiorare i 40 ha consentito lo svolgersi di una sola prova nelle acque fuori Castel dell’Ovo per la terza e ultima giornata di regate del 19° Trofeo Marcello Campobasso. La classica regata internazionale ad invito del Circolo Savoia, riservata alla Classe Optimist, ha visto coinvolto, in questa straordinaria edizione, quasi trecento tra le più forti giovani promesse della scena sportiva della vela italiana ed estera. Le difficili condizioni meteo hanno imposto per motivi di sicurezza l’annullamento delle altre due prove in programma, ma i timonieri hanno dimostrato grinta e destrezza formidabili nell’affrontare il mare reso quasi bianco dalle onde. Nonostante le penalizzazioni di questa giornata non ci sono stati sostanziali capovolgimenti in testa alle classifiche. Le quattro prove per la categoria Juniores e le tre per la categoria Cadetti hanno decretato oggi i vincitori 2012 premiati nella tradizionale Cerimonia del Circolo Savoia svoltasi alle 17 alla presenza del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris che con queste parole saluta i partecipanti: “Sono qui presente non solo per dovere istituzionale ma per vero piacere, avendo anche io un figlio di 12 anni che ama la vela. Questa è una manifestazione importante che mette insieme i giovani, il mare e la vela. Molti napoletani considerano ancora questo sport come qualcosa da osservare. Invece il mare significa pace, perché unisce molti popoli, e significa anche guardare lontano e questa è una delle nostre prerogative. Quindi sono felice che Napoli abbia ospitato una iniziativa così gioiosa, oggi poi c’era vento e da via Caracciolo una bellissima visuale. Napoli è forse un po’ indietro per alcune cose ma di certo è al primo posto per le emozioni che sa regalare”. Soddisfatto e orgoglioso il Presidente del Circolo Savoia Pippo Dalla Vecchia sia per il successo della manifestazione, decretata dall’incredibile partecipazione di concorrenti, sia per l’ottimo lavoro svolto da tutto il personale del Circolo a partire dai marinai che hanno prestato una impeccabile assistenza a mare sino al personale di sala che ogni giorno si è preso cura delle centinaia di ospiti. Ecco dunque il podio per la categoria Under 16: a portarsi a casa il Trofeo Marcello Campobasso è l’ungherese Zsombor Gyapjas (HUN 907) del Balatonfüredi Yacht Club (5,2,1,1); sul secondo gradino sale lo svizzero Damian Suri (SUI 1618) dello Yacht Club Bielersee (4,3,2,2). Terzo posto per la spagnola Paula Igual con la sua inconfondibile vela ESP 1919 contrassegnata da una combattiva Hello Kitty. Paula come prima classificata fa sua anche la Targa Irene Campobasso. L’Italia si difende presentandosi in classifica in sesta posizione con Francesca Bergamo (ITA 7843) del Club Velico Alto Adriatico ASD. Luigi Michelini del Circolo Savoia, dopo un ottimo piazzamento nella prime prove (quinto sino a ieri) penalizzato da un ocs dell’unica prova svolta oggi conclude purtroppo lontano dai primi posti. Questo invece il podio per la categoria Cadetti: la Grecia entra per la terza volta nell’Albo d’oro del Trofeo Unicef, messo in palio sin dalla seconda edizione per gli atleti under 12. Fortissima infatti si è dimostrata la squadra ellenica che con le sue due giovanissime leve, Panagiotis Matsades dell’Olympiakos Sailing Club e Caterina Nikolaki, dello I.O.P.O.R., intasca il 1° e il 2° posto. Matsades con i suoi tre primi delle tre prove disputate si dimostra un vero lupetto di mare e impone da subito la distanza chiudendo con soli 3 punti. Il più giovane di tutta la flotta (10 anni compiuti a dicembre), il napoletano Antonio Persico, portacolori del Circolo Savoia, riesce a guadagnare il terzo posto in classifica e portare l’Italia sul podio. Questo il commento di Mattia Pressich, coach della squadra del Savoia: “Per la categoria Cadetti sono molto soddisfatto, in 10 mesi abbiamo fatto un bel percorso e avuto una media di 4 uscite alla sep timana. In questo ultimo mese abbiamo potuto fare invece poco allenamento a causa del tempo che dava sempre o pioggia o vento. A inizio dicembre abbiamo svolto una regata di San Nicolo’ in Slovenia con risultati positivi. Ora, dopo questa buona prestazione, dobbiamo stabilire a breve i prossimi programmi, a metà febbraio potremmo partecipare alla Winter Cup di Marsala con il team al completo”. Vince infine il premio intitolato alla memoria del giudice internazionale Branko Stancic, per il concorrente proveniente dal club più lontano, la norvegese Anna Skaar (NOR 3651) dell’Aalesunds Seilforening che per presenziare al Trofeo Marcello Campobasso ha percorso più di 2467 km. Tutta l’emozionante storia della regata è on line sulla pagina facebook del Trofeo Marcello Campobasso con la ricca galleria di immagini di Francesco Rastrelli e i commenti di tutti i velisti partecipanti, da domani di nuovo a casa in ogni parte del mondo e sicuramente di nuovo in acqua. Il Trofeo Marcello Campobasso è un evento organizzato dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia, con il patrocinio del Comune di Napoli, Assessorato allo Sport, Federazione Italiana Vela e Associazione Italiana Classe Optimist. La manifestazione si è svolta grazie al sostegno di Banco di Napoli Spa, Berna, Ferrarelle, Garnell, MN Metropolitana di Napoli Spa, Original Marines.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.