Uka Uka Racing di Lorenzo Santini al Campionato del Mondo della Classe Melges 24

114 LE IMBARCAZIONI ISCRITTE IN RAPPRESENTANZA DI 16 NAZIONI. SI PREANNUNCIA UN GRAN CAMPIONATO! Ormai ci siamo, meno di 24 h alla prima prova del tanto atteso Volvo Melges 24 World Championship. 114 equipaggi in rappresentanza di 16 nazioni, tanti campioni. Tutto questo in Sardegna, a Porto Cervo, organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda che da diversi giorni sta ospitando la flotta dei Melges 24. Numerosissima, come previsto, la flotta italiana, con 44 imbarcazioni iscritte. Presenti i Grandi nomi della vela mondiale, campioni provenienti da classi olimpiche e consorzi di Coppa America. Non poteva mancare all’appuntamento Uka Uka Racing dell’armatore civitanovese Lorenzo Santini che schiera al timone il vincitore della ranking mondiale 2007 classe Melges 24, il triestino Lorenzo Bressani e alla tattica il palermitano Francesco Bruni che vanta tre partecipazioni ai Giochi Olimpici in tre differenti classi e due Campagne di Coppa America. Alle scotte il torinese Federico Michetti, con 10 anni d’esperienza in questa classe, un campionato del Mondo e due europei al suo attivo. Attualmente amministratore delegato di Melges Europe. E Francesca Prina, prodiera, una delle veliste italiane più titolate nelle classi monotipo. Uka Uka Racing dalla fine del 2007 ad ora, tra allenamenti e regate, ha una cinquantina di giorni di mare alle spalle, con due vittorie a ‘Novembre a Hyeres’ e a Porto Santo Stefano, seconda tappa del Circuito Italiano Volvo Cup, due secondi posti allo SNIM di Marsiglia e a Cagliari, al Campionato Italiano della classe, e un nono posto alla I tappa di Scarlino. E’ attualmente leader della classifica generale del Circuito Volvo Cup. Molti gli avversari da battere, primo tra tutti Blu Moon di Franco Rossini con Flavio Favini al timone e Tiziano Nava alla tattica, campioni europei 2007, vincitori della I tappa del Circuito Volvo Cup e dello SNIM. E poi Gabrio Zandonà, al timone di Joe Fly, vincitore del Campionato Italiano Melges 24 2007, Alina Helly Hansen di Maurizio Abbà con Luca Valerio (timoniere) e Daniele Cassinari (tattico), Brontolo ABC Medica con Matteo Ivaldi (timoniere) e Branco Brcin (tattico), Alfa Spider con Gabriele Benussi (timoniere) e il portoghese Hugo Rocha (tattico), Marchingenio con Nicola Celon (vincitore del Campionato del Mondo M24 nel 2006), Pilot Italia di Gianni Catalogna con Alberto Bolzan (timoniere e vincitore del Campionato del Mondo M24 nel 2006) e Pietro D’Alì (tattico). La rivelazione del Campionato Italiano di Cagliari, Saetta con Nicolò Bianchi (timoniere) e Enrico Fonda (tattico). E poi gli stranieri: gli americani di Full Throttle di Brian Porter (armatore – timoniere) con Harry Melges (tattico), figlio di Buddy Melges, gli svizzeri di Poizon Rouge di Jean Marc Monnard, Team Barbarians di Stuart Simpson con Jamie Lea (timoniere), solo per citarne alcuni. E anche due atleti pluri medagliati, ma in un altro sporto, lo sci alpino, i norvegesi Lasse Kjus e Hans Petter Buraas. Lasse, uno dei più grandi sciatori di tutti i tempi con all’attivo 3 Coppe del Mondo generali vinte, 5 medaglie olimpiche e 11 medaglie ai Campionati del Mondo. 60 podi in Coppa del Mondo, 17 sul gradino più alto. Hans Petter Buraas, slalomista, la cui più importante vittoria è stata la medaglia d’oro olimpica nello slalom a Nagano, in Giappone nel 1998, alla quale vanno aggiunti altri 10 podi in Coppa del Mondo. Entrambi regatano sulla stessa barca, Marjalisa di cui Lasse è l’armatore e il timoniere. La flotta è stata suddivisa in 4 raggruppamenti a ciascuno dei quali è stato assegnato un colore: nero, bianco, arancione e blu. Nei primi tre giorni di regata, da domani sino a martedì compreso, si disputeranno le ‘qualifiche’ in cui i 4 raggruppamenti si scontreranno tutti tra di loro con il sistema del round robin per poi stilare una classifica finale dove i primi 57 parteciperanno alla Gold e gli altri 57 alla Silver Fleet. Il punteggio accumulato nelle giornate di qualifica verrà portato avanti anche nelle regate di finale con lo scarto del peggior risultato conseguito sino a quel momento. Due campi di regata, i cui comitati saranno presieduti da Peter “Luigi” Reggio (Presidente del Comitato di regata della 32eesima America’s Cup) e Hank Stuart. Dichiarazioni Lorenzo Santini – armatore Uka Uka Racing “Non vediamo l’ora di cominciare. Ritengo che non abbiamo lasciato nulla al caso e questo mi rende soddisfatto e sereno. Il livello è molto alto, lo sapevamo, cercheremo di fare del nostro meglio”. Lorenzo Bressani – timoniere Uka Uka Racing “Ormai ci siamo. Domani finalmente comincia il Campionato. E’ da quest’autunno che lavoriamo in funzione di questo appuntamento. Ci sentiamo pronti. Non siamo riusciti a partecipare alle due prove del Pre worlds di ieri per un’avaria subita all’albero. Ma il team ha reagito bene, sostituendolo in 45 minuti. Meglio sia successo ieri che non domani. Sarà importante rimanere concentrati sino all’ultimo.” Federico Michetti – team manager/trimmer Uka Uka Racing “La giornata di ieri è stata dura, ma siamo sopravissuti – commenta ridendo Federico. In 10 anni che regato nella classe Melges 24 non mi è mai successo che si rompa lo strozzatore della drizza gennaker. In queste situazioni la tranquillità e l’affiatamento del team sono fondamentali; abbiamo sostituito l’albero, stazzato nuovamente la barca, rifatto il sep taggio e dopo soli 45 minuti navigavamo nuovamente. Un gran gruppo!” Primo segnale di avviso previsto per domani alle ore 11.30.Previsioni meteo di scirocco leggero tra i 5 e i 10 nodi.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.