Giuseppe Castagnini, presidente dell’Associazione nazionale professionisti subacquei, in un udienza avuta con il Papa ha chiesto che anche ai sub sia riconosciuto un santo protettore. L’udienza, che ha avuto luogo in piazza S.Pietro sabato mattina, ha visto, mescolati tra i tanti fedeli, un congruo numero di sub vestiti rigorosamente in giacca e cravatta ma con maschera e boccaglio provenienti da varie nazioni per chiedere al papa un santo protettore. I fedeli sub hanno portato al Papa una statua di marmo raffigurante il Cristo deli Abissi, la statua è stata benedetta dal Pontefice e sarà presto collocata in mare aperto al largo dell’isola del Giglio il prossimo marzo. Intanto i sub italiani colgono l’occasione per rilanciare un appello al Parlamento affinche’ calendarizzi il testo di legge del sep tore fermo da anni.