Vela: La Superba sempre al comando dopo la seconda giornata del Campionato Invernale di Anzio e Nettuno

Anzio e Nettuno. Grazie ad una doppietta di vittorie nelle due regate disputate nella seconda giornata del Campionato Invernale di Anzio-Nettuno, Ita 416 La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare timonato da Ignazio Bonanno (in equipaggio come sempre con il tailer Simone Scontrino, il due Francesco Linares, il prodiere Alfredo Branciforte e, per questo Invernale, con il centrale Gigi Ravioli -5 punti; 2,1,1,1 i parziali) mantiene il comando della classifica provvisoria della manifestazione organizzata dal CdV di Roma, dal R.C.C. Tevere Remo, dalla LNI sez. di Anzio, dal Nettuno Y.C. con la collaborazione della Sezione Velica della Marina Militare, della Half Ton Class Italia, di Vele al Vento asd e della Marina di Nettuno.

Dopo l’ex aequo della prima tappa, invece, Ita 470 Djke Fiamme Azzurre, il J24 del Gruppo Sportivo della Polizia Penitenziaria timonato da Marco Vincenti (14 punti; 3,3,2,6 i parziali) si piazza al secondo posto davanti a Ita 216 Jumpin’Jack Flash (armato da Federico Miccio e Alessio Cervellin ma timonato, solo per quest’anno, dal campione del mondo della classe Soling, l’ungherese Farkas Litkey; 18 punti; 4,2,10,2 i parziali). Invariate la quarta e quinta posizione occupate rispettivamente da Ita 207 Don J armato e timonato da Marco d’Aloisio Mayo (26 punti; 1,8,12,5 i parziali) e da Ita 458 Enjoy 2 armato e timonato da Luca Silvestri (27 punti; 6,5,9,7).

L’Invernale che in questa sua quarantesima edizione si profila ancora più combattuto grazie al livello agonistico molto elevato (superiore agli anni passati grazie anche al rimescolamento di alcuni equipaggi storici) sta impegnando nello specchio acqueo del golfo di Anzio e Nettuno una ventina di agguerriti equipaggi  della Flotta J24 di Roma sotto l’attenta regia del Comitato di Regata, coordinato dal Presidente Mario de Grenet.

“Di nuovo una giornata quasi estiva ad Anzio. Nonostante la bava di vento, i team non si sono scoraggiati e già dalle prime ore della mattina fervevano i preparativi sulla banchina J24 del Marina di Nettuno per la messa a punto quasi maniacale di tutte le attrezzature, a testimoniare quanto sia combattuta la competizione di questo Invernale.” spiega Alessio Cervellin, co-armatore di Ita 216 Jumpin’Jack Flash insieme a Federico Miccio “E proprio per la scarsa intensità del vento il segnale di partenza è stato posticipato di un’ora, dalle 11 alle 12. Ma a dispetto di ogni previsione meteorologica, grazie al sole splendente sul campo di regata di Anzio è entrata la famosa termica che ha portato un vento abbastanza teso di 7 nodi da 270°. Spettacolare trionfo di vele all’orizzonte, con oltre quaranta imbarcazioni sul campo tra Altura e Monotipi.

Nella prima prova subito al comando l’imprendibile equipaggio della Marina, a seguire l’ottima partenza di DonJ e Jumpin’ Jack Flash che però, presi dall’agone, sono finiti per collidere dopo poche lunghezze, fortunatamente senza danni ma costringendo il campione ungherese al timone di JJF ad un 720 di penalità e DonJ a perdere alcune preziose posizioni. Abbiamo terminato la prova rispettivamente in decima e dodicesima posizione. Sempre costante l’equipaggio della Polizia Penitenziaria, al secondo posto, seguiti da un ottimo terzo di Gianni Riccobono su Pelle Nera che è quindi tornato a splendere dopo un avvio di stagione non brillante (8 e 15 nelle prime due prove di campionato).

Vento leggermente rinforzato nella seconda prova che ha visto sempre protagonista La Superba, seguita a circa sei lunghezze da Litkey Farkas su Jumpin’Jack Flash e un sorprendente terzo posto di Stefano Renoglio su Fletcher Lynn, che durante tutta la prova ha impensierito non poco il team di JJF. Si conferma quest’anno in gran forma Fraschetti su Dumbo, con due ottimi quarto posto. Poche le variazioni in classifica generale, in attesa della prossima prova e quindi della possibilità del primo scarto.”

Il Campionato Invernale di Anzio e Nettuno, articolato come sempre su dieci manches, proseguirà nelle giornate del 16 e 30 novembre, 14 dicembre, 18 gennaio,1 e 15 febbraio, 1 e 15 marzo. Se alla data del 2 febbraio non fossero state compiute almeno otto prove valide, verrà utilizzata come giornata di recupero il primo sabato utile nelle date del 14 o 28 febbraio o del 14 marzo. Anche quest’anno, nell’ambito dell’Invernale, nelle giornate del 15 novembre, 13 dicembre, 17 gennaio, 14 febbraio e 14 marzo, verrà organizzato il II Trofeo Lozzi, voluto dagli amici velisti della Classe J24 di Roma per ricordare l’entusiasmo, la generosità e la passione dell’armatore e timoniere di ITA 428 Kasper prematuramente scomparso. Le classifiche complete su www.cvroma.com

La stagione 2014 della Classe Italiana J24 è affiancata dal prestigioso marchio automobilistico Land Rover che, da sempre espressione del “ben vivere il tempo libero” con eleganza e stile, si è legato alle attività del monotipo più diffuso a livello mondiale e alla ClasseJ24 Italiana, entrando nel fantastico mondo di vela e di libertà. Una grande soddisfazione per tutti gli appassionati di questa attiva Classe che vedono premiato l’impegno e la serietà di una Associazione in costante crescita. J24 è un Monotipo con una vasta distribuzione in tutto il mondo: in Italia è la flotta più numerosa fra i Monotipi grazie anche ai suoi contenuti costi di acquisto e di gestione.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.