Vela: Mylius 18E35, il ritorno di Fra Diavolo

È stato varato a giugno l’ultimo erede della dinastia di yachts armati da Vincenzo Addessi, imprenditore laziale amante della vela e più volte campione italiano di altura.

Fra Diavolo è uno sloop di 60 piedi, progettato da Alberto Simeone, stampato in Polonia ma assemblato vicino Piacenza, equipaggiato con vele della sudafricana Ulman Sails, motore Volvo Penta ed elettronica B&G. Un grintoso mini-maxi completamente in fibra di carbonio che porta il nome di uno storico personaggio originario proprio della terra di Addessi.

Lo scafo, rivestito di un bel gel-coat grigio argento, ha un design sobrio con linee taglienti e slanciate che definiscono murate scevre di fronzoli sulle quali sfilano oblò rettangolari di cristallo scuro. Sulla coperta, una tuga sinuosa e appena più alta delle falchette affaccia su un pozzetto ampio ed ergonomico. Il layout di Fra Diavolo, filante e aereodinamico, non nasconde dunque il suo carattere di fast cruiser senza compromessi.

Il comfort a bordo ci sembra elevato, tuttavia sono pochi i lussi presenti come si conviene su questo tipo di barca. In manovra e in navigazione a motore il silenzioso Volvo Penta D3 da 110 cv è quasi inaudibile dagli ospiti del pozzetto e anche sottocoperta sembra sibilare appena. La trasmissione in linea d’asse con elica Gori è dotata di un over-drive facile da inserire che ne ottimizza consumi e prestazioni.

Gli interni caratterizzati da essenze di bianco lucido e noce chiaro, si presentano con un design moderno e minimalista, suddivisi in ambienti razionali e luminosi. Le rifiniture sono buone e l’elettronica abbonda, proprio come sulla coperta, dove l’attrezzatura è un trionfo della domotica e tutte le manovre correnti sono azionabili direttamente dalle due postazioni del timoniere, ciascuna dotata di una consolle con gli switch dei relativi servocomandi.

Nel pozzetto, a fianco al timone di sinistra, un selettore permette di commutare la pompa elettro-idraulica sui vari circuiti per regolare i sep taggi di fino (vang, tesapaterazzo, tesabase e addirittura regolazione dello strallo di prua). L’elettronica non poteva mancare anche per i winches, per la manetta del motore e per il sistema di gestione delle utenze di bordo, realizzato da Mastervolt. La stazione B&G 5000 inoltre, installata per la prima volta su questo yacht, è il massimo in termini di hi-tech sailing attualmente disponibile sul mercato.

Vincenzo Addessi, presidente dello yacht club E.V.S. di Gaeta, sta ora finendo di mettere a punto la sua barca, supportato da tecnici e operai del cantiere Mylius. Fra Diavolo si rivela agile e altamente performante anche con poco vento e il suo debutto nel mondo delle regate è previsto in occasione della Rolex Middle Sea Race.

Il cantiere Mylius ha sede a Podenzano in provincia di Piacenza e nasce nel 2003 per realizzare una serie di imbarcazioni a vela high-performance adatte anche alla crociera in famiglia, cercando dunque di affrontare una dicotomia tra due tipi di barca diametralmente opposti e, solo apparentemente, inconciliabili tra loro, che con il 18E35 sembra aver raggiunto un perfetto equilibrio.

 

Lo Yacht Club Gaeta E.V.S. (FOTO YCG)

 

Il club Egeo Vittorio Simeone nasce nel 2009 per promuovere le attività sportive e marittime sulle coste del basso Lazio.

Attraverso l’organizzazione di corsi e competizioni di ogni livello, permette anche a giovani e meno giovani di avvicinarsi alla nautica e soprattutto alla vela d’altura. Al suo interno si organizzano eventi per diffondere la cultura del mare e del rispetto per l’ambiente, ma anche serate mondane e attività di aggregazione aperte a tutti presso lo Yacht Club Cafè, Negli ultimi anni il club ha organizzato regate di portata internazionale, tra cui la Rolex Volcano Race e la Maxi Yacht Regatta. Oggi conta quasi un centinaio di soci e mantiene partnership con università e istituzioni attive nella formazione nautica. La sua tensostruttura è attualmente ospitata dalla Base Nautica Flavio Gioia, sul lungomare Caboto, vicino al centro della città di Gaeta.

Per ulteriori informazioni: www.yachtclubgaeta.it

 

Marco Troccoli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE