Vela: Oro Mondiale di Caputo e Barbiero

Giovani, giovanissime, e adesso già campionesse del mondo nella vela. Si chiamano Roberta Caputo e Benedetta Barbiero, due napoletane che nei giorni scorsi sono volate ad Haifa, in Israele, e nelle acque del Mediterraneo hanno battuto tutti le avversarie e si sono impadronite del titolo iridato. Pareva un’impresa impossibile, le regate erano zeppe di fuoriclasse esperte del 4.20, veliste provenienti da ogni parte del pianeta e da ciascuno dei paesi che normalmente mettono le mani sulle medaglie mondiali. Una volta chiuse le lunghe selezioni, Roberta e Benedetta si sono ritrovate in Israele in una gara con 74 partenti. Hanno fatto capire subito di essere forti, fin dalle prime prove, competitive addirittura per la vittoria. Qualcosa sembrava potersi inceppare nel finale, ma la Caputo e la Barbiero non hanno mai perso la calma ed hanno tenuto a bada avversarie e avversità. Si sono dimostrate più forti nel controllo dell’imbarcazione e in quello dei nervi, fattori decisivi per arrivare da trionfatrici fino in fondo. L’Italia fa suo anche il bronzo, grazie a due ravennati, la Celli e la Morino. La vittoria della Caputo e della Barbiero ha un solo precedente, il successo che nel 2005 conquistarono, sempre nel 4.20, Maria Carolina Rendano e Maria Stella Turizia. Del resto, alle grandi avventure iridate Roberta Caputo era già piuttosto allenata. Fece parte del quintetto azzurro che rappresentò l’Italia alla Coppa del Mondo Optimist di Cagliari nel 2007. Nel giro di una sep timana, il Circolo Savoia trova così il secondo mondiale della sua storia ultracentenaria. Il primo è giunto nel penultimo week end di luglio con Emanuele Liuzzi nel “quattro con” al campionato del mondo Under 23 di canottaggio in Bielorussia. Ora, nel giro di qualche giorno, già si aggiunge l’oro di Roberta e Benedetta. Il presidente Pippo Dalla Vecchia continua a raccogliere vittorie nei sep tori in cui lavora per costruire giovani campioni. La Caputo e la Barbiero sono tutt’ora seguite da Riccardo De Felice, tecnico che per anni s’è occupato dei giovani velisti del Savoia. “E’ per questo – spiega Dalla Vecchia – esattamente per questo che lavoriamo ogni giorno. Perché ci sforziamo di dare una dimensione internazionale ai nostri atleti. Napoli sta dimostrando in queste sep timane che è in grado di fornire sportivi di livello mondiale alla squadra azzurra, in partic olare quella che sta preparando l’Olimpiade di Londra. Siamo felici che proprio il Circolo Savoia sia protagonista di queste vittorie. Vuol dire che gli allenamenti e i valori che trasmettiamo ai nostri giovani atleti vanno nella direzione giusta”.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.