bannermercury

VELA: TERZA E PENULTIMA GIORNATA DI REGATE AD ABU DHABI PER LA TAPPA FINALE DELL’ISAF SAILING WORLD CUP

Il gran finale dell’ISAF Sailing World Cup 2014 si avvia verso la conclusione, dopo la disputa, nelle acque di Abu Dhabi, la capitale degli Emirati Arabi Uniti, della terza e penultima giornata di regate. Ottime, anche oggi, le condizioni meteomarine incontrate nell’area di regata compresa tra Lulu Island e il Marina Mal Breakwater, una piacevole brezza tra i 10 e i 13 nodi (Nord-Ovest la direzione) che ha consentito di chiudere alla perfezione il programma di regate stabilito per questo gran finale del circuito mondiale delle classi olimpiche. Un evento che terminerà domani con la disputa delle Medal race, le regate finali a punteggio doppio riservate ai migliori dieci delle classifiche, determinanti per stabilire i vincitori di questo evento che rappresenta la principale novità della stagione internazionale di regate: in palio, un montepremi totale di 200.000 Dollari diviso tra le classi in regata e assegnato ai primi tre di ogni singola disciplina.

Buone, nel complesso, le prestazioni della squadra italiana, che porta in Medal dieci equipaggi in sei classi: Francesco Marrai (Laser Standard), Michele Paoletti e Filippo Baldassari (Finn), Francesca Komatar-Sveva Carraro ed Elena Berta-Giulia Paolillo (470 F), Giulia Conti-Francesca Clapcich (49er FX), Vittorio Bissaro-Silvia Sicouri e Federica Salvà-Francesco Bianchi (Nacra 17), Flavia Tartaglini e Laura Linares (RS:X F).

 

Laser Standard

Giovanni Coccoluto, oggi terzo nella prima regata del giorno, è 12mo in classifica e manca l’accesso alla Medal per soli quattro punti, obiettivo invece raggiunto da Francesco Marrai, quarto (18-3-2-2-7-11) a cinque punti dall’australiano Wearn e dal croato Stipanovic. In testa sempre l’australiano Tom Burton, con tre vittorie su sei regate, mentre il terzo azzurro, Alessio Spadoni, chiude la sua esperienza ad Abu Dhabi con un 20mo finale.

 

Laser Radial

Conclusione con l’amaro in bocca per Silvia Zennaro, che scivola fino all’undicesimo posto (2-8-14-11-12-12) e cede l’accesso alla Medal race alla svedese Olsson, pur chiudendo a pari punti, per la regola del miglior piazzamento. Ai primi tre posti della classifica la belga Van Acker, la danese Rindom e la finlandese Tenkanen.

 

Finn

Due azzurri in Medal: sono Michele Paoletti e Filippo Baldassari, ottavo e nono di una classifica che vede sempre lo sloveno Vasilij Zbogar in testa, seguito dall’americano Paine e dall’australiano Lilley. Niente regata finale invece per Giorgio Poggi (16mo) ed Enrico Voltolini (19mo).

 

 

470 maschile

I due equipaggi italiani chiudono la serie al 14mo (Simon Sivitz Kosuta-Jas Farneti) e al 16mo posto, entrambi fuori dalla Medal race quindi: primi della classifica gli australiani Belcher-Ryan (2-4-3-1-2-2), seguiti dai greci Mantis-Kagialis e dai croati Fantela-Marenic.

 

470 femminile

Francesca Komatar-Sveva Carraro sono ottave (10-6-4-5-10-9) ed Elena Berta-Giulia Paolillo none – entrambe in Medal domani – nella graduatoria che ha sempre nelle austriache Vadlau-Ogar le leader, seguite dalle cinesi Chen-Gao e dalle giapponesi  Yoshida-Yoshioka. Niente Medal invece per l’equipaggio formato da Roberta Caputo e Alice Sinno, che chiudono all’undicesimo posto.

 

49er

Niente Medal race per Ruggero Tita-Giacomo Cavalli e Luca e Roberto Dubbini, che chiudono la classifica dei 49er dopo la serie di nove prove: molto incerta la lotta al vertice in vista della regata finale di domani, con i polacchi Januszewski-Nowak in vantaggio sui neozelandesi Hansen-Porebski e sugli spagnoli Paz-Paz Blanco.  

 

49er FX

Giulia Conti e Francesca Clapcich mantengono la terza posizione della classifica (2-1-2-13-14-7-7-6-10) dietro le neozelandesi Maloney-Meech e le svedesi Ericson-Klinga: Medal race in arrivo quindi per le due azzurre bronzo ai Mondiali di Santander nel doppio acrobatico femminile.

 

Nacra 17

Sono due gli equipaggi italiani che domani saranno impegnati nella Medal race: Vittorio Bissaro-Silvia Sicouri, sep timi (6-7-3-3-9-7-15-4-8), e Federica Salvà-Francesco Bianchi, al nono posto grazie ai parziali 6-2-6 ottenuti nelle tre regate di oggi. Niente Medal invece per Francesco Porro-Caterina Marianna Banti (14mi) ed Elena e Paolo Trevisan (17mi), mentre al vertice della classifica stazionano, nell’ordine, i francesi Besson-Riou, i connazionali Vaireaux-Audinet e gli svizzeri Buhler-Brugger.

 

RS:X maschile

Ultime tre regate della serie per le tavole a vela, con il francese Louis Giard che si mantiene al comando della classifica, seguito al secondo posto dal greco Kokkalanis e al terzo dall’inglese Nick Dempsey. Mattia Camboni chiude la serie al 16mo posto, mentre Marco Baglione è 18mo.

 

RS:X femminile

Grazie a un 3-11-7 ottenuto oggi, l’azzurra Flavia Tartaglini riesce ad agganciare in extremis il decimo posto (e relativo accesso alla Medal di domani), obiettivo raggiunto anche da Laura Linares che, pur incappando nella sua giornata peggiore, è ottava (8-8-7-4-4-5-17-15-17) nella classifica guidata dall’inglese Bryony Shaw (seconda la francese Pichon e terza la spagnola Manchon).

 

Formula Kite Race

Completati tutti i voli anche per la disciplina dimostrativa del Kite Race, ma classifiche ancora non disponibili: all’aggiornamento di questa mattina, Riccardo Andrea Leccese era sep timo, Andrea Beverino 13mo e Mario Calbucci 16mo. Al comando l’inglese Oliver Bridge e lo spagnolo Florian Trittel, seguiti dal tedesco Florian Gruber.

 

Qui i risultati completi: http://www.sailing.org/worldcup/results/index.php

 

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.