Vele d’Epoca, Secondo Giorno di Regate Alla Coppa del Re di Spagna a Mahon

PANERAI CLASSIC YACHTS CHALLENGE 2006 Il vento leggero e irregolare rende difficili ed emozionanti le regate Le classifiche tra conferme e novità Secondo giorno di regate per le vele d’epoca a Port Mahon in Spagna, per la terza tappa del circuito Panerai Classic Yachts Challenge 2006, con la IV edizione della Copa del Rey organizzata dal Club Marítimo Mahón con il Real Club Náutico de Barcelona, sotto il patrocinio del CIM (Comiteé International du Mediterraneé) e dell’AIVE (Associazione Italiana Vele d’Epoca). Le condizioni meteo sono state particolarmente impegnative: il vento leggero (mai superiore ai 6-7 nodi) è andato ulteriormente in calando nel corso della giornata, obbligando a una riduzione del percorso della regata, che si è svolta lungo la costa sud-ovest fuori dal fiordo di Port Mahon. Nella classe Epoca Aurici (le barche di costruzione e attrezzatura più antiche), nuovo successo per l’italiana Bona Fide del notaio romano Giuseppe Giordano, che consolida il primato di categoria. Nel raggruppamento degli scafi di classe Epoca di maggiori dimensioni si è messa in evidenza Tirrenia II, del presidente dell’AIVE Gianni Loffredo. La classe Epoca Marconi (scafi di costruzione più antica con attrezzatura più moderna) continua il dominio della spagnola Mercury-C di Jordi Cabau, che precede due scafi inglesi: The Blue Peter (Mathew Barver) e Dolphin (Bryan Lawrence). Interessante la lotta nella categoria Classici (scafi costruiti tra il 1950 e il 1976), dove la spagnola Yanira di Federico Garcia Planas resiste al comando ma deve guardarsi dalla forte rimonta dell’italiana Emeraude dell’ermatore triestino Vittorio Cavazzana, che ha vinto brillantemente la prova di oggi, e precede in generale anche l’altra iberica Galvana di Borja Pella. Buono anche il piazzamento di altri due yacht italiani: Madifra di Matteo Rossi quarto in generale, e la gloriosa Stella Polare della Marina Militare, affidata allo skipper Stefano Camerini: oggi al 4° posto e quinta in generale. Completa il quadro delle classifiche il primato della bellissima Mariquita del monegasco James Thom, nella categoria delle Big Boats. Oggi ha avuto la meglio su Cambria, un’altra delle più belle “signore del mare” del circuito d’epoca, disegno Fairlie del 1928, dell’armatore tedesco Dietrich Von Boetticher, affidata allo skipper inglese Chris Barkham. Consueto clima di grande cornice di pubblico in banchina, al rientro delle barche dalle regate, e grande partecipazione degli equipaggi al programma di eventi collaterali che ruotano intorno al “lunge” di Officine Panerai. Domani sabato 2 sep tembre terza e ultima giornata della Copa del Rey di barche d’epoca a Mahon.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.