Vendee Globe: Si Combatte Sulla Via del Ritorno

Con un vento di 20-25 nodi da Nord Est i due skipper di testa alla Vendee Globe continuano l’interminabile inseguimento, Ellen MacArthur in seconda posizione, si trova a sole 76 miglia a poppa di Michel Desjoyeaux su “PRB”. Attualmente le due imbarcazioni stanno esprimendo il massimo in termini di prestazioni, le condizioni sono ottimali e gli skipper sanno che devono ottenere il massimo. Michel è sereno e oggi ha dicharato: “Con la zavorra a prua, in effetti PRB è una delle barche più strette della flotta, si muove bene sul chop dell’onda e sono consapevole che non sarà lo stesso per alcuni dei miei amici.” Michel sorveglia attentamente le mosse di Ellen su “Kingfisher” che sta tranquillamente mantenendo una posizione strategica. Queste le parole di Michel su Ellen: “Per me è logico considerare molto attentamente le scelte tattiche del mio avversario, infatti, sto molto attento alle sue mosse e allo sviluppo della situazione meteo, ma è ancora troppo presto per fare previsioni.” Ellen MacArthur ha rassicurato il quartier generale della regata sullo stato di salute della sua imbarcazione e ha dichiarato: “Sono molto felice delle condizioni della mia barca, ho effettuato alcune riparazioni necessarie e ora procedo al 100%.” La sua attuale velocità dimostra effettivamente che ha risolto i problemi che precedentemente l’hanno rallentata. Ellen non deve solo pensare a raggiungere il primo, ma anche a difendersi dagli attacchi di Roland Jourdain su “Sill Matines La Potagere” che questa mattina ha conquistato la terza posizione passando avanti al suo rivale Marc Thiercelin su “Active Wear” ed essersi posizionato in una zona pericolosa molto a Ovest. Ma i duelli non riguardano solo il gruppo di testa, infatti, continua la lotta per l’ottava posizione tra Mike Golding a bordo di “Team Group 4” e Josh Hall su “EBP-De’fi PME-Gartmore”, queste le parole di Golding: “Ho provato tutto il giorno e la notte ad ottenere il massimo dalla mia barca. Ora sono assolutamente sicuro di trovarmi fuori dalla zona critica e il vento comincia a provenire dalla giusta direzione e questo un buon segno. Ho provato a virare e a puntare a Nord tante volte come non mi è capitato prima. Ho avuto la giusta direzione del vento ma dopo ho dovuto virare nuovamente. Poi è stato il momento della pioggia violenta e il vento è improvvisamente cessato. Ora tutto procede bene e sono pronto a dare battaglia per ottenere l’ottava posizione.”

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.