Banner_app_728x90_limitata

Viva Nastro Azzurro da Record

Madeira Viva Nastro Azurro, di Giorgio Saviotti, con a bordo Andrea Gancia, che con lo stesso scafo era arrivato secondo nella traversata atlantica, Andrea Scarpa specialista di minitransat e Stefano Saviotti, fratello dell’armatore e presidente del Grupo Dom Pedro Hotels, ha vinto con un largo margine sul secondo, la Regata Oceanica Dom Pedro, nata per festeggiare il cinquantenario della prima traversata in gara sul percorso Lisbona-Madeira, polverizzando il record sul classico itinerario, che resisteva dal 1954 ed apparteneva allo scafo Albatroz di Américo Durao. Il 50′ Open, progettato da Bruce Farr ha superato le 530 miglia, che separano la capitale del Portogallo dall’isola atlantica, in sole 50 ore, 51 minuti e 8 secondi a più di 10 nodi di media. Partita il 1′ agosto alle ore 10.00 da Lisbona, con un giorno di ritardo per l’eccessiva intensità del vento, la seconda edizione della regata Dom Pedro, che ha celebrato anche il Cinquentenario do Clube Naval do Funchal, ha radunato una trentina di concorrenti che, spinti da un forte vento portante, si sono diretti verso l’isola oceanica, tipica meta turistica, molto apprezzata per le sue spiagge. Sin dalle prime miglia, lungo l’estuario del fiume Tago, Nastro Azzurro, vincitrice assoluta quest’anno della Roma per 2 e che si era ben comportato anche nella cinquantesima edizione della Giraglia, ha preso il comando della flotta, restandovi fino all’arrivo, due giorni e qualche ora più tardi, nella splendida baia di Machico. Nastro Azzurro L’open 50 piedi progettato da Bruce Farr per l’armatore Giorgio Saviotti e dedicato alle regate con preponderanza di andature di bolina, ha partecipato a molte regate d’altura vincendo più volte la Roma per 2 (anche l’ultima edizione) ed arrivando secondo, timonato da Andrea Gancia, alla Europe 1 Star (ex Ostar) del 2000. Nella presente stagione, dopo la vittoria nella Roma per 2 con a bordo Giorgio Saviotti insieme a Pasquale De Gregorio, di ritorno dalla Vende’e Globe, il giro del mondo in solitario senza scalo, ha partecipato alla Giraglia ed alla II Regata Oceanica Dom Pedro, organizzata in occasione del 50esimo del Club Naval do Funchal. SCHEDA TECNICA Progetto: Bruce Farr Costruttore: FK-Boats Lunghezza f.t.: 15,24 m Larghezza massima: 4,60 m Pescaggio: 4,10 m Armamento: sloop testa d’albero Albero: 22 metri, in carbonio Superficie velica: 167 mq Disclocamento: 5 tonn. Materiale di costruzione: sandwich di fibra di carbonio e schiuma polimex.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.