Vor: Verso Capo Horn

Posizione: 55,51.18S , 112,21.65W Velocità: 20 nodi, Rotta: 94 deg. Abbiamo appena passato i 122 Ovest e ho cercato non pensare a tutte le belle cose che mi mancano di casa mia a Marin County, CA. La lista, oltre alla mia famiglia, comprende: DeAngelo’s, Woodlands Market e Kentfield Fitness. Mi mancano anche le mie corse con il mio cane a Mt. Tam. Ma tutto questo sarà ancora là quando tornerò a casa, e ora sto facendo qualcosa che non farò mai più nella mia vita e la maggior parte delle persone non avrà mai l’opportunità di fare nella sua vita. Io sono contento di questa opportunità. Sono felice di essere qui ed essere un Pirata qui è ancora meglio! Questa mattina siamo stati accolti da condizioni molto più addomesticate e migliori per scrivere. Dopo una giornata di sbattimenti, colpi e strappi fino a 30 nodi di velocità, ora la barca si è assestata a 20 nodi di velocità. Alcuni di noi che hanno già fatto questa tappa qualche volta hanno fatto alcuni commenti sulla Œcrociera tropicale’ che stiamo facendo (Tahitian Cruise), ma in realtà non so quanti giorni di sbattimenti, colpi e strappi possono prendere queste macchine. Sono perfette con 25 nodi di vento e onde lunghe come abbiamo avuto nelle ultime 24 ore. Le previsioni sembrano buone verso il Corn (Cape Horn, n.d.r.) e sarà un bel risultato per questa giovane flotta di barche super veloci portaci là. È difficile avere la barca che genera le immagini (video) che molti hanno visto di The Black Pearl alla partenza da Melbourne e avere la stessa barca abbastanza forte per sopravvivere 8 giorni di Oceano australe. Così ora ci stiamo concentrando su Horn, che dista meno di 1.500 miglia, e sui punti che si possono guadagnare là. Ci è divenuto chiaro già da un po’ che non possiamo competere con ABN AMRO 1 in condizioni di stabilità né con movistar. Così abbiamo deciso di impegnarci di più nello studio del tempo e della rotta e quando le nostre analisi ci dicono di fare qualcosa di diverso dagli altri due, noi lo facciamo. Se li seguiamo e basta, in queste condizioni, perderemo. Abbiamo bisogno di essere più intelligenti per batterli. Questo non è il mio solito modo di regatare, sono uno stratega conservatore, ma in questo caso penso che sia il modo giusto di fare. Forse in condizioni diverse avremo il vantaggio della velocità e potremo fare una strategia conservativa. Mentre stiamo facendo qualcosa di un po’ diverso da ABN 1 e da movistar, siamo molto consapevoli di dove stanno andando Brasil 1, Ericsson e ABN 2. Fino ad ora, le ultime tre barche della flotta stanno andando nella stessa direzione in cui vogliamo andare noi, così noi stiamo dietro alle prime due senza rischiare sulle ultime tre. Questa è una buona situazione. In questo momento, le nostre analisi del meteo dicono che c’è un piccolo disordine che si sta formando proprio a Sud della nostra rotta, tuttavia noi siamo un po’ più a Nord di ABN 1 e di movistar. Pare che ci sarà meno vento a Sud nel breve periodo, ma darà ancora buono a Sud nelle prossime 20 ore. Così noi sistemeremo la nostra rotta per tenere conto di entrambe le situazioni e vedremo se riusciremo a guadagnare su queste due barche a Sud. Nel giro di 2 giorni, il vento salirà ancora a 25-35 nodi nell’approccio all’Horn. Questo vento si riempirà da dietro, Ovest. Così le barche dietro guadagneranno terreno nei confronti di chi sta davanti e ci sarà una compressione. In questo momento sembra che approcceremo il Corn alle 12 GMT del 2 marzo a 30 nodi di vento e immagino un mare ben formato. Previsioni molto precoci dicono che ci sarà aria molto leggera e intricata verso le Falklands. 8 anni fa ci fu una grande bolla di alta pressione che si formò là e intrappolò tutti tranne noi (EF Language) perché eravamo avanti di poche ore e siamo riusciti a scappare e costruire un vantaggio di 500 miglia fino all’arrivo in Brasile. La vita a bordo è buona. Alcuni di noi manifestano fatica, ora che siamo nell’11° giorno di regata. La gente ha i suoi alti e bassi e l’Horn di solito ha effetti forti. Gioia per averlo passato e poi, 24 ore più tardi, una leggera depressione nel realizzare che ci sono oltre 2.000 miglia di navigazione per il Brasile. Sto spingendo tutti a prendere vitamine poiché abbiamo bisogno di questi minerali, dal momento che beviamo acqua desalinizzata per molti giorni. Sta facendo più freddo: la temperatura dell’acqua è 7 gradi. Quando si respira dentro la barca, il nostro respiro fa la nebbia che, come tutti sappiamo, è un segnale di temperatura fredda. Dubito che troveremo neve o vedremo il ghiaccio in questa tappa. Sotto alcuni aspetti è triste. Abbiamo un sacco di nebbia spessa e buia che è tipica quaggiù. Abbiamo acceso il riscaldamento a bordo per alcune ore al giorno, per asciugare qualche indumento e per togliere un po’ di condensa. Queste sono le notizie del 27 febbraio 2006. Captain Paul. Pirates of the Caribbean

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE