IL GALATA MUSEO DEL MARE CANDIDATO AL PREMIO ICOM ITALIA-MUSEO DELL’ ANNO 2017

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

PRIMO MUSEO TRA LE ‘MENZIONI SPECIALI’

Importante riconoscimento da parte di ICOM (International Council of Museums) che, il 27 ottobre a Milano presso la Biblioteca Nazionale Braidense, assegnerà il premio Icom Italia- Museo dell’Anno 2017 tra le 75 candidature pervenute. Alla premiazione insieme a Maria Paola Profumo parteciperà Franca Acerenza che ha curato l’istruttoria del bando di concorso al Premio.

Il Galata Museo del Mare è stato infatti selezionato tra i 10 musei in lizza per il prestigioso premio ed ė il primo tra quelli che hanno ottenuto una ‘menzione speciale’ con la seguente motivazione:

“il Museo ha saputo creare un legame con la città e il suo porto, tale da dare coerenza alle proprie esposizioni e alla programmazione culturale. Ha saputo negli anni non solo rafforzare la propria identità, con numerose iniziative e mostre dedicate alla memoria del lavoro sul mare della comunità cittadina, ma acquisire influenza internazionale e una vasta rete di relazioni in tutto il mondo, quali pochi musei possono vantare. L’ottimo e competente personale dirigente ha intensamente lavorato per incarnare fino in fondo un ruolo molto attuale, quello di essere un punto di riferimento nazionale ed europeo sulla storia dell’emigrazione. Evocativi e coinvolgenti gli allestimenti, continuamente rinnovati, che entusiasmano il pubblico con le visite multimediali.”

La partecipazione al premio è stata aperta a tutti i musei o reti  museali pubblici e privati, di diversa tipologia e dimensioni, che rispondessero ai requisiti previsti dal codice etico del Comitato Nazionale Italiano di Icom. La principale associazione professionale del settore museale italiano fa parte dell’International Council of Museums (Icom), con 30mila aderenti nei cinque continenti. È l’organizzazione dei musei e dei professionisti museali «impegnati a preservare, assicurare e comunicare il valore del patrimonio culturale e naturale mondiale, attuale e futuro, materiale e immateriale».

La valutazione delle candidature pervenute è stata effettuata da una giuria presieduta da Alessandra Mottola Molfino (proboviro di Icom Italia) e composta da Françoise Dalex (Louvre, segretaria generale di Icom France), Michela di Macco (docente di storia dell’arte moderna, Università La Sapienza, Roma), Manuel Guido (dirigente del Mibact), Tina Lepri (giornalista esperta di beni culturali, curatrice della rubrica «La pagella dei musei italiani» per «Il Giornale dell’Arte»).

Dieci i musei ritenuti degni di particolare menzione: tra questi sarà proclamato il museo dell’anno. È stata valutata l’attrattività dei musei, la gestione e valorizzazione dei patrimoni, la comunicazione, i progetti, l’uso delle  tecnologie digitali, la patnership con i privati ecc.

La Giuria, pur riconoscendo le eccellenze di alcuni grandi musei, ha voluto scegliere anche musei più piccoli legati ai territori ma anche aperti ai rapporti internazionali, caratteristica e forza del sistema museale italiano:

Galata Museo del Mare (Genova), Museo Nazionale  e Parco Archeologico di Egnazia (Brindisi), Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa, Museo della Marineria di Cesenatico (Forlì-Cesena), Museo Archeologico Nazionale di Calatia (Maddaloni, Caserta), Museo Internazionale delle Marionette “Antonio Pasqualino” (Palermo), Museo Diocesano e del Codex (Rossano Calabro, Cosenza), Museo delle Antichità Egizie (Torino), Museo Poldi Pezzoli (Milano), Museo dell’Istituto Centrale per la Grafica (Roma).

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.