Partita la iv edizione di una vela senza esclusi

Si è aperta oggi, 29 Aprile 2016, la quarta edizione di Una Vela Senza Esclusi evento sportivo e sociale diventato ormai un must per la Sezione Palermo Centro della Lega Navale Italiana, che da anni svolge attività destinata all’integrazione e all’inclusione attraverso lo sport della vela. 

La manifestazione, che si svolgerà a Palermo dal 29 Aprile al 1 Maggio, si è aperta questa mattina  alle ore 12, con il Convegno dal tema: “Mare, sport e disabilità” presso i locali dell’ex Fonderia Oretea alla Cala. Alla conferenza sono stati presenti il Delegato L.N.I. Sicilia Dott. Carlo Bruno, Il Presidente del CONI Sicilia Dott. Sergio D’Antoni, il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’Assessore Sport Giuseppe Gini, il Presidente della V Commissione Consiliare Dott. Fausto Torta, il Vice-Presidente del CIP regionale Ninni Gambino, il Presidente del Cip Provinciale Pietro Boncimino, il consigliere nazionale Uic delegata allo sport Giulia Di Piazza, il Presidente della VII zona Fiv Ignazio Pipitone e il Comandante della Capitaneria di Porto Marcello Calandrino, il Presidente della LNI di Desenzano del Garda Daniele Manzini, oltre ai regatanti provenienti da varie sezione italiane della LNI e numerosi soci della Sezione di Palermo. 

Sono stati affrontati i temi dell’inclusione e dell’integrazione, intese come capacità di creare reti relazionali, di svago e di supporto e di consentire a tutte le “persone” che vivono un disagio – sia esso fisico o sociale – di uscire dalle proprie case e, attraverso lo sport, affrontare con pienezza la loro vita.

Tutti le autorità – sportive, marittime e istituzionali – hanno dato, con la loro presenza, un segnale forte di quanto tali progetti siano condivisi e di come il tema dell’inclusione sia fortemente sentito grazie anche alle iniziative costantemente portate avanti dalla Sezione di Palermo della Lega Navale Italiana con passione, amore, volontà e amicizia.

Come ha ricordato il Presidente del Coni Sicilia Dott. Sergio D’Antoni, “inclusione non significa solo integrazione di coloro che vivono una disabilità fisica ma anche di coloro che non hanno la possibilità sociale ed economica di fare sport”: da qui l’idea del progetto organizzato dal Coni “vincere da grandi” che ha consentito a 7000 bambini appartenenti a famiglie a forte rischio di emarginazione sociale, di provare, conoscere e praticare gratuitamente numerose discipline sportive. 

I rappresentanti delle autorità localiraccogliendo le impressioni degli atleti diversabili portatori delle realtà di altre città italiane, si sono detti orgogliosi di sentire che la città di Palermo non ha nulla da invidiare ad una città del Nord ed anzi c’è la possibilità di fare Sport e di fare vela tutto l’anno e di trovare reti e amicizia e – aggiunge il sindaco di Palermo Leoluca Orlando – la città di Palermo, ancora una volta, si dimostra sensibile ai temi dell’inclusione e la LNI, come capofila, fa un lavoro eccezionale, a dimostrazione che “Chi nasce tondo può anche morire quadrato”, ovverossia anche Palermo dimostra di potere cambiare! 

Nel pomeriggio di venerdì, gli atleti hanno già fatto una prima uscita in mare a bordo della flotta di Azzurre 600, dal Polo per le attività sociali “Oltre le barriere” appositamente concepito con spazi e passerelle atti a consentire anche alle persone con mobilità ridotta di salire a bordo facilmente.

L’appuntamento è per domani sabato 30 Aprile, h10, per le prime prove di regata.

 

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.