Una conferenza stampa con oltre 150 accreditati, che ha ricordato i fasti degli anni migliori, la presenza del Governo, 950 espositori, di cui 62 nuovi, i numeri di settore ancora positivi e il ritorno di grandi sponsor. Un “botto”, ben diverso da quello del ponte Morandi, con il quale il Salone Nautico si candida a rilanciare la città di Genova.

 

di Mario Tambelli

“Abbiamo avuto le istituzioni sempre vicine all’inaugurazione del Salone di Genova, ma è la prima volta che il Governo interviene alla presentazione alla stampa della manifestazione (con il Sottosegretario alle Infrastrutture, Edoardo Rixi, oltre al Presidente della Liguria, Giovanni Toti e al Sindaco della città, Marco Bucci, ndr) e questo spiega molto più di tante parole il ruolo del Nautico e di UCINA Confindustria Nautica”. E’ diretta come sempre la Presidente dell’Associazione nazionale di categoria, Carla Demaria, che non nasconde la soddisfazione per un’edizione che si annuncia molto positiva e che ha appena ricevuto la conferma della partecipazione del Ministro Toninelli. “I visitatori troveranno un Salone grandioso, ma soprattutto vorrei invitare tutti coloro che stanno valutando se recarsi a Genova a venirci apposta, per manifestare solidarietà alla città ferita dal crollo del ponte Morandi”. Sulla stessa linea d’onda il Presidente Toti, che considera “un segnale di cittadinanza attiva”. Anche in questo caso” – ha aggiunto il Sottosegretario Rixi – “UCINA ha dato un grandissimo contributo”.

Archiviata la parte istituzionale, la presentazione alla stampa tenutasi presso il Sole24Ore alla presenza di 150 accreditati corre veloce sui numeri del settore. Tutti con il segno più. “Il Salone multispecialistico funziona” – spiega il Direttore commerciale, Alessandro Campagna – “la ritrovata forza dell’esposizione, in decisa espansione, ci consente di fare quattro veri saloni in contemporanea, caratterizzandone ciascuno sia dal lato espositivo, sia di alcuni servizi specifici”. Il 100% degli espositori 2017 ha confermato la presenza, con la metà ha richiesto più spazio, e si sono aggiunte 62 nuove partecipazioni il 58% delle quali dall’estero. A 15 giorni dall’apertura dei cancelli risultavano oltre 20 aziende in lista di attesa. In totale gli espositori saranno 948. Boom degli Accessori e componenti, +16,8%, e degli incontri B to B, con oltre 1600 match già programmati soprattutto nelle giornate di lunedì 24 e martedì 25. Segue il settore degli yacht a motore che segna un lusinghiero +13%, con una cinquantina di unità in più a cominciare dall’ammiraglia, il Baglietto T-line di 48 metri, e la vela, che si consolida con un +2% e trova nel Mylius 80’ la sua regina.