Presentato YMF Blue Tunisia Lazio International

E’ stato presentato questa mattina, nella gremita sede della Fondazione “G. Caboto” di Gaeta, la prima edizione dello YMF Blue Tunisia – Lazio International, che si terrà a Tunisi (Porto di Gammarth) dal 12 al 16 ottobre 2016.

La Fiera Internazionale legata all’Economia del Mare e alla valorizzazione del Made in Italy, cofinanziata dalla Regione Lazio, Assessorato Sviluppo Economico e Attività Produttive in collaborazione con Lazio Innova, nasce grazie alla duratura e proficua collaborazione tra la Camera di Commercio Tuniso – Italiana e la Camera di Commercio di Latina e vuole essere una risposta concreta alle esigenze delle imprese nella valutazione di nuovi mercati, in un contesto, quello del bacino del Mediterraneo, da sempre trait d’union di storia, cultura, tradizione tra Italia e Tunisia, dagli albori delle gloriose civiltà di Roma e Cartagine.

“L’obiettivo del nostro progetto” ha sottolineato il Presidente della Camera di Commercio Tuniso-Italiana Mourad Fradi “è quello di consolidare i rapporti tra Tunisia e Italia per lo sviluppo del Mediterraneo e creare un label Made in Med. Lo YMF Blue Tunisia – Lazio International è un’occasione per il nostro Paese di avere la prima grande fiera dell’economia del mare. La Tunisia oggi sta vivendo un processo di transizione democratica e un cambiamento forte da un punto di vista economico avverrà prima della fine di quest’anno con nuove agevolazioni per le società che investiranno nel Paese. La posizione geografica della Tunisia l’ha sempre porta al centro dell’economia del mondo. L’asse con l’Italia va ampliato anche ad altri Paesi del Mediterraneo, a partire dall’africa sub sahariana. L’evento di ottobre, dunque, rappresenta un’occasione per creare sinergie nell’economia del mare ma anche in altri settori come il turismo”.

“L’idea di esportare il modello Yacht Med Festival in Tunisia” ha commentato il Presidente della Camera di Commercio di Latina Vincenzo Zottola “è nato nel 2014 grazie alla collaborazione con il Presidente Fradi e l’organizzazione di incontro bilaterali tra imprenditori Tunisini e Italiani. Lo Yacht Med Festival Blue Tunisia – Lazio International intende favorire il processo d’internazionalizzazione sentito come esigenza concreta delle aziende laziali e italiane, dovuta alla contrazione del mercato interno che impone la ricerca di nuovi mercati. La Tunisia è certamente un partner privilegiato”.

Al centro del dibattito odierno: l’internazionalizzazione al servizio del tessuto imprenditoriale laziale sull’asse Italia – Tunisia, con particolare attenzione alle opportunità di cooperazione tra i due Paesi nell’ambito dell’Economia del Mare.

 

Ai lavori, moderati dal General Manager dello YMF Blue Tunisia Erasmo Cocomello, hanno partecipato: l’Ambasciatore Tunisino a Roma S.E. Naceur Mestiri, il Direttore Generale dell’Ufficio Nazionale del Turismo Tunisino Abdellatif Hamam, il Responsabile Internazionalizzazione di Lazio Innova Luigi Campitelli, il Presidente dell’Osservatorio Nazionale della Pesca Emanuele Sciacovelli, il Presidente della Fondazione “G. Caboto” Cesare d’Amico, il Direttore Generale della CAT Colacem Andrea Salinelli, il Comandante del Porto di Gammarth Ahmed Moatemri, un imprenditore tunisino del settore navale Mohsen Ben Amor, , il rappresentante di RINA Spa Biagio Pugliese, il Direttore della CNA Lazio Lorenzo Tagliavanti, il Vicepresidente della Camera di Commercio di Latina Antonello Testa e il prof. Giuseppe Russo dell’Università degli Studi di Cassino.

“Desidero sottolineare l’importanza di questo evento e di questa opportunità” ha dichiarato l’Ambasciatore Tunisino a Roma S.E. Naceur Mestiri “del consolidamento delle relazioni di amicizia che legano da sempre l’Italia e la Tunisia, relazioni riconfermate al seguito del processo di transizione democratico, caratterizzato soprattutto dall’adozione di una costituzione moderna ed equilibrata. La Tunisia è stato l’unico paese della primavera araba a coronare le proprie aspirazioni alla democrazia e alla libertà, grazie soprattutto alla scelta decisiva e irreversibile del suo popolo, delle sue componenti politiche e civili di ancorarsi alle democrazie europee condividendo i valori universali. Tuttavia oggi la Tunisia è chiamata a confrontarsi con molte sfide economiche, sociali e di sicurezza. Il governo attuale ha adottato misure a corto, medio e lungo termine per garantire la sicurezza e assicurare ai nostri partner la ripresa dell’attività turistica, dell’economia del mare e dell’investimento generale. La Tunisia è il secondo partner economico dell’Italia. Oggi queste relazioni tra i nostri due Paesi, evidenziano prospettive di sviluppo, in particolare del tessuto economico della regione Lazio che manifesta la sua volontà e la sua capacità di internazionalizzazione presso la Tunisia. Il forum economico tuniso-italiano, che sarà organizzato il 9 di maggio alla presenza del Ministro Gentiloni con la partecipazione di numerose imprese italiane in Tunisia, rappresenterà una eccellente occasione per meglio cogliere le opportunità di partenariato di comune interesse. Come lo sarà quella dell’evento dal 12 al 16 ottobre. Oggi i miei colleghi presenti, il Direttore Abdellatif Hamam e il Presidente Mourad Fradi, avranno modo di approfondire questo argomento”.

 

 

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.