sicuro inMare, il punto sull’utenza nautica

Daniele Carnevali
Scritto da Daniele Carnevali

sicuro inMare ha registrato al NavigaMi di Milano (5-7 maggio) grande interesse da parte del pubblico che ha potuto assistere alle simulazioni di emergenza in acqua e agli incontri sugli importanti temi della formazione e della sicurezza in mare. Inoltre è stato possibile “conoscere” meglio i visitatori del NavigaMI che hanno seguito le dimostrazioni: in particolare è stata utilizzata la piattaforma digitale Kmeet, creata da K BRAND, che ha permesso di ottenere questi dati:

il 37% dei partecipanti al sondaggio ha visitato il NavigaMi per la prima volta

il 63% è stato almeno una volta in barca (vacanza, crociera con amici…ecc.)

il 37% non ha mai fatto un viaggio in barca

il 24% ha un’imbarcazione di proprietà

“Sono stati tre giorni importanti per il settore nautico.” ha commentato con soddisfazione Adolfo d’Angelo, segretario nazionale per la nautica di Confarca, “Il progetto sicuro inMare si è dimostrato anche quest’anno un valido strumento per far conoscere al grande pubblico i principi basilari per la sicurezza in mare. Confarca, che raduna un gran numero di scuole nautiche in tutta Italia, oltre un elevato standard qualitativo vanta anche una particolare attenzione verso formazione e sicurezza, capisaldi indispensabili per il futuro diportista. A questo proposito voglio ricordare l’appuntamento del 19 e 20 maggio a Caserta per il Convegno nazionale di Confarca che vedrà moderatore Alessandro Plateroti, vicedirettore del Sole 24 Ore, la presenza della Direzione Generale dei Trasporti Marittimi e della Direzione Marittima di Napoli oltre a numerosi esponenti della nautica italiana.”

Al NavigaMi di Milano, come nelle prossime tappe di sicuro inMare, le esercitazioni hanno compreso le procedure di abbandono nave, l’utilizzo dei fuochi di segnalazione e il trasferimento dei naufraghi equipaggiati con Kingii, il più piccolo dispositivo di galleggiamento al mondo, sulle zattere di salvataggio fornite da Eurovinil (azienda leader di prodotti per la sicurezza in mare). Gli interventi di soccorso sono stati coordinati dai sub della scuola PADI 4Sub di Milano insieme ai bravissimi amici “pelosi” dell’Associazione Cinofila Salvataggio Nautico (A.C.S.N.). Per le lezioni teoriche sono stati utilizzati i testi redatti da esseBì Italia, la prima casa editrice multimediale italiana.

Prossimo appuntamento per sicuro inMare domenica 11 giugno al Lido di Bellano (Lago di Como) in via Martiri della Libertà all’interno di un evento organizzato dall’Associazione Cinofila Salvataggio Nautico (A.C.S.N.).

sull'autore

Daniele Carnevali

Daniele Carnevali

Classe ’81, giornalista professionista approdato nella redazione di Nautica nel 2003. Appassionato di barche a vela e a motore, nel tempo libero si diletta a veleggiare a bordo del suo Fireball.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.