Tankoa S501 – Work In Progress

Dal primo annuncio ufficiale della vendita di Tankoa S501, le cose si sono mosse velocemente nel cantiere Tankoa di Genova.

Il primo Tankoa S501 è stato venduto lo scorso febbraio 2015 a un cliente francese  con esperienza nel settore della nautica. La costruzione di questo primo 50 metri è iniziata ai primi di maggio 2015. La consegna è prevista puntuale per il prossimo aprile 2017.
 
Guido Orsi, Presidente di Tankoa, è sempre stato attratto e interessato nel seguire i  lavori di costruzione ed è particolarmente ottimista sul successo di questo performante e avanzato modello.
 
Secondo Michel Karsenti, Sales Coordinator di Tankoa Yachts, il cantiere Tankoa  sta abbattendo le tradizionali barriere con questo innovativo modello che sarà una vera novità in termini di layout, qualità e design nel competitivo segmento di mercato dei 50 metri-sotto le 500 GRT. “Ho il più profondo rispetto per Francesco Paszkowski e per il suo significativo contributo nel rendere lo yacht design italiano il migliore nel mondo. Con il modello S501, si è spinto notevolmente oltre i limiti del design e della purezza estetica riconducibili a qualsiasi altro yacht di cinquanta metri”
 
“Lavorare con Francesco è di per sé una grande esperienza. Ho lavorato con molti designer e spesso essi sono limitati nelle loro creazioni dalle barriere imposte dai costruttori. Con il supporto dei tecnici e del management di Tankoa, sono state incorporate a questo progetto numerose soluzioni e innovazioni intelligenti, a sottolineare la capacità e la volontà del team Tankoa di realizzare il meglio. Una delle maggiori problematiche per il S501 è stata quella di rimanere sotto la soglia delle 500 GRT con 50 metri di lunghezza e 9,40 metri di larghezza senza che si vedesse il tender dall’esterno. E la perfetta collaborazione tra noi ha permesso di raggiungere questo importante traguardo”.

 

WORK IN PROGRESS – UPDATED RELEASE

Al 10 luglio 2016, Tankoa è lieta di annunciare che la costruzione del S501 è perfettamente puntuale per la sua consegna nell’aprile 2017.
 
1. La stuccatura dello scafo e della maggior parte della sovrastruttura è completata al 90% inclusa la stuccatura a spruzzo e dovrebbe essere terminato e levigato entro la metà di luglio.
2. Gli assi delle eliche sono stati installati ed allineati. I supporti del timone sono stati saldati mostrando una grande finezza idrodinamica dello scafo disegnato dall’architetto navale Visibelli. I timoni sono stati installati.
3. L’hard top è stato costruito e installato ed ora è in fase levigatura.
4. Il processo di insonorizzazione e i pavimenti flottanti del ponte inferiore sono completati, così come l’impianto elettrico di questo ponte.
5. Il processo di insonorizzazione e i pavimenti flottanti del ponte principale sono completati al 85%, e il suo cablaggio è ben avviato.
6. L’insonorizzazione del ponte superiore è completata al 90% e il cablaggio sarà terminato per la fine di luglio.
7. I pavimenti del ponte inferiore sono pronti per il lavoro di falegnameria, la pannellatura è al 95% e l’installazione del mobilio è già iniziata.
8. Tutta la sala macchine è stata montata, i materiali d’isolamento e anti vibrazione sono stati installati, la connessione di tutte apparecchiature è in corso e sarà seguita dal montaggio del sistema di scarico e della centrale di controllo.
9. Il cliente ha approvato i disegni delle cabine e stimola Margherita Casprini per il design degli interni con nuove idee. Per ora, tutte le sfide sono state conseguite con successo, inclusa quella di incorporare inserti in Onice nei preziosi e moderni legni che adornano tutti i bagni.

IL DESIGN

Le richieste del cliente sono state tutte perfettamente integrate nel design dello yacht, sia in quello esterno grazie a Francesco Paszkowski, sia in quello interno grazie a Margherita Casprini.
 
Il risultato sarà semplicemente uno degli yacht più belli di 50 metri realizzati sotto le 500 GRT. La qualità dei dettagli, sia interni che esterni, è in linea con quello che chiunque si aspetta da uno yacht di più grandi dimensioni.
 
La costruzione è stata attentamente seguita dall’ingegnere rappresentante del proprietario Albert McIlroy, già surveyor di numerosi yacht costruiti in Olanda. Interrogato sull’avanzamento dei lavori a bordo del S501, McIlroy ha recentemente affermato “…ho seguito la costruzione della prima consegna di Tankoa Yacht, il 69,30 m Suerte. Si è trattato di uno yacht molto grande per una prima consegna, ma è stata supportata dalla sconfinata abilità dei manager e dall’ufficio tecnico di Tankoa. Detto ciò, è stata un’esperienza impegnativa in quanto avevamo una consegna contrattuale estremamente rigida. Con il modello S501, il cantiere ha sensibilmente migliorato la sua gestione della programmazione temporale e dei processi operativi, ha un vero e proprio approccio teutonico che spesso mi lascia senza parole trattandosi di un cantiere italiano. Posso dire, dopo aver supervisionato la costruzione di numerosi yacht in Olanda, che non solo il ritmo di lavoro e la produttività di Tankoa sono superiori ma probabilmente è anche la prima volta che vedo la programmazione di uno yacht di quella misura pienamente rispettata senza modificare l’incredibile flessibilità per cui Tankoa inizia a farsi conoscere”
 
Tankoa S501 sarà sicuramente un vero traguardo verso l’affermazione della competitività di un cantiere italiano nei confronti del Nord Europa in termini ingegneristici e di qualità del prodotto finito.
 
L’elemento menzionato sopra è un vero vantaggio per Tankoa, in quanto la sua organizzazione e business plan, che comporta la scelta dei soli subappaltatori e fornitori migliori, rientra nel piano di offrire uno styling e una flessibilità tipica italiana a un prezzo di vendita comunque più competitivo rispetto a quello dei nostri colleghi nordeuropei.
 
L’S501, che rimane al di sotto delle 500 GRT, offre un layout eccezionale e dei comfort che includono:
 

Suite armatoriale e suite VIP sul ponte principale. La suite armatoriale è dotata di due terrazze laterali apribili

2 cabine VIP e 2 cabine ospiti sul ponte inferiore.

Ponte di poppa e fly bridge molto spazioso. Il ponte di poppa è provvisto di un grande prendisole, un salone rivolto verso la prua e lateralmente, terrazze apribili per permettere agli ospiti di rimanere in contatto con il mare.

Vetrate nel salone principale con murate ridotte per godersi a pieno la vista.

7m + tender garage.

Salone TV con bar nel ponte principale

Ponte esterno superiore dotato di un tavolo per 16 ospiti e divano in grado di ospitare più di 20 persone con uno schermo TV abbattibile dal soffitto.

Beach Club/Palestra nello specchio di poppa.

Scafo dislocante interamente realizzato in alluminio per ridurre il consumo di carburante e permettere una facile manutenzione.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.