VENDUTO UN CANTIERI DI PISA 22

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

Un mese dopo la vendita dell’Akhir 42S, Cantieri di Pisa annuncia la vendita del primo semi-dislocante in acciaio Cantieri Di Pisa 22, interamente disegnato da Luca Dini.

Roberto Zambrini è lieto di annunciare di aver siglato la vendita del 22m Cantieri di Pisa 22 durante il Cannes Yachting Festival. Si tratta della seconda vendita dell’anno, dato che giusto un mese fa è stata siglata la vendita del primo Akhir 42S. Questa è la prima unità della linea Cantieri di Pisa 22, disegnata da Luca Dini. La vendita è stata condotta da Kurt Lehman di Yacht Moments.

Per la realizzazione di questa nuova linea, Luca Dini si è ispirato allo stile lanciato nel 1965 dal 15 metri “Kitalpha”, creando un gentleman yacht dalle forme eleganti con dettagli in legno che riportano indietro la memoria. Inoltre, nonostante lo yacht sia costruito in metallo, per dare importanza al legno, materiale che fa parte della storia della navigazione, gran parte delle sovrastrutture è rivestita di questa elegante essenza e il risultato è un design senza tempo che combina lo charm delle imbarcazioni vintage con le soluzioni tecnologiche e stilistiche dei giorni nostri.

Con una lunghezza fuori tutto di 22,50 metri, un baio di 6,50 metri e carena e sovrastrutture in acciaio, il Cantieri di Pisa 22 raggiungerà una velocità massima di 14 nodi.

GLI INTERNI

Lo yacht ospita nel sottocoperta una grande cabina armatoriale due ospiti. Ciascuna cabina comprende il locale bagno privato, con quella armatoriale che ne prevede persino due. A prua è prevista un’area per due membri d’equipaggio.

Il ponte principale è articolato su due livelli: verso poppa c’è un’area lounge rialzata, mentre proseguendo verso prua si entra in un accogliente salone formale e alla wheelhouse. Procedendo ulteriormente verso prua, scendendo tre gradini si arriva a una cucina abbinata a una dinette per i pranzi o il relax.

IL LAYOUT

Il tender è ospitato a poppa del pozzetto così che il ponte inferiore possa offrire una grande beach area, un gymnasium o una spa. Il grande portellone a ribalta crea una enorme piattaforma sull’acqua, mentre le porte a vetro scorrevoli permettono all’occorrenza di climatizzare l’ambiente interno. Una volta varato il tender con l’apposita gruetta, l’area poppiera del pozzetto può essere allestita a lounge.

SCHEDA TECNICA

Architettura Navale: Cantieri di Pisa

Exterior Design: Luca Dini Design

Interior Design: Luca Dini Design

Materiale scafo: Acciaio

Materiale sovrastruttura: Acciaio

Lunghezza f.t.: m 22,50 – 73,81 ft

Larghezza: m 6,50 – 21,30 ft

Pescaggio: m 1,60 – 5,30 ft

Velocità massima: 14 nodi

Velocità di crociera: 13 nodi

Velocità di crociera economica: 10 nodi

Autonomia alla velocità di crociera economia: nm 2.000

Motorizzazione: 2×478 kW MAN D2676 LE425

International Gross Tonnage: abt. 100 GT

Registro di Classe: CE Mod. B Cat. A_RINA_C ✠ Hull • Mach YCH

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.