ZAGOR E IL MARE, MOSTRA A CESENATICO

Cesenatico

La mostra a Cesenatico dal 25 luglio all’8 settembre

Si terrà giovedì 25 luglio, alle 19.30, presso la Galleria Comunale d’Arte Leonardo Da Vinci, l’inaugurazione della mostra “Zagor e il mare”, con la presenza di Luca Crovi (editor della Sergio Bonelli Editore), di Moreno Burattini (sceneggiatore e curatore della serie di Zagor) e di Gianni Sedioli e Marco Verni (disegnatori di Zagor). La mostra si tiene in occasione della seconda edizione di “CesenaticoNoir”, il festival interamente dedicato alla letteratura di genere giallo e thriller, che vedrà, dal 25 al 28 luglio la partecipazione di sedici scrittori, di cui quindici italiani, fra i più seguiti e apprezzati, a cui si aggiungerà, come ospite d’onore, Arne Dahl, lo scrittore svedese autore, fra le altre opere, della pluripremiata serie poliziesca del Gruppo A.

La mostra propone copertine e illustrazioni di Gallieno Ferri che dal 1961 al 2016 ha disegnato Zagor, il personaggio creato da lui e da Guido Nolitta (alias Sergio Bonelli) e mette in evidenza il rapporto che ha avuto nel tempo lo Spirito con la Scure col mare. Come ci ricorda Moreno Burattini nel suo testo di presentazione “Zagor si imbarca spesso e volentieri sulla “Golden Baby”, la goletta del suo amico Fishleg, e viaggia per mare. Lo fa anche a bordo di altre navi, con le quali si è recato nei Caraibi, in Africa, in Islanda, in Scozia e perfino in Antartide. Del resto, il creatore grafico di Zagor, il disegnatore Gallieno Ferri (1929-2016), da buon ligure era un provetto velista e, oltre a partecipare a quante più regate possibili, si cimentava anche con il windsurf. Il suo amore per il mare traspare da mille suoi disegni. Non era da meno il creatore letterario (e anche editore) del personaggio, il milanese Sergio Bonelli (1932-2011) che firmava le sue sceneggiature con il nome di Guido Nolitta. A dire il vero, lui preferiva i battelli fluviali con cui ha esplorato per anni in lungo e largo l’Amazzonia. Da grande narratore di racconti d’avventura qual era, sapeva rendere perfettamente il sapore del mare, il brivido della tempesta, il mistero degli abissi inesplorati. In una sua storia, intitolata non a caso “Oceano”, fa perfino indossare allo Spirito con la Scure uno scafandro da palombaro. Ecco dunque questa mostra a testimoniare come un campione del fumetto italiano, conosciuto peraltro in mezzo mondo, abbia uno stretto connubio con velieri, onde, traversate e rotte verso l’Emozione. Perché il mare è Avventura, come Zagor”. Così come il Mare è Cesenatico.

Tutte le copertine e le illustrazioni che compongono la mostra “Zagor e il mare” sono state realizzate da Gallieno Ferri fra il 1961 e il 2014. La mostra rimarrà aperta al pubblico sino al prossimo 8 settembre, tutti i giorni dalle 17 alle 23, ingresso libero.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE