Armonia ed equilibrio sono le parole chiave per interpretare uno yacht che presenta ovunque tratti di innovazione che si accordano perfettamente con lo stile del brand, opera di Nuvolari Lenard. MCY 76Il nome - MCY 76 - è lo stesso del modello che nel 2010 fece la sua comparsa in anteprima mondiale a Venezia. Dopodichè, qualsiasi altra similitudine la si può cercare solo nella qualità della progettazione, dell’ingegnerizzazione e dei processi costruttivi. Ci troviamo infatti di fronte a un’idea profondamente diversa: quella che presiede alla costituzione della nuova serie Vision di Monte Carlo Yachts. Dunque eleganza, design ricercato ma allo stesso tempo funzionale, ottime qualità marine dovute a una carena che garantisce una navigazione fluida e confortevole sia in assetto dislocante – laddove si coniugano velocità di tutto riposo e un’eccellente autonomia – sia in assetto planante.

Nuvolari e Lenard

Nuvolari e Lenard, che hanno firmato sin dagli esordi tutti i modelli del brand appartenente al Gruppo Beneteau, sono riusciti anche in questo caso a proseguire nel percorso di ricerca di soluzioni innovative, mantenendo tuttavia intatto quel comune denominatore stilistico che rende immediatamente riconoscibile un MCY persino a grande distanza.

Disposizione degli spazi

Il 76 ha accolto tutte le innovazioni già viste sul MCY 66: finestrature a scafo più ampie, una continuità spaziale fra pozzetto e salone che esalta l’ergonomia dell’insieme “esterno/interno” e che prosegue nella fluidità di movimento lungo tutta la lunghezza del living. Nel main deck si individuano tre ambienti ben distinti ma organizzati in una sorta di continuità visiva e di movimento. Varcato l’accesso dal pozzetto, troviamo il grande salotto seguito dalla zona formata dalla cucina e dal tavolo da pranzo, poi la plancia di comando e, sulla dritta, la scala per la discesa al ponte inferiore...

Leggi tutto l'articolo

Abbonati