Rapsodia Blu raccolta di versi sul mare Testi di prosperi

Dappertutto vi erano insidie mascherate, e si svolgevano avvenimenti improvvisi e straordinari.

A volte sul fondo dei piccoli spiazzi luminosi di rena, incassati presso i gruppi di corallo, non si scorgeva, di vivo, che il corpo cilindrico e bitorzoluto di qualche immobile oloturia, pazientemente intenta a cercar rifiuti tra i granellini di sabbia. Presso di loro, tranquilli in quelle acque protette, un gruppetto di pesciolini azzurri appena nati, quasi trasparenti si libravano in rapidi movimenti. Poi, improvvisamente, dal corpo delle inoffensive oloturie poteva uscire una piccola forma sottilissima; in un rapido guizzo e un balenio di scaglie uno di quegli innocui avannotti si trasforma in un boccone per il piccolo pirata. Dagli altri immobili echinodermi, altri “fierasfer” (questo è il nome del piccolo pesce predone) sbucano improvvisamente e, catturata la rispettiva preda, scompaiono di nuovo dentro il corpo dell’ospitale oloturia.

Franco Prosperi, 1953

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE