Rapsodia Blu raccolta di versi sul mare Testi di williamson

Seguire la Natura nei suoi procedimenti creativi è una cosa molto complicata. Chi può dire se nelle sue forme subacquee essa imita forme sopracquee; o se accade l’inverso? Per completare la somiglianza non guizzano forse fra gli alberi, i cespugli e i fiori del fondo marino pesci dai colori vivi e brillanti quanto i più belli fra i pennuti?

Ma si ha ragione di credere che tutta la vita organica tragga le sue lontane origini dal mare. E probabilmente fra il pesce pappagallo e il lorito che becca le nocciuole, se parentela c’è, l’antenato è il pesce. Si potrebbe continuare di questo passo coi paragoni; ma si finirebbe col trovarsi davanti al problema di sapere quali antenati vanti nell’acqua salata la nostra riverita specie. Abbiamo forse ereditato qualche tendenza dal polipo noi che, in fondo, siam costituiti per quattro quinti dall’acqua, e salata per giunta? E a che punto, nel lungo cammino, lasciammo le pinne e le branchie e la forma di pesci?

J. E. Williamson, 1936

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.