Cerca un numero arretrato o una prova

esempio: numero 55 oppure scrivi il nome della barca per la quale stai cercando la prova

Nautica Numero 469 maggio 2001

Sommario

  • ECCEZIONALE REGALO! Gratis in questo numero, in collaborazione con EuroMeteo, il quinto fascicolo di 32 pagine della guida pratica di meteorologia “L’arte della meteorologia nell’arte della navigazione” di Silvio Dell’Accio. Finalmente un manuale illustrato facile e comprensibile da tutti.
  • L’utenza: Franco Bechini prende in esame per i lettori di Nautica la situazione dei porti verdi in Italia, spiegando perché coniò a suo tempo il termine “porto verde”.
  • Verso un futuro più ecologico/3: in un mondo sempre più attanagliato dai problemi energetici e con lo spettro del disastro ambientale incombente, l’unica soluzione è quella di ricorrere ad energie alternative al petrolio, quali il solare termico e fotovoltaico.
  • La manutenzione invernale/5: gli ultimi lavori e il varo. E’ finalmente giunto il momento di terminare gli ultimi lavori e tirare le somme di tutta la preparazione invernale. Poche ultime accortezze e potremo passare un’estate tranquilla, godendoci la nostra barca.
  • Quaderni di tecnica/3: manutenzione di un piccolo F.B.. Cosa fare una volta finita la stagione estiva, prima di riporre il nostro fuoribordo? Bastano un paio d’ore, ma soprattutto manualità e un po’ di pazienza e potremo conservarlo come nuovo in attesa di riutilizzarlo la prossima stagione.
  • Nautica ha sottoposto a un’attenta analisi sei VHF portatili per coglierne gli aspetti e le prestazioni più significative.
  • Guida all’acquisto/1: la barca d’occasione. Il nostro consulente, Gino Ciriaci, spiega come avvicinarsi senza problemi all’acquisto della barca usata. Tanti piccoli ma fondamentali consigli per scongiurare il pericolo di cadere vittime di spiacevoli sorprese e trabocchetti di ogni genere.
  • Direttiva sulle emissioni dei motori marini: chi la vuole? Delenda Carthago insiste sulla necessità di ritirare la proposta. L’analisi di Alfredo Gennaro sulla proposta della Direttiva Europea relativa alle emissioni gassose ed acustiche dei motori marini da diporto.
  • Carena mia… quanto mi costi? Nautica ha svolto un’inchiesta mirata alla conoscenza dei costi di una delle operazioni periodiche più importanti e inevitabili: il carenaggio. In questo articolo sono affrontati i vari aspetti che influenzano il tipo degli interventi da affrontare e le relative spese da sostenere.
  • I viaggi di Nautica: la lunga tradizione marinara del Giappone e la storia delle sue barche raccontate in un articolo affascinante.
  • Nautica è andata alla scoperta delle Cinque Terre, sulla Riviera ligure di Levante nel tratto di costa compreso tra Levanto e Portovenere.
  • Nautica ha provato per voi, scoprendone pregi e difetti, le seguenti imbarcazioni: Azimut- Azimut 80, Linnsen – DS 45, G.Colombo – Atlantic 38 SX, Astilleros Menorca – Menorquin Yacht 110, C&B Prestige – Leader 27, Maxum Marine – 2500 SCR, Nautica Aiello – Joker Clubman 28′, Bombardier – Sea Doo Speedster 1600
  • Il mondo dell’IMS. In questo articolo viene spiegato come funziona l’IMS, quali sono i trucchi dei progettisti, la lettura del certificato di stazza e l’ottimizzazione dell’imbarcazione.
  • Admiral’s Cup addio. La breve storia di questa regata che dopo quasi cinquanta anni di vita è stata cancellata dagli appuntamenti velici mondiali.
  • Roma Sail Week: resoconto della settimana velica di Anzio dove si sono incontrate le classi olimpiche più diffuse tra le quali la classe Mistral, dove l’oro olimpico Alessandra Sensini ha giocato un ruolo da protagonista.
  • Nella rubrica Nautica Sport il resoconto delle seguenti regate: Circuito Audi Mumm 30, Pasqua Vela. Inoltre, il resoconto di Pasquale De Gregorio al rientro dal giro del mondo in solitario e senza scalo per la regata Vendee Globe, conclusasi a soli due giorni di distanza dall’altra importante regata intorno al mondo, The Race. Sempre su Nautica Sport notizie e curiosità dal mondo della vela e della motonautica sportiva.
  • Sul mare degli dei, venti d’Egeo: affascinante viaggio tra le isole dell’Egeo a bordo di un’imbarcazione a vela.
  • La rubrica “Una barca per tutti”, che comprende i piccoli annunci, affronta i seguenti argomenti: il charter: agenzie e proposte di noleggio e itinerario in barca scuole e patenti: indirizzi; l’usato: consigli e suggerimenti sulla manutenzione delle barche, le schede delle barche di una volta e intervista ad un broker; pagine blu.

Editoriale

IL TORMENTONE PARCHI

Ritorna la primavera e l’interesse dei diportisti ritorna sui parchi e le riserve marine, una spada di Damocle sulla serenità delle loro vacanze estive. Che succederà questa estate?
Ci sarà una pioggia di multe ovunque o si proseguirà nei controlli all’italiana, cioé con molta fiscalità in alcune zone e la totale libertà in altre?

Il pagamento di una tassa d’ingresso si estenderà ad altre aree protette?

Siamo certi che esistono anche i veri ambientalisti, quelli con la fede, e tra essi annoveriamo la maggior parte dei diportisti che vanno in barca perché amano l’ambiente mare e sono i primi a indignarsi quando si accorgono di un inquinamento, segnalandolo anche agli uffici marittimi via radio. Purtroppo, l’odio spesso politico contro le barche ha portato al varo di normative che hanno visto nel diporto il grande nemico da colpire, un ago in un pagliaio, come abbiamo avuto modo di comprendere quando per alcuni anni abbiamo fatto parte della Consulta per la difesa del mare. I nemici dell’ambiente mare sono ben altri, a cominciare dalle piattaforme petrolifere, dalle petroliere, alle tante carrette del mare con micidiali veleni a bordo – che transitano ancora in aree delicatissime dal punto di vista ambientale, com’è ad esempio l’alto Adriatico – alla pesca professionale che ci costa come centinaia di terremoti dell’Irpinia, alla mancanza o al mal funzionamento dei depuratori, ai micidiali inquinanti scaricati a mare da fiumi e canali, ma anche portati nelle nostre acque dalle correnti del Mediterraneo. La storia ci insegna che ogni forma di integralismo finisce sempre per ritorcersi verso chi lo pratica.

Perciò è logico che cambiando il colore delle amministrazioni regionali cambi anche l’atteggiamento nei confronti dei problemi ambientali. Tuttavia non vogliamo che si passi da un eccesso all’altro. Noi siamo per i parchi, per le regole da rispettare, per impedire gli inquinamenti che spesso sono consentiti per bassi interessi politici, ma ancor più per interessi privati.

Tuttavia i parchi devono essere pochi e ben organizzati, con fondi adeguati all’avvio di una sana politica di gestione, che consenta la massima fruizione nella salvaguardia dei beni ambientali.

Ci fa piacere che dalle pagine del “Corriere della Sera” in data 15/4/2001, Giuseppe Cognetti abbia espresso le stesse perplessità e critiche che, come i nostri lettori ben sanno, “Nautica” denuncia da anni: “Istituiti per legge, sono troppo estesi, non seguono una logica scientifica e sono ingestibili. Tanti parchi marini ma solo due funzionano”.

Ovunque nel mondo, dove esistono parchi marini, ci sono aree di ricerca e di studio, ma per il resto si cerca di attirare le barche, non di scacciarle, sia per ragioni di introito economico ma anche per il rispetto dovuto ai diritti del cittadino, che a sua volta viene severamente perseguito se non rispetta l’area protetta, un bene della comunità non solo nazionale ma mondiale.

E che le nostre idee siano giuste lo dimostra anche l’inchiesta che segue, condotta da Roberto Neglia, dove lo stesso Parco de La Maddalena, dopo averci chiesto i danni per le nostre critiche, sta ora prendendo proprio quei provvedimenti che “Nautica” aveva auspicato. Ma Neglia, molto bravo, ha scoperto anche altri aspetti sulla problematica dei parchi che aprono ulteriori prospettive di dibattito e forse anche d’intervento. Buona lettura.

Questo testo, se non si riferisce al numero di Nautica correntemente in edicola, viene pubblicato esclusivamente a fini storici e le opinioni espresse potrebbero non coincidere più con quelle della Direzione e/o della Redazione di Nautica Editrice Srl

Indice articoli presenti in questo numero

1
Auto e Nautica tante proposte un solo obiettivo: il turismo
rubrica: Approdi e residenze | annata: 2001 | numero: 469 | pagina: 230

2
Marina del Nettuno
rubrica: Approdi e residenze | annata: 2001 | numero: 469 | pagina: 232
3
Nuovo marina a Malta
rubrica: Approdi e residenze | annata: 2001 | numero: 469 | pagina: 232
4
Sopralluogo veloce: I “figli” di Burlando
rubrica: Approdi e residenze | annata: 2001 | numero: 469 | pagina: 226
5
Altri mari, altre riserve: Cosa succede all’estero
rubrica: Attualità | annata: 2001 | numero: 469 | pagina: 108
6
Il tormentone parchi
rubrica: Attualità | annata: 2001 | numero: 469 | pagina: 100
7
Portualità turistica non-profit: Come gestirla
rubrica: Attualità | annata: 2001 | numero: 469 | pagina: 112
8
Zone di mare protetto: Si fa presto a dire riserva
rubrica: Attualità | annata: 2001 | numero: 469 | pagina: 101
9
Opel Astra Coupé: La tedesca d’Italia
rubrica: Autonautica | annata: 2001 | numero: 469 | pagina: 264
10
Peugeot 607: Ammiraglia si nasce
rubrica: Autonautica | annata: 2001 | numero: 469 | pagina: 266
11
La borsa del nuovo: Semicabinati e imbarcazioni aperte
rubrica: Borsa nautica | annata: 2001 | numero: 469 | pagina: 295
12
26° Salone galleggiante dell’Adriatico: Da Jesolo a Venezia per una nuova cultura del mare
rubrica: Broker & Charter | annata: 2001 | numero: 469 | pagina: 354

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.