Cerca un numero arretrato o una prova

esempio: numero 55 oppure scrivi il nome della barca per la quale stai cercando la prova

Nautica Numero 642 ottobre 2015

Sommario

  • Nell’editoriale del numero di ottobre, il direttore Paolo Sonnino Sorisio, in virtù dell’ottimismo respirato al recente Cannes Yachting Festival, nel quale si è rivisto qualche compratore italiano, incita l’industria italiana, che ha appena visto la nascita di Nautica Italiana come alternativa a Ucina, a rimanere unita e a non disgregarsi in battaglie controproducenti.
  • 38° Cannes Yachting Festival – Grazie, Cannes! O no? Conclusa con successo la 38ª edizione del salone ferancese. La rassegna di tutte le novità esposte in fiera raccontate dai nostri inviati.
  • 55° Salone Nautico Internazionale di Genova – Un buon test per il mercato. E se fosse che il mercato sta veramente consolidando qualche segnale di ripresa intravisto a inizio anno? Se dovessimo giudicarlo dalla piantina degli espositori del Salone Nautico di Genova sembrerebbe proprio che qualcosa, finalmente, si muove. Più espositori e più barche, tranne per i superyacht, e il ritorno di tanti bei marchi a cominciare da Azimut-Benetti, che investe in uno stand panoramico.
  • È giunto il momento delle barche volanti? – Ekranoplani. Volano a pochi metri dall’acqua questi strani mezzi un pò barche e un pò aerei, che in futuro potrebbero essere impiegati per il trasporto veloce sul mare.
  • Non solo pesca – In crociera con il fisherman. Sono belli, potenti, veloci e non passano inosservati. Inoltre, tengono bene il mare anche quanto questo fa i capricci. Sono gli scafi “full-fishing” di scuola americana, ideali anche per andare a spasso.
  • Barche a vela carrellabili – La passione ormeggia sotto casa.Considerati a torto espressione di una nautica da diporto povera e dimessa, i cabinati a vela carrellabili rappresentano invece oggi l’unica, e forse ultima, chance a disposizione del settore per riaccendere nelle famiglie la passione per il mare e la navigazione.
  • Un tema poco conosciuto – Corrosioni. In ambiente marino possono essere un problema molto serio per le attrezzature, gli apparati di propulsione, l’alberatura, passascafo e prese a mare e anche per lo scafo, se di metallo. Un tema cui guardare con attenzione, sul quale si deve sfatare anche qualche mito e illuminare qualche zona d’ombra.
  • Uno sguardo alle stelle per sapere dove siamo – Storia e uso del GPS.È lunga la storia che ha portato i naviganti a solcare i mari, lontani dalla costa. Un tempo ci si orientava grazie alle costellazioni oggi attraverso i satelliti del sistema GPS, Glonas, e tra qualche anno, speriamo, Galileo.
  • Giraglia 2015 vista da non professionisti – Regatanti per caso. A volte può accadere di trovarsi a partecipare a una regata senza velleità agonistiche ma solo per puro divertimento… salvo poi prendere gusto alla competizione.
  • Italiani protagonisti – Maxi show. 40 barche da 18 metri fino a oltre 60 metri, sono scese in acqua per la ventiseiesima edizione della Maxi Yacht Rolex Cup. Prepotente affermazione di “Supernikka”, “Robertissima” vice campione mondiale nei 72. Fra i Wally prevale “Open Season”.
  • Tradizione marittima – A levante e a ponente di Genova. Se il Porto Antico di Genova ospita il Galata, uno dei maggiori musei marittimi del Mediterraneo, anche i dintorni della città nascondono importanti testimonianze marinare. Due gli itinerari per scoprire le tracce più significative: una verso Ponente, per arrivare a Pegli, e un altro in direzione del Levante, per raggiungere Camogli. Sono centri che hanno prodotto schiere di naviganti e che hanno trapiantato oltremare nuove comunità.
  • Crociera negli atolli meridionali e subequatoriali – Insolite Maldive. Non potevo credere che il capitano della barca da crociera sulla quale ero imbarcato dicesse che quella notte avremmo visto lo squalo balena dalla barca. Ridicolo pensai. Come è possibile fare una simile affermazione quanto si sa che è già raro vedere uno squalo balena di giorno, figuriamoci di notte e neanche in immersione. E invece…
  • “Strambate”. In questo numero, Roberto Neglia racconta della tappa della Melges 32 World Championship che si è tenuta a Trapani.
  • Nella rubrica dedicata allo sport curiosità riguardanti la Perini Cup, le Extreme Sailing Series, il Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura e la Coppa America.
  • Su questo numero di “Nautica” svelati pregi e difetti delle seguenti imbarcazioni:
    Bénéteau – Oceanis 35
    Cantiere Nautico Cranchi – 54 HT
    Linssen Yachts – Grand Sturdy 52.9
    Sasga Yachts – Minorchino 34
    Jeanneau – Merry Fisher 695 Marlin
    Selva – 630 Emotion
  • Anche questo mese “Nautica” propone tutte le sue rubriche dedicate alla nautica e ai diportisti. All’interno della rivista, troverete la rubrica “Una barca per tutti” che, oltre ai piccoli annunci, contiene: Il Charter – Scuole e patenti – Il Consulente – L’Usato – Pagine Blu – Il Broker.

Editoriale

IL MERCATO INTERNO E’ RIPARTITO. MA…

Insieme si ha più forza

Siamo tornati dalla Fiera di Cannes con la percezione di un ritrovato entusiasmo, che non vedevamo ormai da diversi anni e che la presentazione alla stampa del Salone di Genova ha confermato. Proprio mentre i russi latitano, per i noti problemi politici, i cinesi frenano e in generale gli orientali si confrontano con una crisi finanziaria dagli esiti imprevisti, tornano infatti alla ribalta del mercato nautico gli europei. In particolar modo si riaffacciano gli italiani, probabilmente stanchi di rinviare di anno in anno l’acquisto del bene più amato, per via della crisi che ormai, come abbiamo scritto in altri editoriali, visto il perdurare di una situazione di mercato più che dimezzata dal 2008 a oggi, è diventata una “nuova normalità”, con la quale dobbiamo confrontarci per tornare a crescere nei prossimi anni.
Ma proprio nel momento in cui si fa strada la consapevolezza che la macchina sta ripartendo, arriva la notizia della costituzione di “Nautica Italiana”, raggruppamento di aziende in seno alla Fondazione Altagamma, il cui collante sembra essere l’antitesi a Ucina Confindustria Nautica. Tra i suoi fondatori figurano alcuni fra i padri dell’industria del settore, andati in rotta con l’Associazione di categoria apparentemente per la gestione del Salone Nautico.
Sulla kermesse genovese, e in particolare sull’ostilità di Genova, dell’Ente Fiera e della classe politica regionale e cittadina, abbiamo sempre scritto e c’è poco da dire. Aggiungiamo che si, è vero, Ucina è probabilmente troppo legata o addirittura invischiata con le dinamiche locali e in questo senso meritava una tirata d’orecchi. Ma dall’altro lato si comprende con difficoltà la volontà di anteporsi, la scelta di una fondazione, e la ricerca di una linea di indirizzo alternativa che si fatica a individuare. Soprattutto perché i principali esponenti del nuovo rassemblement lo erano anche della casa madre appena abbandonata.
Nonostante le pressanti richieste, a suo tempo abbiamo deciso di non iscriverci a Ucina, come invece hanno fatto altre testate. Una scelta della casa editrice, dettata dalla necessità e dalla volontà di mantenere la più totale libertà, quale organo di informazione libero e indipendente, di poter sempre dire la nostra. Continuiamo a farlo, ora ricordando a tutti, ma proprio a tutti, che dividersi e combattersi in questo momento in cui il mercato, anche quello interno, inizia a riprendersi, è l’unica cosa da non fare.

Paolo Sonnino Sorisio

Questo testo, se non si riferisce al numero di Nautica correntemente in edicola, viene pubblicato esclusivamente a fini storici e le opinioni espresse potrebbero non coincidere più con quelle della Direzione e/o della Redazione di Nautica Editrice Srl

Indice articoli presenti in questo numero

1
Corrosioni
rubrica: Didattica e tecnica | annata: 2015 | numero: 642 | pagina: 156

2
E’ giunto il momento delle barche volanti? Ekranoplani
rubrica: Didattica e tecnica | annata: 2015 | numero: 642 | pagina: 138
3
In crociera con il fisherman
rubrica: Didattica e tecnica | annata: 2015 | numero: 642 | pagina: 144
4
La passione ormeggia sotto casa
rubrica: Didattica e tecnica | annata: 2015 | numero: 642 | pagina: 150
5
Storia e uso del GPS
rubrica: Didattica e tecnica | annata: 2015 | numero: 642 | pagina: 162
6
A fine ottobre Nautilia
rubrica: Giri di bussola | annata: 2015 | numero: 642 | pagina: 232
7
Besenzoni, l’arte dell’accessorio
rubrica: Giri di bussola | annata: 2015 | numero: 642 | pagina: 232
8
Calaponte Marina & Resort
rubrica: Giri di bussola | annata: 2015 | numero: 642 | pagina: 230
9
CMM Yacht Service un mare di tranquillità
rubrica: Giri di bussola | annata: 2015 | numero: 642 | pagina: 228
10
Michael Peters yacht design con Bertram
rubrica: Giri di bussola | annata: 2015 | numero: 642 | pagina: 233
11
Selmar pensa al 2016
rubrica: Giri di bussola | annata: 2015 | numero: 642 | pagina: 233
12
55° Salone Nautico Internazionale di Genova. Un buon test per il mercato
rubrica: I Saloni | annata: 2015 | numero: 642 | pagina: 122

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.