Cerca un numero arretrato o una prova

esempio: numero 55 oppure scrivi il nome della barca per la quale stai cercando la prova

Nautica Numero 644 dicembre 2015

Sommario

  • Nell’editoriale del numero di dicembre, il Direttore Paolo Sonnino Sorisio riflette sui segnali positivi che arrivano dall’andamento dei leasing e dai contratti di ormeggio, dai sorrisi visti ai saloni autunnali e dall’emendamento approvato nella Legge di Stabilità che consente l’applicazione dell’IVA turistica al 10%. Unica nota stonata, la separazione tra UCINA e Nautica Italiana.
  • Fuoribordo – Fotografia dell’attuale mercato. Il primo fuoribordo era un monocilindrico da un cavallo e mezzo, pesava 30 chilogrammi e costava sessantadue dollari; una pubblicità diceva: “Non remate; mettete via i remi e usate un motore Evinrude”.
  • 56th Fort Lauderdale International Boat Show. La nautica statunitense conferma il suo stato di grazia anche al Fort Lauderdale Boat Show, che ha fatto da passerella alla presentazione di numerose novità, specialmente nel segmento dei fisherman.
  • Ecosostenibilità – Design for Disassembly. “La verità si ritrova sempre nella semplicità, e non nella complessità e confusione delle cose”. Isaac Newton.
  • Dal Mediterraneo al Mar dei Caraibi – Da Dux a Durlindana 3. Dal refit alle regate, l’epopea di “Durlindana 3”, che seguiremo durante l’ARC, Atlantic Rally for Cruisers 2015.
  • Alla ricerca dell’assetto corretto – Trim, flap, intruder. Molto spesso confusi nelle loro effettive funzioni, i correttori d’assetto sono strumenti fondamentali nelle mani di un buon pilota. Ma funzionano tutti allo stesso modo?
  • Quando le differenze si assottigliano – Vela o motore? Cosa avevano in comune un motoryacht e una vela di 10 anni fa? Forse solo che galleggiavano entrambi. Oggi sempre più c’è uno scambio di esperienze stilistiche e progettuali. Perché quello che è cambiato il cliente, sempre più simile nel modo di andare in mare.
  • Recuperati 11 rostri nei fondali dell’arcipelago – La battaglia delle Egadi. L’epica battaglia navale del 241 a.C. tra Romani e Cartaginesi, che vinta da Roma decise le sorti della Prima Guerra Punica, fu combattuta nelle acque delle isole Egadi, come dimostrano definitivamente i rostri e altri reperti recuperati nelle sue acque.
  • “Strambate”. In questo numero, Roberto Neglia riflette sull’orientamento dell’ISAF nei confronti di quelle che saranno in futuro le classi olimpiche, sempre più dirottate verso la spettacolarizzazione e sempre veno invece verso la tecnicità.
  • Nella rubrica dedicata allo sport curiosità riguardanti la Transat Jacques Varbre e la Mini Transat.
  • Su questo numero di “Nautica” svelati pregi e difetti delle seguenti imbarcazioni:
    Comar Yachts – Comet 37 Cat
    Azimut Yachts – Magellano 66
    Ferretti Group – Ferretti Yachts 550
    Sealine International – S330
    Brunswick Marine – Activ 505 Cabin
  • Anche questo mese “Nautica” propone tutte le sue rubriche dedicate alla nautica e ai diportisti. All’interno della rivista, troverete la rubrica “Una barca per tutti” che, oltre ai piccoli annunci, contiene: Il Charter – Scuole e patenti – Il Consulente – L’Usato – Pagine Blu – Il Broker.

Editoriale

IL MERCATO INTERNO E’ RIPARTITO. MA…

Insieme si ha più forza

Si chiude l’anno ed è tempo di bilanci. Per la stagione nautica sono finalmente positivi. Già dalla fine del 2014 l’andamento dei leasing (ancora molto limitati rispetto al passato) registrava i primi movimenti. Ma siamo rimasti scettici perché, a nostro avviso, riguardavano soprattutto una parte del mercato. Dalla primavera scorsa abbiamo iniziato invece a registrare segnali in controtendenza rispetto agli ultimi anni un pò in tutti i segmenti. Poi con l’arrivo dell’estate è divenuta netta la sensazione di un ritorno della passione, della voglia di mare, di navigare. Soprattutto di barche, che sono tornate a riempire parte dei tanti ormeggi lasciati vuoti nei nostri marina. Un’indagine divulgata dall’Osservatorio Nautico mostra un +4% dei contratti di ormeggio in transito al 30 settembre 2015. Si è registrato anche un aumento della vendita di carburanti.
Tanti sono stati i fattori che hanno risvegliato i diportisti. Prima di tutto l’andamento climatico della stagione: per la nautica il sole vale più di una manovra finanziaria. Un altro elemento importante è stata una nuova disponibilità da parte degli operatori turistici, degli approdi, ma anche di quei servizi di accoglienza come la ristorazione. In questo senso dobbiamo dire – a malincuore – che almeno i duri anni della crisi sono serviti a razionalizzare, ma anche a correggere alcune storture. Certamente non è secondario il drastico ridursi dei controlli, grazie al Bollino blu – da quest’anno esteso anche ai laghi e ai controlli preventivi a terra – che ha fortemente limitato la reiterazione dei fermi in mare. Non è mai mancato il supporto e la collaborazione delle Capitanerie di porto, vero punto di riferimento del settore dopo la perdita del ministero del mare. Un ringraziamento e un saluto particolare in questo senso va all’Ammiraglio Felicio Angrisano, che lo scorso mese è stato avvicendato dal collega Amm. Vincenzo Melone, cui vanno tutti gli auguri per il prestigioso incarico. Infine, fra settembre e novembre si sono tenuti i grandi saloni nautici. Abbastanza bene Cannes, bei segnali di ripresa da Genova, andata ben oltre le migliori aspettative, Fort Lauderdale positivo, ma recentissimo e ancora tutto da valutare, anche alla luce del caro-dollaro che frena le vendite.
L’unica nota stonata di un “buon anno nautico” dopo tanto, troppo, tempo è la divisione del settore, attuatasi con la fuoriuscita di una decina di aziende da UCINA, cui altre se ne sono aggiunte in corso d’opera. È una divaricazione che resta poco comprensibile per molti. Perciò in questo numero intervistiamo Carla Demaria, presidente UCINA, mentre in quelli successivi sentiremo Lamberto Tacoli, leader di Nautica Italiana. Naturale, per l’anno nuovo, augurarsi che questa situazione trovi una soluzione positiva, per cavalcare – tutti insieme – la ripresa del mercato.
Votato nella Legge di Stabilità l’emendamento per la stabilizzazione della norma che consente l’applicazione dell’IVA turistica al 10% agli ormeggi a breve, inzialmente valida solo per il 2015.
Un’altra ottima notizia per tutto il settore.

Paolo Sonnino Sorisio

Questo testo, se non si riferisce al numero di Nautica correntemente in edicola, viene pubblicato esclusivamente a fini storici e le opinioni espresse potrebbero non coincidere più con quelle della Direzione e/o della Redazione di Nautica Editrice Srl

Indice articoli presenti in questo numero

1
Fuoribordo, fotografia dell’attuale mercato
rubrica: Attualità | annata: 2015 | numero: 644 | pagina: 48

2
Da Dux a Durlindana 3
rubrica: Didattica e tecnica | annata: 2015 | numero: 644 | pagina: 58
3
Design for Disassembly
rubrica: Didattica e tecnica | annata: 2015 | numero: 644 | pagina: 54
4
Trim, flap, intruder
rubrica: Didattica e tecnica | annata: 2015 | numero: 644 | pagina: 64
5
Vela o motore?
rubrica: Didattica e tecnica | annata: 2015 | numero: 644 | pagina: 70
6
L’antiscivolo Kiwigrip con Indemar
rubrica: Giri di bussola | annata: 2015 | numero: 644 | pagina: 110
7
Mec gru
rubrica: Giri di bussola | annata: 2015 | numero: 644 | pagina: 110
8
Solaria il piccolo grande motoryacht
rubrica: Giri di bussola | annata: 2015 | numero: 644 | pagina: 109
9
Suzuki Seastar Solution ecco il nuovo joystick per i battelli della casa giapponese
rubrica: Giri di bussola | annata: 2015 | numero: 644 | pagina: 108
10
56th Fort Lauderdale International Boat Show. Grandi numeri
rubrica: I Saloni | annata: 2015 | numero: 644 | pagina: 40
11
Grippiale all’erta
rubrica: Idee in barca | annata: 2015 | numero: 644 | pagina: 22
12
Tappeto magico
rubrica: Idee in barca | annata: 2015 | numero: 644 | pagina: 22

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.