Cerca una prova di navigazione o un arretrato

ARREDOMAR AM 46 FLY

La nostra impressione di navigazione tratta dall’ampio database di prove di imbarcazioni effettuate dalla nostra rivista in quasi 40 anni di attivita’

Testo e foto di Antonio Bignami

Una barca molto interessante questa nuovissima realizzazione del
cantiere Arredomar di Sergio e Renzo Marchi: si tratta di un
motoryacht dalle linee particolari e dal design inconfondibile.

Esternamente l’AM 46 Fly gioca tutto su un avveniristico progetto
del parabrezza, sulle sue morbide linee arrotondate e avvolgenti e
sulle soluzioni del pozzetto e della piattaforma poppiera.

È infatti il parabrezza a cupolino che immediatamente
attira l’attenzione dell’osservatore, anche se le soluzioni del
pozzetto (soprattutto le due panche poppiere, i
«morbidi» angoli di murata, le soluzioni a vano per la
doccetta ecc.) a noi sono molto piaciute. Interessante ed elegante
anche la compartimentazione interna, che prevede tre cabine
separate (la matrimoniale a prua e le due per gli ospiti con due
cuccette entrambe, appaiate a sinistra e a castello a dritta).

Due bagni completi sono naturalmente a disposizione (simpatico
quello per gli ospiti, con doppio accesso).

Nel salone, oltre alla plancia essenziale e funzionale, troviamo
una doppia dinette contrapposta, con tavolo regolabile, e una
razionale soluzione per la cucina che viene interpretata dal
cantiere con un mobile sdoppiato su cui sono montate le varie
componentistiche e gli arredi.

Ancora una annotazione per quanto riguarda gli spazi esterni la
merita sicuramente il flying-bridge, con comodo accesso dal
pozzetto in cui troviamo, oltre al grande spazio prendisole e al
filante roll-bar, una controplancia completa e funzionale, con
sedute che risultano particolarmente spaziose.

Dal punto di vista della navigazione l’AM 46 Fly non tradisce le
aspettative di barca sicura, con spunti velocistici di tutto
rispetto: Arredomar dimostra di sapersi muovere con eguale
disinvoltura, professionalità e artigianalità
(dimenticavo di sottolineare che gli ambienti interni sono
straordinariamente rifiniti dal punto di vista dell’ebanisteria),
sia nel settore della vela che in quello dei motoryacht più sofisticati.

Si tratta di un doppio impegno che la dice lunga, e basterebbero
due barche a far quadrare il cerchio: l’imbarcazione a vela
Morgana (da noi presentata tempo fa) e proprio questo indovinato AM 46 Fly.

SCHEDA TECNICA

Progettista: AM Arredomar
Costruttore: AM Arredomar – Via Passo 124 Campalto (Venezia) – tel. 041/903264 – Fax 90349
Abilitazione alla navigazione: oltre 6 miglia
Stazza lorda: t 18
Assoggettata a IVA: 20%
Importo tassa di stazionamento annuale: L. 4.000.000
Lunghezza f.t.: m 14,00
Lunghezza al galleggiamento: m 12,40
Larghezza massima: m 4,55
Altezza di costruzione: m 2,10
Immersione sotto le eliche: m 0,72
Dislocamento a vuoto: kg 12.500; a pieno carico: kg 16.000
Portata omologata: 12 persone
Totale posti letto: 6 in 3 ambienti
Motorizzazione: 2×440 HP Man D 2866 LXE EBTD
Potenza complessiva installata: HP 880
Potenza fiscale complessiva: HP 130
Peso totale motori con invertitori: kg 32350
Rapporto peso/potenza modello motore installato: 2,67
Tipo di trasmissione: linea d’asse
Velocità max dichiarata: nodi 33,5
Velocità di crociera: nodi 28
Consumo dichiarato della motorizzazione, a velocità di crociera: 130 litri/h
Autonomia a velocità di crociera: mgl 650
Capacità serbatoio carburante: l 2000
Capacità serbatoio acqua: l 900
Prezzo, con dotazioni standard e motorizzazione provata: L.625.000.000 (Iva esclusa).

CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

Carena: a V planante
Costruzione e strutture: in vetroresina vinilestere con sandwich
di termanto. Paratie superleggere in compensato marino e termanto
Coperta: in vetroresina con sandwich di termanto; ferramenta
esterna in acciaio inox
Zona di prua: prendisole, bitte e passacavi, verricello
salpancora, pulpito di prua, gavoni per cime e parabordi
Pozzetto: 2 sedute poppiere a panca con gavoni e apertura per la
piattaforma poppiera, rivestito in doghe di teak, due gavoni
laterali (uno per bombola gas, ed entrambi per cime) carabottino
in teak
Plancetta poppiera: doccetta con vano, presa banchina, passerella
idraulica, scaletta da bagno
Sovrastrutture: vetrate in policarbonato e cristallo (vetri
laterali con apertura elettrica), flying e roll-bar in vtr
Flying-bridge: cuscineria prendisole, roll-bar con faro di
ricerca, tromba, radar, antenne varie, controplancia completa.

INTERNI

Suddivisione e caratteristiche: cabina prua con matrimoniale e
bagno privato, 2 cabine ospiti doppie (a dritta con cuccette a
castello e a sinistra con cuccette appaiate), bagno ospiti doppio
accesso, salone con legno di Bahia, tappezzeria a scelta.
Posto di pilotaggio interno: timoneria e strumentazione completa
motori, bussola, vhf, ecosonda, log, autopilota, angolo di barra, radar.
Zona cucina: nel salone con due mobili contrapposti a U, con
lavello, cottura a 3 fuochi, frigo da 120 litri, piano di lavoro,
stipetteria.

ACCESSORI

Dotazioni di serie: generatore da 5 kW, boiler, stereo Hi-fi, 2
bussole, VHF, log, ecosonda, autopilota radar.

LE IMPRESSIONI

CONDIZIONI DELLA PROVA
Vento: assente
Mare: calmo

PRESTAZIONI RILEVATE
Tempo di planata da fermo: 7″ con motore a 1600 giri/min.
Regime e velocità minimi di planata: 1600 giri/min., 15 nodi
Velocità massima: nodi 33 per una potenza erogata di HP 880 a 2300 giri/min

VALUTAZIONE PRESTAZIONI

Tenuta di mare: la barca si manovra con estrema facilità,
è sicura e stabile, non accenna a perdite di
velocità anche durante l’impatto duro con l’onda, la virata
è omogenea e anche portandola al raggio più stretto,
l’AM 46 rimane ben in assetto
Risposta timone, trim e flap: le attrezzature dimostrano efficace
manovrabilità
Visibilità nelle diverse condizioni: ottima dal flying-
bridge, discreta dal salone
Manovrabilità di approdo: molto buona e facilitata dalla
percorribilità degli spazi esterni e dalle ottime
attrezzature di coperta nonché dalle soluzioni (vedi i due
gavoni portacime a poppa).

VALUTAZIONI COMFORT E FUNZIONALITÀ

Coperta: essenziale e ben percorribile
Flying-bridge: elegante e con un accesso dal pozzetto molto comodo
Interni: ottime le finiture di ebanisteria e ben strutturata la
compartimentazione per offrire una comoda privacy a 6 passeggeri
Comfort passeggeri: molto buono, sia per la privacy che per
l’assetto e la silenziosità dell’imbarcazione
Posizione e comfort pilotaggio: ottimo il comfort nella plancia
interna ma appena discreta la visibilità, molto buone
visibilità e comodità sul flying
Zona cucina: elegante e soprattutto molto funzionale
Servizi: comodi e ben dimensionati, buona la soluzione del doppio
accesso nel bagno ospiti
Accessibilità e funzionalità vano motore: molto buona
Centralina impianto elettrico: ben posizionata e con materiali di
buona qualità.

QUELLO CHE CI È PIACIUTO

Di più: il disegno della vetrata anteriore e del pozzetto, nonché
la compartimentazione e le finiture degli interni.

Di meno: il disegno un pò pesante della tuga e della zona prodiera.

Lascia un commento