AZIMUT-BENETTI – AZIMUT 50

La nostra impressione di navigazione tratta dall’ampio database di prove di imbarcazioni effettuate dalla nostra rivista in quasi 40 anni di attivita’

Testo e foto di
Lino Pastorelli

Nell’affollato mondo dei flying plananti sono necessarie
caratterizzazioni forti e assieme raffinate per collegare
immediatamente uno yacht a un nome; ad esempio, una finestratura
specchiata a doppia pinna di squalo inversa, inserita nelle linee
sinuose ed eleganti di uno scafo proporzionato, non può essere altro
che la firma di Stefano Righini e la barca un Azimut di recente generazione.

L’ultimo arrivato del cantiere di Avigliana riprende infatti il
family-look dei fratelli maggiori, 55 e 62, esibendo una linea al
contempo sobria e aggressiva, quasi fosse un Leonardo 98,
l’ammiraglia, in proporzioni ridotte. Un accurato studio dei lay-out
interni, dove il designer è l’architetto Carlo Galeazzi, consente di
avere un’interessante disposizione dell’insieme salone-timoneria, con
una fuga di giochi prospettici che ampliano ulteriormente i già
notevoli spazi a disposizione, dando importanza al living e
all’imponente plancia di comando, ma lasciando comunque uno spazio
realisticamente grande per l’angolo cottura, una vera e funzionale
cucina italiana, che si amplia ulteriormente nella versione a due cabine.

Il fly, zona deputata al relax estivo di armatori e ospiti, non viene
meno alle aspettative, con le sue razionali disposizioni prendisole e
zona pranzo, mentre circa le qualità marine della barca, qui il
progetto è dell’Ufficio Tecnico Azimut-Benetti con l’approvazione del
RINA, si può dire che la carena a V abbastanza contenuta, consente una
navigazione piuttosto confortevole, permettendo buone prestazioni con
potenze ragionevoli. Nelle acque antistanti Savona, dove abbiamo
eseguito la prova, l’Azimut 50 lascia una scia pulita, filando
silenzioso; gli scarichi sommersi e l’insonorizzazione generale molto
curata consentono di dialogare in toni normali anche sopra i 30 nodi.

SCHEDA TECNICA

Progettista: Azimut-Benetti
Costruttore e Distributore: Azimut-Benetti S.p.A.; via M. L. King, 9-11; 10051 Avigliana (TO); tel. 011 93161; fax 011 9367270; e-mail proffice@azimutyachts.net; sito web www.azimutyachts.net
Categoria di progettazione CE: “B”
Lunghezza f.t.: m 16,02
Larghezza massima: m 4,72
Immersione sotto le eliche: m 1,21
Dislocamento a vuoto: kg 17.700; a pieno carico: kg 20.000
Portata omologata: 12 persone
Totale posti letto: 6+2+1 marinaio
Motorizzazione: 2×630 HP Man D2876 LE404
Potenza complessiva installata: HP 1.260
Peso totale motori con invertitori: kg 2×1345
Rapporto dislocamento a vuoto dell’imbarcazione/potenza motori installati: kg/HP 14,05
Tipo di trasmissione: linea d’asse
Velocità massima dichiarata: nodi 31 a 2.260 giri/min
Velocità di crociera dichiarata: nodi 24,5 a 1.900 giri/min
Consumo dichiarato a velocità di crociera: litri/h 172
Autonomia a velocità di crociera: miglia 348 circa
Capacità serbatoio carburante: litri 2.440
Capacità serbatoio acqua: litri 550
Trasportabilità su strada: trasporto eccezionale
Prezzo con dotazioni standard e motorizzazione della prova: Euro 685.000,00 + 20% IVA (con motorizzazione 2×660 HP Caterpillar C12, Euro 685.000,00 + 20% IVA; con 2×500 HP Caterpillar C9, Euro 650.000,00 + 20% IVA.

I consumi indicati nel grafico sono stati forniti direttamente dal
cantiere, sulla base delle rilevazioni effettuate in mare, ma il
consumo reale potrà discostarsi dai dati pubblicati in funzione del
carico imbarcato, delle condizioni di uso dell’unità, della messa a
punto e dello stato dei motori stessi, oltre che dalle caratteristiche
delle eliche utilizzate.

RELAZIONI TRA NUMERO DI GIRI – VELOCITA’ – CONSUMI – AUTONOMIA

CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

Carena: a V con pattini di sostentamento, angolo di entrata
piuttosto pronunciato e uscita a poppa di 13°, calcoli
strutturali approvati dal RINA
Costruzione e strutture: laminato monolitico per l’opera viva,
sandwich di PVC per fiancate e sovrastrutture; l’utilizzo di resine
vinilestere per le stratificazioni esterne, dal notevole potere
antiosmotico, consente di garantire lo scafo per 5 anni contro l’osmosi
Coperta: antiscivolo da stampata sui passavanti, a prua e sul
fly, teak nel pozzetto, sulla plancetta e sugli scalini di accesso al
ponte superiore. Battagliola, tientibene e pulpito e bitte in acciaio inox
Zona di prua: gavone capiente per 75 metri di catena con salpa
ancora da 1000 W e ancora da kg 20, comandi salpa ancora, protezioni
inox antisfregamento per cime di ormeggio, due bitte in acciaio inox,
prendisole da m 1,90×2,00 con cuscini
Pozzetto: pavimentato in teak, dimensioni m 3,50×1,30 con
gavoni laterali per cime, cavi e manichette, portellone di accesso al
gavone sottoponte e alla sala macchine. Sotto il divano di poppa,
ricavata da stampata, è situata la cabina marinaio il cui
accesso è sul lato destro della seduta
Plancetta poppiera: integrata, in vetroresina rivestita di teak
con mancorrenti in acciaio inox e scaletta bagno. Dal pozzetto, uno
scalino in teak ricavato sullo specchio di poppa permette di accedere
alla passerella. Sollevabile idraulicamente, con un carico di kg 260
in testa, questa può anche avere funzioni di gruetta per il tender
Flying bridge: con scala di accesso stampata e scalini in teak,
coniuga perfettamente le funzioni di spazio pilotaggio, zona pranzo e
prendisole. Davanti alla poltroncina biposto, la console riporta tutti
i comandi e strumenti del posto guida principale e un gavone ospita le
capottine e il prolungamento del tavolo. Il divano accoglie almeno
cinque-sei persone e ha, incastonato verso prua, un minuscolo
prendisole, mentre il gruppo lavello-barbecue-frigo consente
rilassanti cene con vista mare. A poppavia del roll bar, che ospita
antenne e luci varie, è situato il solarium principale.

INTERNI

Suddivisioni e caratteristiche: la barca in prova è la
versione a tre cabine; cabina armatoriale a prua con angolo studio,
vanity, bagno privato e box doccia separato; disimpegno molto luminoso
(prende luce da un osteriggio a fianco della timoneria); a sinistra
una cabina con due letti a murata di cui quello superiore ribaltabile
e a destra il bagno ospiti con doppio accesso; dal corridoio e dalla
cabina ospiti situata a centro barca, sotto la timoneria, dove il
letto matrimoniale è posto diagonalmente. Ogni ambiente
è arredato in ciliegio satinato con disegno a scacchiera Azimut
e tessuto Majilite mentre l’interno degli armadi adotta il cedro
profumato, in virtù del naturale potere antitarme. Continuando
verso poppa troviamo la cucina e poi la scala d’accesso al salone. La
zona living con divani contrapposti si trasforma, alzando il tavolo
alla giusta altezza, in angolo pranzo; lo stesso tavolo, alla sua
altezza minima, può sparire sotto il divano-letto. Alcuni
dettagli come la cassettiera portastoviglie e il mobile bar
impreziosiscono, se mai ce ne fosse bisogno, il raffinato arredamento.
La plancia di controllo posta sulla destra, è ancora a un
livello superiore. A poppavia del pozzetto è situata la cabina
marinaio, con accesso sulla destra del divano
Posto di pilotaggio: disegnato con particolare attenzione
all’ergonomia di ogni dettaglio; la plancia dall’aspetto vagamente
automobilistico ospita la bussola e gli altri strumenti di navigazione
(GPS, chartplotter, Tridata), gli strumenti di controllo motore
(manometro, termometro, contagiri) il quadro elettrico, i comandi
elettronici dei motori; il timone, in ciliegio e acciaio inox è
regolabile e così pure la poltroncina in pelle; il piano
anteriore è verniciato in Vesmaflex antiriflesso
Zona carteggio: ripiano a fianco della timoneria con il
sottostante vano che accoglie il quadro elettrico
Zona cucina: bella e funzionale, su un piano in Granulon nero
ha la piastra in vetroceramica a tre fuochi con fermapentole, doppio
lavello e un ragguardevole piano di lavoro. Cappa autofiltrante, frigo
da 190 litri più freezer, microonde a parete, tre armadi
più tre stipetti, pavimento in mogano doussiè.

ACCESSORI

Dotazioni di serie: passerella elettroidraulica, teak su
plancetta e in pozzetto, GPS plotter, autopilota, comandi motori
elettronici, generatore 3,5 kW , frigo 190 litri
Optional: teak sui passavanti, radar-GPS-plotter, impianto TV
con antenna, TV LCD 20″ in salone e cabina armatore, gruppi
elettrogeni fino a 17 kW, impianti di condizionamento da 23.000 fino a
84.000 BTU, elica direzionale di prua e di poppa, autoradio caricatore
10 CD in luogo dello standard, cabina marinaio, ancora in acciaio
inox, frigo a poppa e nel pozzetto, ice maker.

LE IMPRESSIONI

CONDIZIONI DELLA PROVA
Vento: 8 nodi da sud ovest
Mare: appena increspato.

PRESTAZIONI RILEVATE
Tempo di planata da fermo: 9,6 secondi a 1.800 giri/min (da considerare il ritardo dei comandi elettronici motori)
Velocità minima di planata: 15 nodi a 1.500 giri/min
Velocità massima: 31,7 nodi a 2.300 giri/min
Velocità di crociera: 25 nodi a 1.900 giri/min.

VALUTAZIONE PRESTAZIONI

Tenuta di mare: il passaggio sulle nostre onde e su quelle
degli altri motoscafi è piuttosto morbido e la stabilità laterale buona
Risposta timoneria: in virata la barca s’inclina poco, rendendo
l’accostata dolce ma ampia
Posto guida: comodo e con buona visuale
Manovrabilità di approdo: buona.

VALUTAZIONI COMFORT E FUNZIONALITA’

Coperta: dalla zona di prua, dove è situato il
prendisole con relativi tientibene, i passavanti ben protetti da
battagliola e mancorrenti, conducono al pozzetto. La comoda scala
stampata in vetroresina con scalini in teak, conduce al flying bridge;
qui il deflettore, che corre fino al roll bar, protegge sia la
timoneria che il living. A poppa, la plancetta permette, oltre al suo
utilizzo istituzionale di “appoggio” per i bagnanti, di accogliere un
tender e di usare la robusta passerella come gruetta. In pozzetto
alcuni gavoni accolgono le varie attrezzature e sotto il divano di
poppa alloggia la cabina equipaggio
Interni: molta importanza è stata data al living del
salone, utilizzabile, con l’opportuna trasformazione del tavolo, in
zona pranzo; in caso di necessità, il divano diventa,
ribaltandosi semplicemente, un comodo letto matrimoniale. L’area
notte, che si raggiunge scendendo alcuni scalini, ha un luminoso
disimpegno da cui si accede alle tre cabine: armatore a prua, ospiti a
murata sinistra e VIP a centro barca
Comfort passeggeri: buono, grazie all’accurato studio
ergonomico di ogni ambiente
Zona cucina: funzionale e ben dotata, permette una seria
preparazione dei pasti anche in prolungati soggiorni in mare. La forma
a U facilita le varie operazioni con il minimo degli spostamenti
Servizi: entrambi con vano doccia separato, hanno wc Sealand e
lavabo incastonato su un elegante piano in cristallo blu
Accessibilità e funzionalità vano motori: buona,
sia dal pavimento del salone che dal grande gavone in pozzetto. I
motori sono ben ispezionabili
Quadro e impiantistiche elettriche: impianto a 220 V con prese
a terra e quadro di controllo in plancia e sala macchine. Generatore
standard 3,5 kW. Impianti in corrente continua a 24 e 12 V con
magnetotermici di protezione nel vano sotto il piano carteggio e
strumenti digitali a vista. Batterie da: 24 V – 400 A/h per servizi,
24 V – 200 A/h motore, 12V – 100 A/h generatore. Caricabatterie 50 A
da terra e 10 A da generatore.

Lascia un commento