Charter ad Antigua e Barbuda, nel regno della vela

Antigua, gioiello delle Piccole Antille che vanta 365 spiagge, una per ogni giorno dell’anno come dicono i locali, incanta per il suo fascino e la sua magia

Caraibi, Antigua e BarbudaAcque cristalline verde smeraldo, sabbia immacolata, hibiscus, orchidee, liane, bambù giganti, palme da cocco ovunque. Ecco uno squarcio di Antigua, dove la temperatura è sempre gradevole, tra i 26° e i 30°C, e dove, grazie agli Alisei, non si conosce la stagione delle piogge. Antigua, scoperta da Cristoforo Colombo nel suo secondo viaggio, da lui battezzata in onore di Santa Maria de Antigua, dal nome della cattedrale di Siviglia dove il navigatore aveva pregato qualche giorno prima di partire per la traversata, si estende per 280 kmq e si trova a meno di 30 miglia di navigazione dalla piccola Barbuda, una piattaforma corallina lunga 24 chilometri e larga 8, circondata da acque limpide e pescosissime in cui si immergono le candide spiagge che la circondano, anch’essa caratterizzata da una natura selvaggia e dalla più ricca colonia, di tutti i Caraibi, delle splendide fregate, gli uccelli veleggiatori. Antigua & Barbuda, dove si parla soprattutto inglese, oltre al dialetto caraibico, formano dal 1981 un unico stato indipendente, nell’ambito del Commonwealth.

Caraibi, Antigua e Barbuda

Le isole sono facilmente raggiungibili dall’Italia con voli di linea via Parigi, Londra, Francoforte, Zurigo, New York, Miami, Puerto Rico e Toronto, o con voli charter diretti da Milano, che atterranno all’aeroporto internazionale V.C. Bird, che si trova nella parte nord dell’isola, a circa 5 minuti dalla capitale St. John’s (36.000 abitanti). Da una decina d’anni, Antigua e Barbuda stanno valorizzando le proprie potenzialità turistiche, che generano circa il 70% del reddito nazionale lordo e sono diventate meta di molti turisti italiani, che la visitano volentieri in barca. Del resto, le numerose baie, formate da ciò che resta dei crateri dei vulcani, circondate dalla barriera corallina, con sabbia e palme da cocco, fanno di Antigua un centro di yachting di fama internazionale. Situata direttamente lungo il corso dei venti alisei, le condizioni sono ideali per navigare, soprattutto da novembre a maggio, grazie al clima caldo e alle brezze costanti. Non per nulla qui si svolge la più importante regata dei Caraibi, la Antigua Sailing Week, evento sportivo di fama internazionale, che attira moltitudini di appassionati e oltre 150 imbarcazioni da ogni parte del mondo. L’avvincente manifestazione, che quest’anno si svolgerà dal 24 al 30 aprile, è composta da cinque gare differenti, una per ogni baia dell’isola, tra le quali una dedicata alle barche d’epoca. Anche chi non partecipa alle competizioni, però, può godersi lo spettacolo delle vele variopinte sul mare, appostandosi nei numerosi punti strategici dell’isola o festeggiando insieme ai velisti nel corso del “lay day”, il giorno di riposo in cui si svolgono numerosi giochi. E, terminate le competizioni, via libera a coloratissimi party sulle spiagge e nei pressi di Nelson’s Dockyard e Falmouth Harbour.

Caraibi, Antigua e Barbuda

L’altra importante manifestazione che si svolge a partire dall’ultima settimana di luglio è il Carnevale, qui chiamato Jumpin”n’ Jammin’. I festeggiamenti non-stop lungo le strade e nei locali notturni, con danze, canti, musica reggae e calypso si prolungano fino al primo lunedì di agosto (anniversario dell’abolizione della schiavitù dei neri d’America, avvenuta nel 1834), con il suggestivo Juvei Morning, quando tutti, alla luce dei fuochi, si riuniscono formando un gigantesco e colorato serpentone danzante. Ad Antigua è indispensabile quindi una visita ad English Harbour, vicino Falmouth, che rappresenta una delle baie più sicure della zona, sede della Nelson’s Dockyard, base navale britannica del XVIII secolo, così battezzata in onore del capitano inglese Horatio Nelson, che trascorse sull’isola i primi anni della sua carriera. Gli arsenali e la veleria del Nelson’s Dockyard, sono stati completamente restaurati e contengono un simpatico museo. Interessante anche la visita nella capitale St. John’s alla maestosa Cattedrale anglicana, raggiungibile percorrendo Church Street. Da qui, dirigendosi verso l’estremità sud della capitale ed imboccando Market Street, si raggiunge il caratteristico mercato, animatissimo di popolazione locale, dove troverete frutta, verdura, artigianato, magliette, souvenir e spezie di ogni tipo.

A Barbuda, meno mondana di Antigua, da non perdere il santuario ornitologico, nella zona della palude, dove le fregate ed i pellicani si addensano in stormi incedibilmente numerosi, per alzarsi in volo all’avvicinarsi dei visitatori. Le fregate specialmente, con il loro tipico gozzo rosso della parata nunziale, sono molto particolari e completamente disinibite nei confronti del visitatore. Antigua conta ben 365 spiagge naturali, oltre ad una costruita dall’uomo. Sulla costa meridionale e orientale si trovano inoltre numerosi reef che, riparando le baie dalle onde, le rendono sempre agibili in ogni condizione di vento. Il tratto di costa settentrionale, di grande interesse, è quello compreso tra l’aeroporto e Dickenson Bay, dove si trovano molti resort. Per percorrere da nord a sud il tratto ovest dell’isola, si può partire da Dickenson Bay, passando dalla suggestiva Runaway Bay. Proseguendo in direzione sud per alcuni chilometri, si incontra Deep Bay, una graziosa baia protetta, al centro della quale emerge dall’acqua l’albero dell’Andes, antico brigantino a palo che, proveniente da Trinidad carico di pece, si incendiò ed affondò in questo punto, quasi un secolo fa. Incrostato di corallo, il relitto giace oggi su un fondale basso e può essere esplorato con maschera e pinne.

Continuando il tragitto verso sud, si arriva a Hawksbill Beach, l’insieme di quattro bellissime spiagge e, scendendo ulteriormente, ci si imbatte in Jolly Harbour, un villaggio di recente costruzione, sorto attorno ad un porticciolo e dotato di 150 posti barca. Un percorso interessante è quello che conduce, a sud-est, alla Willoughby Bay, una splendida baia protetta da banchi corallini e dotata di una spiaggia da favola. Si raggiunge anche Half Moon Bay, semicircolare a forma di mezzaluna considerata la più bella spiaggia fra tutte le 365 di Antigua e molto amata dalla popolazione locale, che la frequenta soprattutto durante il week-end. Facendo qualche sosta a terra, potrete apprezzare anche la gastronomia locale, che fa un abbondante uso di spezie: cucina creola con piatti tipici a base di pesce, fra cui aragoste, king fish, barracuda, cernie e sgombri. Fra le portate locali più diffuse, il riso, che qui viene ripassato in padella a fuoco lento, per un effetto secco e croccante. Particolarmente suggestiva la scelta di frutta, che spazia dalla noce di cocco al mango, dalla papaia alla banana dolce e plantano. Ad Antigua, centro naturale dello yachting caraibico, c’è una vasta scelta di imbarcazioni a noleggio, dai catamarani agli yacht di lusso in grado di offrire a tutti tranquille crociere.

L’agenzia West Coast, con uffici a Milano e Siena, propone, da noleggiare direttamente ad Antigua, il Dynamique 80′, appena rimesso a nuovo, con 3 cabine ognuna con proprio bagno e dotato di equipaggio italiano (3 persone). Date le buone prestazioni a vela, si presta anche per essere utilizzato durante l’Antigua Sailing Week, sia per partecipare alla regata, sia per assistervi. Perfettamente accessoriato con aria condizionata e attrezzato con compressore e bombole sub, attrezzatura completa snorkeling e tender, viene offerto a una tariffa contenuta di 15.000 Euro a settimana. Interessante anche l’altra proposta West Coast, il Bénéteau 57, “Phase One”, barca nuovissima del 2004, che ospita fino a 6 persone in 3 comode cabine, ha un equipaggio italiano di due persone. La barca è disponibile anche nella zona di Antigua, nonché per la Sailing Week. Il prezzo del noleggio è di 10.500 Euro a settimana.

Indirizzi utili

Dipartimento del Turismo di Antigua & Barbuda in Italia; via S. Maria alla Porta, 9; 20123 Milano; tel. 02.877983, fax 02.877983; sito web www.antigua-barbuda.it; e-mail: infoantigua@antigua-barbuda.it

Organizzazione Antigua Sailing Week. Per informazioni e iscrizioni alla regata: Secretary, Antigua Sailing Week, PO box 406, Saint John’s, Antigua. Telefono:00854 462-0036/ 6164; fax 00854 462-2627 o consultare il sito web www.sailingweek.com.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.