Charter alle Bahamas, sulla rotta di Colombo

Facilmente raggiungibile anche dall’Italia, l’arcipelago delle Bahamas offre spiagge bianche, fondali mozzafiato e incantevoli baie scavate nella roccia

SULLA ROTTA DI COLOMBO

Bahamas

Molti non sanno che San Salvador – l’isola nota per essere così stata battezzata da Cristoforo Colombo che vi approdò nel 1492 – fa parte dello stato delle Bahamas, oggi un paese indipendente costituito da un arcipelago di 29 isole maggiori (in totale sono però 700), situato fra la Florida, Cuba e Haiti. Dall’Italia, si raggiunge facilmente volando prima fino a Miami, Fort Lauderdale o Orlando e poi con un’altra ora d’aereo si atterra a Nassau, la capitale, situata sull’isola di New Providence, città dal carattere coloniale con edifici storici color rosa, verde e giallo pastello e palazzi con colonnati, che offre locali notturni, casino e il suo tipico mercato. La via principale, Bay Street, e il porto sono i punti più animati della città, mentre Cable Beach, l’isola di Paradise Island e il cay Blue Lagoon Island sono zone essenzialmente residenziali e turistiche. Paradise Island è un’isola da sogno, sia per le bellezze naturali (spiagge, mare, parchi) sia per gli esclusivi resort. Collegata a Nassau dall’Harbour Bridge, quest’isola è una meta quasi esclusivamente turistica e sede di uno dei più prestigiosi campi da golf. A Nassau si trova una delle distillerie di rum più importanti del mondo, la Bacardi, che fa della città la capitale mondiale del rum.

Bahamas

Un’esperienza davvero unica è l’incontro con i delfini, la possibilità di toccarli e di nuotare insieme a loro: ciò è possibile al Dolphin Encounters di Nassau e al Dolphin Experience, delfinario dell’Underwater Explorer Society (UNEXSO) di Lucaya (Grand Bahama). Di origine corallina, le Bahamas godono di un clima mite tutto l’anno e sono coperte di vegetazione tropicale. I venti che soffiano più o meno costantemente assicurano alle isole un clima caldo e piacevole, che varia di poco durante l’anno. Le piogge sono scarse e comunque di breve durata, ma forse il periodo migliore per andarci è tra dicembre e aprile, quando si è certi di evitare proprio le piogge tropicali. Acque turchesi, spiagge bianche e numerosi ancoraggi rendono le Bahamas il paradiso ideale per la vela, che trova perfette condizioni di navigazione, oltre al fatto che ovunque si trovano marine moderne e attrezzate. È possibile noleggiare barche locali con o senza equipaggio presso varie compagnie di noleggio. Tra le isole importanti figurano Gran Bahama, Gran Abacos, Eleuthera, Andros, San Salvador e Gran Inagua. Sull’isola di Grand Bahama si trovano numerose marine, molte delle quali completamente attrezzate, che possono ospitare un numero elevato di barche. A giugno si tiene l’Annual Grand Bahama Sailing Regatta, che attira migliaia di appassionati pronti ad ammirare bellissime e antiche barche a vela della popolazione del luogo.

Bahamas

Eleuthera e Harbour Island offrono spiagge dallo spettacolare colore rosa e scorci mozzafiato che attirano migliaia di turisti. Chi decide di trascorrere le proprie vacanze in queste isole non può assolutamente perdere Lightouse Beach, a sud di Eleuthera, una meravigliosa spiaggia rosa con un antico faro situato su una scogliera calcarea a picco sull’oceano; Ten Bay Beach, una delle più conosciute spiagge dell’isola, con soffice sabbia bianchissima; Surfer’s Beach, spiaggia rinomata tra i surfisti; Ocean Hole, una meravigliosa pietra calcarea nei pressi della quale si ammirano pesci tropicali e tartarughe. Assolutamente da vedere è il contrasto tra l’oceano Atlantico e il calmo mare caraibico dal Glass Window Bridge a Gregory Town, la parte più stretta dell’isola. I lunghi chilometri di costa di Eleuthera offrono un panorama spettacolare a chi attraversa in barca le acque cristalline dell’isola. Baie disabitate, scogliere a picco sul mare, lunghissime spiagge rosa da scoprire e da ammirare.

I colori fantastici e le sfumature delle acque che incorniciano l’arcipelago di Exuma sono una delle meraviglie naturali che sono state più di una volta osservate dagli astronauti durante la loro permanenza in orbita. Exuma è costituita da una lunga collana di isole quasi attaccate l’una all’altra. Le principali sono Great Exuma, Little Exuma e Staniel Cay, apprezzate dai velisti e dai sub per le attrezzate marine e i ricchi fondali. George Town, il capoluogo di Exuma, è un bellissimo villaggio dove sono concentrati quasi tutti gli alberghi e i resort. A pochi minuti di barca si trova Stocking Island, isola semideserta meta di visite per il Mistery Cave, un buco blu molto conosciuto. Particolarmente frequentata anche la stupenda isola di Staniel Cay, sulla quale sono state girate alcune scene del film “007 Thunderball – Operazione tuono” (1965). Particolarmente ricca di marine, l’isola di Exuma è sede di numerose regate tra cui The Family Island Regatta, The New Year’s Day Cruising Regatta e The National Out Island Regatta. I chilometri di isole pittoresche, di cays disabitati e nascosti e di affascinanti baie la rendono uno dei luoghi più spettacolari delle Isole Bahamas da attraversare in barca.

Da non perdere è l’arcipelago di Abaco, il più settentrionale delle Out Islands, meta ideale per gli appassionati della vela, rinomato per le sue spiagge bianche e per il mare turchese e trasparente, un vero e proprio paradiso per le immersioni e per la pesca. L’arcipelago comprende Great Abaco, Little Abaco, Man-O-War Cay, Elbow Cay e altre piccole isole. Great Abaco ha pochi centri abitati, tra cui il capoluogo Marsh Harbour, da cui sono raggiungibili in meno di un’ora di barca gli isolotti di Elbow Cay, famoso per lo stupendo villaggio di Hope Town (tra i più fotografati delle Isole Bahamas) e per le sue spiagge incontaminate, e Man-O-War Cay, centro della vela e della pesca. Altre isole che meritano una visita sono Great Guana Cay e Green Turtle Cay. Tutta l’area di crociera è protetta dalla barriera corallina che mitiga le condizioni del mare. Essendo acque poco profonde, è estremamente importante fare attenzione alla marea sia in navigazione che entrando e uscendo dai porti.

L’agenzia Forzatre di Lavagna (GE), agente Moorings, che offre una ricca flotta composta da imbarcazioni dai 9 ai 16 metri con un meticoloso standard di manutenzione, propone un interessante itinerario con partenza proprio dalla base nautica situata nell’isola di Great Abaco. Provenendo da Miami, si atterra quindi all’aeroporto di Marsh Harbour, che dista pochi chilometri dalla base al Conch Inn Resort, dove sono ormeggiate le barche della flotta. Le imbarcazioni offerte a noleggio dall’agenzia Forzatre sono una vasta gamma di modelli Moorings, sia monoscafi che catamarani.

Anche Equinoxe, con uffici a Milano, invita a scoprire le Bahamas, a bordo di barche a vela e catamarani. Tra queste “Dream Catcher 2”, un Marquise 56 con tre cabine con bagno ed equipaggio, ideale per 6 ospiti.

Alle Isole Bahamas è possibile effettuare immersioni che rappresentano delle esperienze uniche, come quelle nei buchi blu (Blue Hole). Manifestazione geologica unica al mondo i blue hole sono caverne sottomarine scavate dall’acqua dolce dove la fauna è particolarmente ricca e i colori affascinanti. Le Isole Bahamas vantano oltre 25 centri d’immersione in cui ammirare pareti oceaniche, blue hole, reef, relitti sottomarini, caverne e barriere coralline.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.