Charter alle Baleari, paradiso spagnolo

Nel cuore del Mediterraneo, l’arcipelago spagnolo delle Baleari offre spiagge tranquille e raccolte, acque limpide e una vasta gamma di divertimenti notturni

PARADISO SPAGNOLO

Baleari

Le cinque isole delle Baleari (Maiorca, Minorca, Ibiza, Formentera e Cabrera) offrono mari immensi dalle acque limpidissime, moltissime possibilità di fonda in calette isolate, ma anche terre calde e accoglienti, attrezzati e allegri porti con una grande quantità di intrattenimenti a terra. Non mancano importanti flotte di imbarcazioni stanziali, di ogni genere, destinate al noleggio.

Certamente la stagione più indicata per la navigazione è quella compresa tra maggio e ottobre, ma alle Baleari ci si può navigare a vela tutto l’anno: a calme piatte con regime di brezza possono susseguirsi colpi di divertente maestrale. Sovente la brezza di giorno offre 8-9 ore di buon vento, mentre le notti sono sempre calme. I giorni di pioggia non sono numerosi, fra febbraio e aprile, ma sono quasi sempre violenti rovesci; poi, subito dopo, il sole risplende di nuovo.

A poco più di 200 chilometri dalla costa spagnola, Maiorca è una delle più belle e affascinanti isole delle Baleari, con le coste alte a picco sul mare, mentre nella parte est e sud-est i suoi rilievi si addolciscono scendendo verso il mare. L’approdo principale si trova a Palma, dove ci sono anche due importanti strutture private, il Club de Mar e il Real Club Nautico, che vantano oltre 2000 posti barca perfettamente attrezzati, numerosi dei quali riservati alle imbarcazioni di passaggio.

Baleari

Qui si trovano le principali agenzie di noleggio, quindi, dopo un giro in macchina dell’isola, si può iniziare la crociera toccando i numerosi approdi e le baie in cui ci si può ormeggiare. A nord c’è Cap de Formentor, dove a guardia del mare c’è solo un faro e si stendono le spiagge di sabbia bianca: Cala Figuera e Cala Murta, sovrastate da alti dirupi. Fra le più belle spiagge dell’isola segnaliamo: Playa d’Es Trenc, sulla costa settentrionale, è una delle spiagge più rinomate e affollate di Maiorca, mentre la più grande è la spiaggia di El Arenal, larga 50 metri, si estende per quasi 4500 metri. Cala Torta e Cala Agulla sono stupendi arenili, raggiungibili via mare.

Minorca, a poca distanza dalla vicina Maiorca, è lontana però dalla vitalità e dalla frenesia delle spiagge affollate e del traffico di Palma di Maiorca. L’isola di Minorca è molto più piccola, intima, una delle poche ad essere ricca di acqua dolce e, conseguentemente, di vegetazione e di vivaci colori in tutte le stagioni; la sua costa è l’ideale per un’eccezionale vacanza velica perché è ricca di calette accessibili solo via mare e ben riparate e vanta un’acqua limpida e cristallina. È riconoscibile dal largo già a 25 miglia per una caratteristica altura a forma di cono, chiamata Monte Moro, alto 358 metri. L’isola è esposta ai temporali da nord e nord- est che spesso si manifestano nel Golfo del Leone ed è anche aperta ai venti provenienti da nord-ovest, ma i suoi porti e i suoi ancoraggi offrono sicuro riparo da tutti i venti. Abbastanza piccola da poter essere circumnavigata in un tempo limitato, offre in tutte le direzioni un porto accogliente e più spiagge di tutte le altre isole messe insieme.

Baleari

A Mahon, il capoluogo dell’isola, cittadina di grande fascino che si estende all’interno di una profonda e stretta insenatura, c’è il più grande porto naturale del Mediterraneo, con un fiordo di sei chilometri e largo uno, con tre isolette all’interno e con, nella parte più profonda, la cittadina con l’accogliente circolo velico. Il secondo approdo dell’isola, dotato di tutti i servizi, è a Ciudadella, sulla costa ovest: è situato in fondo a una stretta insenatura larga all’ingresso circa 200 metri e che si protende verso l’interno per 1.200 metri. A nord c’è invece il porto di Fornells, ma tutta la costa dà però la possibilità di fermarsi in cale utilizzabili in situazioni meteorologiche non perturbate.

Lungo la costa si possono ammirare spiagge di grande bellezza e fascino, come Cala Pregonda e Cala Cavalliera, quest’ultima famosa per la sabbia rossa dell’arenile. Le altre pù note sono le spiagge di sabbia bianca di Son Bou, Son Sauracon, Cala Algariens e Cala Morell, mentre l’antico villaggio di pescatori di Sant Lluis può essere una tappa ideale per assaggiare la deliziosa zuppa di aragosta locale, qui conosciuta come “caldreta de mangosta”.

Il nome Ibiza non offre solo divertimento sfrenato, ma anche cultura e un mare stupendo, dai colori intensi. Qui si trovano le discoteche e i locali più famosi del mondo, come il Pacha ed Es Paradis. Si balla tutta la notte senza sosta, ma si continua anche il giorno, sulla spiaggia di Playa d’en Bossa, la più famosa, la più bella. Con le sue magnifiche coste, cale e spiagge, offre in totale ben 2.500 ormeggi per natanti di qualsiasi dimensione e con tutti i servizi necessari. L’infrastruttura è suddivisa tra cinque porti turistici e due circoli nautici. Nella baia di Eivissa di cono due porti turistici, Ibiza Nueva e Marina Botafoch; accanto ad essi sorge il Club Nautico Ibiza, un’istituzione con più di 60 anni di storia. A Santa Eulària si trova la marina con maggiore capacità delle isole Pitiuse (755 ormeggi) e nella baia di Portmany si trova il Club Nautico de Sant Antoni.

Partendo da Ibiza, si raggiunge con appena 11 miglia Formentera, una piccola isola, quasi piatta, detta la “Isla Blanca” per la calce delle sue costruzioni e soprattutto delle sue chiese. L’approdo di Formentera, sempre affollato, si trova a Cala Sabina sulla costa nord nord-ovest dell’isola, dove i diportisti di passaggio possono ormeggiare o all’esterno del molo sud o presso i pontili del club nautico. Se non si trova posto, come spesso accade, bisogna accontentarsi di un ancoraggio nella Playa Isletas. Spiagge bellissime sono: Es Pujols, a nord, a poca distanza dagli stagni di acqua salmastra e in un’atmosfera naturale di grande fascino.

Proprio di fronte alla punta di sud ovest di Maiorca (a poche miglia dal Capo Salines) c’è l’arcipelago di Cabrera (considerata la quinta isola delle Baleari), staccatasi da Maiorca circa 15.000 anni fa, formata da un’isola principale, Cabrera, e da 18 isolotti. La navigazione stessa per raggiungere l’arcipelago è particolarmente affascinante, perché si naviga tra isolotti aventi forme varie, in compagnia di delfini e gabbiani. Cabrera fa parte di un arcipelago dichiarato Parco Nazionale dal 12 Aprile 1991. Il territorio dell’Isola ha un ecosistema ancora intatto e fondali tra i meglio preservati del Mediterraneo. Le due isole più grandi sono la Illa des Conills o Conillera (Isola dei Conigli) e la stessa Cabrera, che ha 14 chilometri di coste piene di grotte e insenature.

L’animale più caratteristico di Cabrera è la sargantana, un piccolo rettile tipico delle Baleari. Inoltre, l’abbondanza di pesce ha favorito la presenza di una grande quantità di uccelli marini, che ha reso Cabrera un luogo privilegiato per l’osservazione degli uccelli migratori. Il fondo del mare ha una grande prateria di posidonia; c’è una grande varietà di piante e pesci, compresi delfini e tartarughe.

Il Parco Naturale di Cabrera si può visitare con un’escursione di un giorno imbarcandosi nei porti di Colònia de Sant Jordi e di Porto Petro. Se si desidera visitare il Parco con la propria imbarcazione c’è bisogno dell’autorizzazione dell’autorità del Parco. L’isola di Cabrera, con un piccolo porto dove attraccano i battelli (golondrinas), è un susseguirsi di scogliere, cale, capi, spiagge di sabbia e incantevoli grotte lungo il litorale. Fra tutte, segnaliamo la più affascinante, la grotta di Sa Cova Blava.

Un vero paradiso nautico, quindi, queste Baleari che uniscono condizioni meteo ottimali per la navigazione e bellezze naturali uniche a una vasta offerta turistica, a cominciare dalla gustosa cucina tipica, fino alla presenza di interessanti reperti archeologici, anche preistorici, che invitano a un’attenta visita all’interno. Molto belli i parchi marini e naturali: ogni isola offre scenari naturali di grande fascino, ognuno diverso e da scoprire.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.