Crociere sui cargo

Viaggiare a bordo di navi commerciali che seguono rotte esotiche, e’ sicuramente una vacanza alternativa, da sperimentare se siete dotati di un po’ di spirito di avventura

ORIZZONTE MARE

I cargo, e più precisamente le navi commerciali, i mercantili, i postali, i portacontainer, le baleniere, adibiti principalmente al trasporto di merce, sono oltre 40.000 in giro per il mondo. Non sono più mezzi spartani come erano una volta: i progressi della tecnica e le sue innovazioni sono arrivati anche a bordo di questi mezzi di trasporto, che sono ora dotati di moderni strumenti di navigazione che garantiscono la massima sicurezza. In molti casi, grazie alla forzata riduzione del personale di bordo, adesso sostituito dalle macchine, si sono liberate alcune cabine, che sono state quindi adibite al trasporto di passeggeri. Esistono cargo misti, dotati di specifici servizi per i passeggeri come palestra, boutique di bordo e sala comune con televisione, con un buon grado di comfort, oppure cargo unicamente da trasporto che, per convenzione internazionale, possono portare al massimo 12 passeggeri.

Se siete interessati ad effettuare una crociera sui cargo, è quindi indispensabile che, prima della partenza, vi informiate sul grado di comfort offerto dalla vostra nave e se questo risponde alle vostre esigenze, perché la qualità della sistemazione e del servizio a bordo è molto varia. Potrete trovare infatti cabine di lusso con bagno privato, aria condizionata e strutture specifiche per il passeggero, così come cabine più semplici con bagno in comune, e con ben poche comodità.

Le rotte seguite sono molteplici: possono essere navigazioni fra le isole di un arcipelago, una traversata di un oceano o addirittura il giro del mondo. Si può comunque scegliere di effettuare solo un certo numero di tappe. Bisogna però dire che gli itinerari percorsi sono talvolta soggetti a variazioni in funzione delle necessità della consegna delle merci o delle condizioni meteorologiche: aspettatevi quindi anche qualche cambiamento di rotta. La durata della navigazione, fra le varie tappe, è molto variabile a seconda del tipo di cargo e può essere anche di un solo giorno, come nel caso dei postali nell’arcipelago delle Marchesi, ma perlopiù il tempo che si trascorre in mare è molto lungo. Ma non ci sono solo inconvenienti in questo tipo di viaggio, come potrebbe sembrare da una prima impressione. Il tempo che si trascorre a bordo è dedicato principalmente all’osservazione della natura circostante: del mare, del cielo e dell’orizzonte. Se sarete fortunati, potrete anche imbattervi e ammirare qualche animale marino. Soprattutto nei casi di lunghe navigazioni, si impara innanzitutto a stare bene con sé stessi, a rilassarsi in un ambiente disteso, a trovare una nuova dimensione, lasciandosi alle spalle lo stress della nostra vita troppo spesso iperattiva. Non bisogna avere la smania di arrivare, ma bisogna godersi il viaggio con una nuova concezione del tempo.

Poi, dopo tanti giorni di navigazione, si prova anche il piacere di raggiungere un nuovo porto, di rimettere piede a terra e di scoprire nuove realtà. I prezzi delle crociere in cargo non sono sempre molto vantaggiosi, come si potrebbe pensare. Anzi, le tariffe, alle quali si deve aggiungere il costo del volo per raggiungere il porto di partenza, come potete vedere in tabella, sono piuttosto elevate, anche perché la durata della navigazione è sovente abbastanza lunga. La più importante compagnia marittima italiana, che programma numerosissimi viaggi su gli oltre 20 cargo di proprietà con differenti rotte, è la Grimaldi Ferries con sede a Napoli: avrete solo l’imbarazzo della scelta tra i molti percorsi effettuati, tra cui la linea Euro-Med che collega Salerno, Savona, Setubal in Portogallo, Bristol in Gran Bretagna, Cork in Irlanda, Esbjerg in Danimarca, Wallhamn in Svezia, Anversa in Belgio e Southampton, per far poi ritorno a Salerno. Da lì si riparte con destinazione Grecia, Turchia, Israele, Cipro, Egitto e ritorno a Salerno. C’è poi la linea Adriatico-Levante, con partenza da Porto Marghera, che tocca il Pireo, Israele, Turchia Ravenna, Slovenia e ritorno a Venezia. La linea Sud-America, con partenza da Tilbury in Inghilterra per raggiungere, dopo circa tre settimane di navigazione il Brasile, l’Argentina e l’Uruguay e ritorno a Tilbury dopo 54 giorni. La Linea Africa Occidentale parte da Amsterdam e tocca i principali porti dell’Africa per raggiungere la Costa d’Avorio. Le navi della Grimaldi sono tutte di grandissime dimensioni e dotate di numerose cabine suddivise in varie categorie a seconda anche della posizione sulla nave. Vi è anche la possibilità di portarsi veicoli al seguito. Nelle isole Marchesi esistono delle navi miste cargo e passeggeri, lunghe 104 metri, che raggiungono una velocità di crociera di 15 nodi, dotate di ogni comfort, con aria condizionata, dove si può trascorrere il tempo in coperta, nuotare in piscina o farsi servire un drink tropicale in cabina. Partono da Papeete (Tahiti), capitale della Polinesia francese, e percorrono i tratti di mare tra le isole vulcaniche Marchesi, effettuando ogni giorno una tappa, e toccando quindi le seguenti isole: Takapoto, Ua Pou, Fatu Hiva, Hiva Oa, Ua Huka, Nuku Niva, Ua Po e Rangiroa. Sulla “Aranui” – questo il nome della nave – esistono varie categorie di cabine, dotate di comfort variabili: di lusso A, standard A, standard B e standard C. “Aranui” è stata ristrutturata in Germania nel 1990, quando gli furono aggiunte cabine per passeggeri; in quell’occasione tutte le misure di sicurezza furono messe a norma SOLAS. Un altro cargo postale è quello gestito dalla Compagnia di navigazione dell’isola di Mauritius che getta l’ancora per poco tempo nei porti delle bellissime isole dell’Oceano Indiano, quali Réunion, Seychelles e Madagascar. Cargo misti si trovano anche in Norvegia: partono dal porto di Bergen e collegano gli splendidi fiordi nell’arcipelago delle isole Lofoten.

Esistono invece alcune agenzie che rappresentano le società di cargo: fra queste segnaliamo la Bank Line di Londra, specializzata nei viaggi nel Sud Pacifico che programma crociere su navi cargo in partenza dai porti francesi della Bretagna per raggiungere le isole Samoa, la Papuasia e le Vanuatu. C’è anche la Cargo Ship Voyages che rappresenta oltre 150 agenzie cargo in tutto il mondo, in grado quindi di proporre crociere ovunque, e in particolare ai Caraibi, Belize e Suriname. Ed infine la Curnow Shipping, l’agenzia britannica della Royal Mail Ship che gestisce il postale, che trasporta un centinaio di passeggeri, in partenza da Cardiff che fa rotta sull’isola di Santa Elena, per poi proseguire per Ascensione e Città del Capo.

Potete trovare in-formazioni esaustive sulle rotte, sulle navi e sulle compagnie specializzate nel volume “Guida ai Viaggi in Cargo”, pubblicato dalla casa editrice Incontri Nautici.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.