Charter alle Egadi, paradiso nascosto

Sono tutte da scoprire le tre isole ancora incontaminate che compongono le Egadi, tappa obbbligata per chi naviga verso i mari a Sud della Sicilia

PARADISO NASCOSTO

Isole Egadi

L’isola che si incontra per prima provenendo da nord è anche la più piccola: Levanzo, che dista poche miglia da Trapani. La cima più alta dell’isola si chiama Pizzo del Monaco e raggiunge i 278 metri; le coste sono in alcuni tratti ripide. A nord-est dell’unico centro abitato ivi esistente si nota una bassa e tozza torre a forma quadrangolare, mentre un faro a lampi bianchi dalla portata di 11 miglia è posto su Capo Grosso, all’estremo nord dell’isola. L’approdo principale dell’isola è Cala Dogana, costituito da un molo a gomito di 80 metri con adiacente una piccola banchina; di fronte a questa, nella zona est della cala, c’è un pennello in muratura riservato agli aliscafi e alle navi traghetto di linea.

Il porto è piccolo, con fondali minimi di 1,60 metri e può ospitare imbarcazioni solo fino a 10 metri di lunghezza; il suo ingresso è difficoltoso con vento da libeccio. La maggiore curiosità dell’isola è la Grotta del Genovese, una vera Mecca per gli appassionati della preistoria, molto difficile da raggiungere. Vi si trovano selci e ossa, ma soprattutto incisioni e pitture perfettamente conservate, risalenti al paleolitico, al neolitico, a quindi oltre diecimila anni fa. Costellate di animali, buoi, asini e cerbiatti, oltre a danzatori e piccole figure colorate in rosso e nero, furono scoperte nel ’49, da una pittrice in cerca di ispirazione.

Da Levanzo, navigando verso sud, incontriamo l’isola di Favignana, la più grande delle Egadi, percorsa da nord a sud da una dorsale collinosa, chiamata Montagna Grossa. Due i fari che segnalano l’isola: uno all’estremità est su Punta Sottile e l’altro a ovest su Punta Fanfalo.

Isole Egadi Si può ancorare nella Cala Principale o a Punta Longa. Il primo è un porticciolo di forma circolare, aperto a nord e a NW; dalla sua estremità orientale si diparte verso NW un molo di sopraflutto, banchinato internamente dove attraccano i traghetti. Le imbarcazioni da diporto possono ormeggiare alla banchina di circa 50 metri di fronte al Piazzale Marina, sul lato nord del molo principale interno oppure ai pontili gestiti dal Circolo Nautico Favignana. Il fondale nella Cala Principale è piuttosto basso e chi pesca più di due metri deve porre molta attenzione. Altrettanta attenzione va prestata con venti provenienti da nord, specie nel periodo della tonnara che da aprile a giugno può essere in funzione e comunque segnalata da numerose boette. A N-NW di Punta Longa, sulla costa sud dell’isola di Favignana, esiste un riparo naturale per piccole imbarcazioni, costituito da una scogliera banchinata lunga circa 50 metri e da una banchina di 30 metri frequentate dai pescatori locali, molto affollato d’estate ma costituisce un buon rifugio per imbarcazioni sotto i 10 metri.

Caratteristica dell’approdo di Punta Longa è Palazzo Florio, costruito in stile liberty dalla famiglia di imprenditori palermitani che, nella seconda metà dell’800, acquistò tutto l’arcipelago delle Egadi. Fu quella l’epoca del maggior potenziamento della tonnara, ancora oggi in funzione. Oltre alle bellezze marine e subacquee, le Egadi offrono un paesaggio terrestre di grande fascino, fatto di pascoli e campi coltivati e da piccole case intonacate, circondate da rara vegetazione, soprattutto fichi d’india e qualche palma. Ricordiamo anche le caratteristiche cave di tufo, famose per la pietra da costruzione che vi si estrae e che è denominata appunto “Favignana”.

Isole Egadi La terza isola principale è Marettimo, sormontata dal Monte Falcone, di 686 metri di altezza, che si trova alla medesima distanza sia da Trapani che da Marsala. È un pezzo di dolomite gettato nelle acque cristalline del mare siciliano, una roccia che è solcata fino al mare dalle barranche, le impervie gole rocciose che si alternano ai torrioni di pietra. Lungo la costa si incontrano una serie di splendide grotte con stalattiti e dai colori insuperabili: la grotta del Presepio, la Perciata, quella della Bombarda. Il porto di Marettimo si trova nella parte nord-orientale dell’isola ed è composto da due porticcioli: lo Scalo Vecchio a nord e lo Scalo Nuovo a sud. Le imbarcazioni da diporto possono ormeggiare lungo l’unica banchina dello Scalo Nuovo, perché lo Scalo Vecchio è riservato a natanti di non più di quattro metri di lunghezza. La traversia è da levante, ma Cala Cretazzo, a un paio di miglia di distanza, costituisce un valido riparo. Dal porticciolo si consiglia un’escursione sul monte, alla scoperta della vita ancora presente, passando per il sentiero che porta fino a ruderi delle case romane, dove sorge la cappella del XII secolo. Falchi pellegrini e conigli selvatici sono presenti in gran numero; a mare, invece, sono scomparse le foche monache, i cui ultimi esemplari furono uccisi a fucilate nella Grotta del Cammello.

Segnaliamo che le isole Egadi fanno parte dell’Area Naturale Marina protetta delle isole Egadi, gestita dalla Capitaneria di Porto di Trapani. La zona protetta comprende tutte le coste delle Egadi. La zona “A”, con divieto assoluto di navigazione, interessa il versante occidentale di Marettimo e le acque circostanti l’isola i Marone. Nella zona “B”, che comprende l’isolotto di Formica, la costa occidentale di Levanzo, quella settentrionale e meridionale di Marettimo e Punta Faraglione a Favignana, sono consentite la balneazione e la navigazione a 500 metri dalla costa ai soli natanti adibiti alle visite guidate. Infine, nella zona “C” la navigazione è libera, ma vige un’ordinanza dell’autorità marittima che consente l’ancoraggio solo oltre 300 metri dalla costa a Cala Rossa e a Lido Burrone a Favignana, e a Cala Minnola a Levanzo.

Per ulteriori informazioni sulla normativa che regola il parco marino rivolgersi alla Capitaneria di Trapani telefonando allo 0923-24429.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.