Charter nelle Isole Pelagie, Lampedusa a sud dell’Africa

Cale tranquille e acque trasparenti, clima estivo tutto l’anno a Lampedusa e Linosa

A SUD DELL’AFRICA

Lampedusa e Isole Pelagiche

A SSE di Pantelleria si trova il gruppo delle Isole Pelagie, situate nella piattaforma continentale africana, costituito dalle tre isole di Linosa, Lampedusa e Lampione. Raggiungibili dalla Sicilia con traghetti o aerei, l’arcipelago offre ai diportisti crociere costiere con brevi navigazioni, dove è possibile passare le notti estive lontano dalla calura africana tipica della terraferma, carezzati dalla brezza di mare.

Lampedusa e Isole PelagicheLinosa, di origine vulcanica, si trova 23 miglia a NNE da Lampedusa; è brulla e con scarsa vegetazione. L’altura principale è il Monte Vulcano, alto 195 metri. Non vi sono ripari e ormeggi sicuri e spesso rimane un pò più isolata, perché spesso il traghetto non riesce ad attraccarvi per le cattive condizioni di mare. Il principale approdo dell’isola, Scalo Vecchio, situato a Sud del paese e ridossato dai venti settentrionali, è costituito da una banchina di 120 metri, munita di bitte e anelli da ormeggio, dove attraccano piccole imbarcazioni, e da un molo di 80 metri. L’approdo è privo di servizi per la nautica. L’unica strada che percorre l’isola di Linosa tra coloratissime abitazioni è disseminata di palme e buganvillee, pochi sono invece i negozi, dove però si può trovare il necessario.

Lampione, disabitato, è un isolotto 10 miglia a WNW di Lampedusa, alto 40 metri e con le coste a picco, meta di gite giornaliere per immersioni subacquee.

Isole Pelagiche

Lampedusa, il punto più meridionale d’Italia, bianca e calcarea, ricca di storia, geologicamente appartiene alla piattaforma continentale africana. Situata circa 80 miglia a SSE di Pantelleria, è la più grande del gruppo delle Pelagie; sono visibili su Capo Grecale, da quasi tutte le direzioni, due grosse antenne paraboliche a traliccio, mentre nell’interno dell’abitato è ben visibile il campanile della chiesa parrocchiale. Due sono gli approdi che offrono ormeggio.

Il porto principale, dotato di distributore di carburante in banchina, è costituito da un’ampia insenatura con imboccatura orientata per SW, larga 300 metri circa e delimitata da Punta Guitgia e Punta Favaloro. Ha rive rocciose, basse e scure, terminanti con una vasta spiaggia di sabbia bianca. Le imbarcazioni da diporto con pescaggio fino a 3 metri possono ormeggiare nella nuova banchina di collegamento costruita fra il molo di Punta della Sanità e il molo Madonna, a cavallo fra Cala Salina e Cala Palma, per un totale di 20 posti barca.

Le barche di pescaggio fino a 6 metri possono ancorarsi all’interno di Cala Guitgia. Qui i venti di libeccio, mezzogiorno e mezzogiorno-scirocco sono pericolosi, perché producono nel porto notevoli variazioni del livello delle acque rendendo sconsigliabile l’ormeggio. Con il libeccio è consigliabile ridossarsi a nord dell’isola. L’altro approdo dell’isola è Cala Pisana, una caletta naturale situata sulla costa E, costituita da una piccola banchina munita di bitte e anelli da ormeggio, dove però non possono ormeggiare le unità da diporto.

I punti suggestivi di Lampedusa, Cala Pulcino, Cala Guitgia e Cala Galera, sono tappe obbligatorie per chi arriva dal mare. Il paesaggio visto da terra è da non perdere, le case hanno la stessa struttura delle abitazioni maghrebine, mentre la scarsa vegetazione ricorda la steppa pre-desertica. Celebre a Lampedusa, l’Isola dei Conigli, unica zona in Italia dove le tartarughe Caretta-Caretta depongono regolarmente le uova. La Riserva Naturale Orientata (tel. 0922 971611) è situata proprio tra l’Isola dei Conigli e la costa ad essa prospiciente; all’interno di questa zona è vietata la navigazione, l’ancoraggio, la pesca e ogni altra attività, a esclusione della balneazione.

L’area marina “Isole Pelagie” è anch’essa una zona protetta, suddivisa in tre fasce, con una regolamentazione differente, con sorveglianza a mare effettuata dalla Capitaneria di Porto.

Numerose sono le agenzie di noleggio imbarcazioni siciliane che propongono un’ottima scelta. Fra queste segnaliamo la più antica organizzazione di brokeraggio nautico d’Italia, esistente a Palermo dal lontano 1922, la Pietro Cuccia Yacht Broker, situata strategicamente al centro del Mediterraneo, una delle agenzie più quotate per il noleggio di imbarcazioni a vela e a motore in tutto il Mediterraneo e nel mondo, in grado di offrire una vastissima scelta.

L’agenzia di charter Sunsicily, con base nautica a Portorosa, il porto turistico realizzato all’interno di un villaggio residenziale al centro del golfo di Patti, noleggia la propria flotta composta da 10 barche a vela e un catamarano e da 8 barche a motore di varia lunghezza per soddisfare ogni tipo di richiesta. Tutte le barche sono dotate di elettronica completa (pilota automatico, GPS cartografico, strumenti del vento, ecoscandaglio, VHF, radio CD) bimini top, tender, serbatoi dell’acqua aggiuntivi e terza batteria. Le grandi barche a motore dispongono anche di radar e aria condizionata. Opzionali sono il gennaker (per Oceanis 473 e 331), lo spinnaker (per First 40.7), il fuoribordo per il tender.

Per la stagione 2006 la Waypoint Yachting, che vanta tre basi nautiche di partenza, Catania, Portorosa (ME) e il Porto dell’Etna di Riposto (CT), propone una flotta costituita da catamarani e monocarena di varie dimensioni: 3 Lagoon 410 (12 metri) e il nuovo Lagoon 380 (11 metri), tutti dotati di 4 confortevoli cabine matrimoniali con tre e due bagni, più cuccette indipendenti per l’equipaggio sui 410. La flotta dei monocarena comprende invece i classici e collaudati Bénéteau Oceanis nei modelli 423, 393 e 331; Jeanneau Sun Odyssey 40′, 43′ e 45′. Novità assoluta sono: il motoryacht Aicon 56′ del 2004, dotato di 3 cabine doppie, e il Lagoon 470 del 2003, dotato di 4 cabine matrimoniali, 3 bagni e 2 cuccette; entrambe le imbarcazioni sono equipaggiate per garantire un comfort totale. Con Waypoint Yachting è possibile avere diverse formule di charter: per i più esperti di vela, che siano in possesso della patente nautica, il bareboat (noleggio senza skipper); per chi invece preferisce farsi guidare dagli skipper professionisti, c’è la crociera con equipaggio.

Interessanti proposte anche da parte della società di charter siciliana La Fuga Sail, con base nautica a Trapani e San Vito Lo Capo che, con l’intera flotta Jeanneau di proprietà, gestite dal titolare, Maurizio Bellomo, propone a noleggio la propria flotta composta da imbarcazioni a vela (Sun Odyssey 32-37-40-43), a motore e gommoni (Bat 745 e 850). La Fuga Sail, fra i vari servizi proposti, organizza l’intero pacchetto viaggio con arrivo e partenza dalle proprie basi.

Atlantis Yachting propone escursioni intorno alla Sicilia, con una rosa di 15 barche dotate di ogni comfort, con partenze da Palermo, Trapani, Catania, Portorosa e Lipari. La società di charter organizza crociere dedicate ai parchi naturali e allo studio dei cetacei, ripercorrendo le rotte di normale avvistamento di delfini e balene che hanno degli itinerari ormai noti intorno alla Sicilia. Particolare attenzione viene dedicata allo studio e alla salvaguardia dell’ambiente, in collaborazione con le principali associazioni ambientaliste, con escursioni anche a terra, segnalazioni e rilevamenti.

La Turistica il Gabbiano offre a noleggio in Sicilia una prestigiosa gamma tra monocarena e catamarani dai 31 ai 50 piedi per suggestivi itinerari a vela. Il cuore pulsante della storica società di charter è nell’attrezzata Marina turistica di Portorosa. Le basi secondarie sono dislocate a Palermo, Catania e S. Vito lo Capo. Per la stagione 2006 la flotta si è arricchita di due nuovi modelli: il Cyclades 50.5 e il Cyclades 43.4.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.