Charter per ragazzi

Un soggiorno su una barca a vela e’ senza dubbio un’indimenticabile esperienza formativa ed educativa per i giovanissimi

GIOVANI VELISTI

La vela è uno sport che permette, oltre alla pratica di una buona attività fisica a stretto contatto con la natura, lo sviluppo della personalità e del carattere. Provate a mandare vostro figlio ad un corso di vela, sicuramente ne tornerà cambiato. Ma, ancor più, potrà essergli utile imparare a navigare trascorrendo una settimana su una barca, ossia su pochi metri quadrati da dividere con dei coetanei, magari mai visti prima. La convivenza, si sa, in barca non è sempre facile, immaginiamoci per un giovane esuberante e pieno di energia, abituato magari fin troppo bene a casa propria. La barca, e in particolare la vita spartana che su di essa si conduce, insegnano quindi, innanzitutto, il rispetto dell’altro, e conferiscono al giovane anche un importante senso di responsabilità nei confronti di se stesso e degli altri. Su una barca ben organizzata si impara ad ascoltare e a decifrare i bollettini meteo e, di conseguenza, a stabilire la rotta da seguire, anche in base al vento che spira e alla destinazione prescelta.

Bisogna poi stabilire e rispettare i turni al timone, di giorno e di notte, e mantenere la rotta, consultando e facendo il punto continuamente con il GPS. Quindi c’è l’emozione e il timore del primo ormeggio, che si effettui in rada, dove bisogna scegliere accuratamente il punto dove buttare l’ancora, in base a vento, correnti e fondali, o in porto dove bisogna effettuare una serie di manovre non sempre facili in approdi affollati di barche. A bordo si impara anche a calcolare i consumi di gasolio ma, soprattutto, di acqua dolce, utilizzandone lo stretto necessario per fare la doccia e non rimanere a secco. Si impara a gestire la cambusa e a cucinare. Ogni errore nella gestione e nella conduzione dell’imbarcazione può avere conseguenze, anche gravi, su tutto il gruppo. Quindi quale migliore scuola di vita? Ma la vela non è soltanto fatica e responsabilità. E’ innanzitutto divertimento, goliardia, contatto con il mare, il vento e la natura. Può capitare di imbattersi in qualche gruppo di delfini, di osservare un branco di pesci o semplicemente di ammirare un affascinante tramonto, nel silenzio di una baia isolata. Per non parlare del giovamente fisico che un giovane può avere dall’attività che si fà in barca.

Abbiamo sondato il mercato del charter alla ricerca di società che effettuano charter-scuola per ragazzi ma ne abbiamo trovate veramente poche. Si preferisce infatti organizzare corsi di vela stanziali. Le uniche due iniziative di cui siamo venuti a conoscenza organizzano crociere per giovani ragazzi in flottiglia, ossia con più imbarcazioni a vela che si spostano insieme. Ciò permette di fare conoscenza, oltre che con i ragazzi della propria barca, anche con gli altri, oltre che a divertirsi insieme con ingaggi, se non addirittura vere e proprie brevi regate.

La scuola vela d’altura Veladoc di Sanremo, che vanta 30 anni di esperienza nel settore, organizza crociere-scuola in flottiglia, per ragazzi a partire dai 16 anni, a bordo di quattro nuovissimi cabinati Bénéteau First 31.7 e uno JOD 35 in grado di ospitare 6 persone (5 ragazzi + 1 skipper). Gli spostamenti delle imbarcazioni, della durata di una settimana o di 10 giorni, hanno inizio da Sanremo, a partire da luglio fino al 9 settembre, e seguiranno un interessante itinerario fra Sardegna e Corsica, toccando le località più suggestive come Ajaccio, Portisco, Villasimius, Bastia. Ad ogni tappa c’è il cambiamento di equipaggio. A bordo sono previsti i turni al timone, ma anche lezioni vere e proprie sulle dotazioni di sicurezza, sull’uso del GPS, sulla lettura delle carte nautiche e dei portolani. Ogni sera ci si ferma in rada oppure si ormeggia in porto e si dà vita ad uno scambio di idee fra le varie barche collegate a mezzo di un gommone. Le iniziative ricreative organizzate da Veladoc per intrattenere e divertire i ragazzi sono numerose. Non mancheranno grigliate di gruppo, giochi e gare fra le barche.

C’è anche la scuola Orza Minore di Monza che organizza interessanti crociere della durata di 8 giorni, a sfondo naturalistico, riservate ai ragazzi dai 14 ai 17 anni. L’imbarco e sbarco si svolge a Palau su un cabinato di 16 metri e a bordo ci sarà, oltre allo skipper, anche un biologo con il quale si apprendono, grazie a lezioni di biologia marina, nozioni sull’ambiente mare.

Segnaliamo, inoltre, l’iniziativa di Kousto, operante nei mari della Grecia, con a disposizione una notevole flotta di imbarcazioni a vela, che organizza ed offre vacanze studio in crociera a vela per ragazzi dai 12 ai 25 anni, nelle isole dello Ionio.

La crociera si svolge in flottiglia, con imbarcazioni a vela di lunghezza media di metri 12, ciascuna in grado di ospitare 10/12 ragazzi, siano essi principianti o già esperti.

Le imbarcazioni navigano in gruppo ed in contatto costante via radio tra di loro, così come le soste balneari e gli approdi. Ogni mattina, durante la colazione, viene discusso e convalidato il programma della giornata, definendo i punti di sosta ed il ritrovo serale. I gruppi di ragazzi vengono distribuiti ed organizzati secondo fasce di età e secondo eventuali preferenze di gruppo preventivamente manifestate. Ogni imbarcazione è condotta da uno skipper di comprovata esperienza di navigazione.

Nelle imbarcazioni con i ragazzi più giovani, lo skipper è accompagnato da un marinaio esperto per tutte le manovre impegnative. Ogni tre imbarcazioni è prevista una hostess, esperta conoscitrice dei luoghi, che provvede all’organizzazione della cambusa ed ai vari banchetti conviviali della vacanza, i quali in parte saranno consumati a bordo delle imbarcazioni ed in parte verranno organizzati nelle varie località delle isole in cui si andrà ad approdare. Il programma, inoltre, prevede la pratica di tutte le innumerevoli attività balneari, con istruzioni e nozioni generali di navigazione a vela, alcune escursioni guidate ai più significativi siti storici ed archeologici della zona.

La prossima crociera, della durata di 15 giorni, è prevista per il prossimo anno a Pasqua nelle isole Ionie, dove la primavera arriva anticipata e normalmente in tale periodo la temperatura media è attorno ai 25°C, con leggere brezze marine e mare quasi mai turbolento, con base di partenza a Corfù.

L’organizzazione si occuperà di ricevere i partecipanti alla base e dell’accompagnamento, a mezzo nave, da Ancona o Venezia, con sbarco a Corfù e trasferimento alle imbarcazioni. Al termine della crociera è previsto il ritorno al porto di partenza in Italia.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.