Isole Vergini, oasi caraibica

In crescita per potenzialità delle strutture, le Isole Vergini, che hanno mantenuto intatta la loro bellezza, stanno diventando una delle mete caraibiche preferite dagli italiani

OASI CARAIBICA

Isole Vergini

Il colore cristallino di un’acqua marina sempre calda, le spiagge bianchissime e spesso deserte anche nei periodi di punta, una vegetazione lussureggiante e incontaminata, ecco qualche caratteristica della natura paradisiaca delle Isole Vergini. Qui tutto è a misura di velista. Le isole principali, Tortola e Virgin Gorda, sono circondante da numerosi isolotti, tutti così vicini da permettere la navigazione a vista. La temperatura diurna, che varia dai 22 ai 27°C in ogni stagione e il clima secco assicurato dai venti tropicali, rendono la navigazione un’esperienza estremamente piacevole e rilassante. Le acque calme, grazie alla protezione del reef, le condizioni climatiche sempre stabili, correnti deboli, venti medi costanti tra i 15 e i 20 nodi, gli approdi e gli ancoraggi ben protetti e un’assistenza capillare assicurano una navigazione tranquilla e piacevolissima. L’aliseo è costante quasi tutto l’anno, proveniente prevalentemente da NE, fino a febbraio, quando inizia a girare da E. A inizio estate si stabilisce da SE, scende di intensità e si entra nella “hurricane season”. In questo periodo, che va da giugno all’autunno, si possono avere depressioni tropicali, che però vengono segnalate con larghissimo preavviso. Le precipitazioni sono più frequenti in autunno, anche se qualche sporadico acquazzone si può verificare in altri periodi dell’anno.

Isole Vergini

I numerosi piccoli approdi, ben riparati e dotati di efficienti sistemi di segnalazione di scogli e bassifondi, garantiscono un ormeggio agevole e sicuro. I marina sono bene attrezzati e offrono servizi in grado di soddisfare le esigenze dei navigatori più esperti a tariffe convenienti. È possibile affittare posti barca per periodi brevi o lunghi, a prezzi che variano in funzione della località, della dimensione della barca e della durata della permanenza. Inoltre, ogni baia offre corpi morti che sono spesso proprietà degli alberghi e che hanno un costo indicativo tra i 10 e i 20 dollari americani a notte. Quasi tutti i marina hanno stazioni di rifornimento di acqua e carburante e in molti vi sono cantieri per la manutenzione o la riparazione della barca. Si trovano inoltre negozi di generi alimentari e di forniture nautiche, bar e ristoranti, lavanderie, banche e uffici postali, centri diving che affittano attrezzatura per le immersioni. I porti di entrata nelle Isole Vergini, chiamate anche BVI, sono a Tortola (Road Town e West End), Jost Van Dyke (Great Harbour) e Virgin Gorda (St. Thomas Bay). Tutte le barche devono sbrigare le pratiche doganali e d’immigrazione appena arrivate nel territorio delle Isole Vergini. Sono richiesti unicamente un passaporto valido e i documenti di registrazione della barca.

Tortola, l’isola “delle tortore” è la più grande delle Isole Vergini Britanniche; l’aeroporto si trova su Beef Island, collegata a Tortola da uno stretto ponte, il Queen Elizabeth II Bridge. La cittadina, sviluppatasi attorno al porto, possiede caratteristici edifici di legno e pietra color pastello, nel tipico stile “gingerbread” delle Indie. Qui sono presenti numerose basi nautiche delle più rinomate agenzie di charter, come Sunsail e Moorings (quest’ultima ha base secondaria a Virgin Gorda, al “Bitter End Yacht Club”, che offre un’eccellente e ampia offerta di barche attrezzate, con o senza equipaggio). Per i clienti più esigenti ci sono i “crewed yachts”, imbarcazioni prestigiose condotte da equipaggi professionisti che offrono ai clienti un servizio di “full board” e di livello elevato, dove l’unico impegno degli ospiti è divertirsi e rilassarsi. Inoltre, l’ampia offerta di corsi individuali e di gruppo rivolti a principianti (adulti o anche bambini) ed esperti e la possibilità di avere istruttori professionali di vela anche a bordo delle barche a noleggio offre a tutti l’opportunità di conoscere a fondo i segreti della vela. Le scuole presenti nelle BVI offrono ai partecipanti certificazioni internazionali riconosciute dalla Royal Yachting Association, dalla American Sailing Association e dalla US Sailing.

Sono tre gli yacht club delle BVI, che propongono un calendario di oltre 24 competizioni e regate. Lo yacht club ufficiale, il Royal B.V.I. Yacht Club, situato a Road Town, nel cuore di Tortola, organizza uno degli eventi velici più importanti dei Caraibi per numero e barche partecipanti, la Spring Regatta 2005, che giunta alla sua 34a edizione, si terrà quest’anno dall’1 al 3 aprile 2005 nella splendida area marina del Sir Francis Drake Channel, compresa tra Tortola e Peter Island. Nello stesso periodo, a partire dal 28 fino al 31 marzo, si svolgerà anche il BVI Sailing Festival, con competizioni di vario genere e numerosi eventi mondani.

L’agenzia toscana M-Yachts, con uffici a Marina di Cala Galera, offre alcune barche a noleggio alle isole Vergini: un nuovissimo Oceanis 393, per esempio, ha base nautica a Road Town, nell’isola di Tortola. L’Oceanis 393, con 3 cabine e 2 bagni, ha raggiunto una grande popolarità nel mondo del charter ed è dotato di tutti i comfort e di tutti gli strumenti elettronici. Alla scoperta di spiagge bianche, baie tranquille, palme e acqua cristallina si parte da Tortola per toccare Norman Island, Cooper Island, Virgin Gorda, Anegada, Guana Island e Peter Island, dove si ammirano parchi nazionali, celebri relitti, fenicotteri, ristoranti lussuosi e tramonti mozzafiato. Sempre M-Yachts offre alcune barche a noleggio senza equipaggio, fra cui un bellissimo Ocean 60′ Schooner che può accogliere fino ad 8 ospiti in 4 cabine che dispongono di letti matrimoniali e singoli. Il comandante e la cuoca e hostess sono maestri nell’arte dell’immersione, per scoprire un mondo subacqueo meraviglioso, composto da relitti, barriere coralline e pesci tropicali. Molto curato l’aspetto culinario, con cocktail di frutta tropicale e pane di cocco fatto in casa, mentre a pranzo vi aspettano scampi grigliati alla pera e insalata di rucola con vinaigrette ai lamponi, bistecca grigliata e fajitas di pollo con guacamole e Sangria di Chardonnay, palline di gamberetti su spinaci e fusilli al pomodoro con verdura festiva in salsa di aceto balsamico.

Terza possibilità, offerta da M-Yachts, è quella di scegliere un catamarano, veloce, confortevole e sicuro. Grandi reti prendisole, un pozzetto spazioso, aria condizionata, telefono cellulare, TV, DVD e Stereo CD, rendono piacevole la vita a bordo di questo 60 piedi con 4 cabine ospiti e 4 bagni. Windsurf, sea kayak, snorkeling, tavole da surf, materassini gonfiabili e tutta l’attrezzatura per l’immersione sono a disposizione su richiesta.

L’associazione Arawak Sailing Club, con sede a Trieste, organizza crociere alle Isole Vergini della durata di 7 giorni, che seguono interessanti itinerari: partendo da Hodges Creek si toccano Norman Island, Marina Cay, Gorda Sound, Cane Garden Bay e Jost Van Dyke. Iniziando a Tortola, si visita un’area di navigazione che si estende tra Jost Vabn Dyke ad ovest e Virgin Gorda ad est, passando da numerose incantevoli isole. La navigazione si effettua a bordo di un Sun Kiss 47.7, lungo m 14,40 e dotato di tre cabine con cuccette matrimoniali e una con due cuccette singole.

La società di charter West Coast, con uffici a Milano e Siena, propone a noleggio alle Isole Vergini una bella barca, un Dynamique 80, che ha subìto recentemente un completo refitting generale, interno ed esterno. La barca, dotata di 3 ampie cabine, ognuna con servizi, oltre all’alloggio per equipaggio (skipper, marinaio e cuoco italiani), viene offerta ad una tariffa molto contenuta, proprio per far conoscere la barca, che a fine inverno rientrerà in Mediterraneo e proseguirà la sua attività di charter.

Inoltre, West Coast ci segnala un nuovissimo Bénéteau 57, lungo m 17,60, con equipaggio italiano, che può portare fino a 6 ospiti in 3 comode cabine con servizi, più la cabina equipaggio (skipper e marinaio-cuoco).

In occasione del 35° anniversario di The Moorings, la principale compagnia di navigazione delle Isole Vergini Britanniche, ha recentemente varato il nuovo catamarano Moorings 4000, proprio alle BVI perché è qui che The Moorings è stata fondata nel 1969 ad opera di Charlie e Ginny Cary. Costruito a Cape Town, Sudafrica, il nuovo Moorings 4000 è l’ultima generazione dei catamarani, con 4 cabine doppie, performance altissime e un comfort unico che privilegia gli spazi esterni (in funzione della navigazione ai tropici).

Chi intende programmare un viaggio alle Isole Vergini Britanniche, si può rivolgere all’Ente del Turismo delle Isole Vergini Britanniche in Italia che ha sede in piazza Caiazzo 3, 20124 Milano, tel. 02 66714374, sito web www.bvi-turismo.com, che propone anche una pratica guida tascabile con informazioni dettagliate sugli approdi, le compagnie di noleggio, le scuole di vela e altri suggerimenti per seguire la rotta giusta.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.