Charter alle Isole Vergini Britanniche, in fuga verso il paradiso

Nelle Isole Vergini Britanniche un Natale e un Capodanno diverso, da trascorrere sulle spiagge dell’isola di Jost Van Dike, nelle Isole Vergini Britanniche, per brindare con il vero rhum caraibico

IN FUGA VERSO IL PARADISO

Lasciare l’Italia quando nelle nostre città impazza il freddo del grigio inverno e la frenesia degli ultimi giorni dell’anno, arrivare nel cuore di un arcipelago benedetto dai venti alisei dove una temperatura piacevole oscilla intorno ai 27°C, regno del mare e della vela. Questo è un sogno realizzabile: a qualche ore di volo dall’Italia, alle Isole Vergini Britanniche, 60 isole vulcaniche immerse nelle acque verdissime dei Caraibi che hanno per protagonisti le vele e le barche.

A dire il vero, non esistono voli intercontinentali diretti dall’Italia per queste isole. Da alcune città d’Europa, però, è possibile volare con diverse compagnie aeree fino ad uno scalo intermedio: a San Juan (Puerto Rico) o a Saint Martin oppure ad Antigua e da lì si raggiunge l’aeroporto principale, quello di Beef Island a Tortola. Qui si va in barca da più di 5.000 anni e oggi le BVI, l’acronimo inglese con cui spesso vengono chiamate, fondano la principale attività economica sul turismo da diporto, grazie a una magica combinazione di elementi naturali e di intelligenti interventi dell’uomo. Gli alisei costanti e regolari che spingono dolcemente le vele per 365 giorni l’anno, la temperatura diurna che varia dai 22°C ai 27°C in ogni stagione e il clima secco assicurato dai venti tropicali, rendono la navigazione un’esperienza estremamente piacevole e rilassante. Fanno da cornice il colore cristallino di un’acqua marina sempre calda, le spiagge bianchissime e spesso deserte anche nei periodi di punta e una vegetazione lussureggiante e incontaminata.

L’ampia possibilità di scelta di imbarcazioni con o senza equipaggio perfettamente attrezzate, i numerosi punti d’ancoraggio ben protetti, la qualità dei servizi offerti nei porti, spiegano appieno la fama delle BVI come capitale mondiale dei charter.

Qui potete trovare a noleggio qualsiasi imbarcazione, dal catamarano al motoscafo, fino allo yacht di lusso, le 50 compagnie di noleggio delle BVI sono in grado di soddisfare ogni vostra esigenza. La più ampia libertà di scelta è garantita anche per quanto riguarda la durata dell’affitto: da una giornata a diverse settimane. Potrete sempre contare su barche di recente costruzione, uscite dai più importanti cantieri del mondo, imbarcazioni perfettamente attrezzate per consentirvi una navigazione confortevole e sicura.

Alle Isole Vergini non solo la patente nautica non è obbligatoria, ma non è nemmeno necessaria, in quanto la navigazione è molto semplice, non mostra particolari insidie e le condizioni climatiche sono perfette anche per famiglie con bambini.

Porto di partenza per l’itinerario di navigazione ideale da seguire è Tortola, l’isola “delle tortore”, la più grande dell’arcipelago, che evoca storie di pirati e antichi galeoni. A pochi minuti di veleggiata da Tortola, si arriva nella mitica Virgin Gorda, isola che Colombo battezzò “vergine grassa” proprio per la sua forma curiosa, sottile alle estremità e tondeggiante al centro. L’isola accoglie i viaggiatori con le sue bellezze naturali: da non perdere The Bath, uno dei siti più straordinari delle BVI, giganteschi massi morenici disseminati lungo la spiaggia racchiudono un sistema di grotte e piscine naturali di acqua color smeraldo, perfette per l’esplorazione e lo snorkeling.

Famosa per la sua bellezza Necker Island, isola privata a nord di Virgin Gorda e parte del patrimonio di Richard Branson, è completamente circondata da banchi di corallo, e il suo famoso proprietario ha fatto dell’isola una delle località più esclusive al mondo.

Continuando il giro delle BVI si approda a Peter Island, incastonata nel mare cristallino, dove si respira la tipica atmosfera caraibica: spiagge bianche, una dolce brezza marina e il ritmico sciabordio delle onde fanno da cornice a un resort che combina la discrezione e la tranquillità di un’isola privata in un contesto di lusso.

Il 31 dicembre molti raggiungono l’isola Jost Van Dyke, famosa per essere uno dei 3 migliori posti al mondo in cui festeggiare il Capodanno, terza dopo le celebri Times Square a New York e Trafalgar Square a Londra. Per l’ultima notte dell’anno i diportisti si radunano lungo le baie dell’isola per dare il benvenuto ai viaggiatori di tutto il mondo per brindare non con i soliti calici di champagne ma con bicchieri di vero rhum caraibico. Per il countdown finale, è tradizione andare sulla spiaggia del Foxy’s Tamarind Bar, simbolo dell’isola grazie al suo eccentrico proprietario e sinonimo di feste indimenticabili al ritmo di musica calypso.

Di seguito vi proponiamo alcune proposte di noleggio di agenzie di charter alle Isole Vergini Britanniche.

L’Albatross Yachting & Vacanze di Milano propone imbarcazioni selezionate con cura, monoscafi e catamarani dai 10 ai 17 metri, da 2 a 5 cabine, che possono essere noleggiate con o senza equipaggio. Tutte le imbarcazioni sono equipaggiate con GPS, tender con fuoribordo, biancheria completa e pilota automatico, alcune con generatore, dissalatore, aria condizionata e pannelli solari. I costi settimanali delle imbarcazioni oscillano tra i 2.300 e i 5.400 euro per i monoscafi e tra i 4.500 e i 7.000 per i catamarani, a cui vanno poi aggiunte le eventuali spese per equipaggio, cambusa e voli.

Mediyachts apre da novembre il nuovo servizio “quality charter”, un nuovo database ultraselezionato di barche da charter suddivise in noleggio, locazione e luxury (www.mediyachts.com). Il servizio propone a noleggio imbarcazioni con meno di 4 anni di vita di società affermate e pacchetti completi di volo + barca, volo + barca + hotel, barca + hotel. Sulle isole Vergini Britanniche, Mediyachts opera dalla base nautica di Tortola con una flotta di 15 unità di catamarani tra i 36 e i 48 piedi, 8 unità a vela tra i 37 e i 50 piedi e 4 unità a motore tra i 36 e i 58 piedi. I prezzi variano molto da stagione a stagione, ma si possono riassumere in circa 5.800 euro alla settimana in alta stagione per un catamarano di circa 40 piedi e 4 cabine doppie per scendere a 4.000 euro in bassa stagione. Ovviamente bisogna considerare che le stagionalità sono invertite rispetto alle mediterranee e che quindi la barca sarà più cara in inverno e più conveniente in estate. La stagione migliore va da dicembre ad aprile. Mediyachts consiglia la nuova imbarcazione Salina 48, un nuovo catamarano con 4 cabine (2 triple e 2 doppie) e 4 bagni, per un totale di 10 comodi posti letto, oltre a due posti letto singoli a prua abbinabili alle cabine matrimoniali prodiere, con aria condizionata e generatore a 8.100 euro al cambio dollaro attuale.

L’agenzia South Seas & Tuttomare di Napoli propone “Stella Delta”, un Predator 72 gestito in esclusiva. L’equipaggio è composto dal comandante Paolo Albiani (che vanta esperienza su numerose barche da charter sopra i 40 metri) e da un marinaio/cuoco.

Viacolvento Charter propone, tra i molti yacht disponibili per crociere invernali ai Caraibi, un prestigioso sailingyacht di 31,70 metri dotato di ogni comfort. “Kalikobass”, costruito nel 1998 dall’architetto Fauroux e dal cantiere Trehard, è un esempio di splendido artigianato unito a elevate performance in navigazione. Superaccessoriato e completamente ristrutturato nel 2004, “Kalikobass” dispone di 4 spaziose cabine matrimoniali con letto “king size”, tutte convertibili in 4 cabine con letti separati. Ogni cabina è dotata di servizio en suite, aria condizionata, TV, VCR, stereo e frigorifero. Numerosi gli sport praticabili con l’attrezzatura disponibile a bordo: tender 16′ con motore Yamaha 60 HP, sci d’acqua, wakeboard, 2 kayak, windsurf, attrezzatura da snorkeling. Professionale e di provata esperienza anche l’equipaggio, composto da 5 membri, che garantirà un servizio di prima classe e la massima disponibilità agli ospiti a bordo.

Ecco le proposte dell’agenzia Pietro Cuccia Yacht Broker di Palermo: un megayacht di 55 metri del 1984, interamente rifatto nel 2008 con scafo in acciaio e coperta in teak. Ospita nel massimo comfort 11 croceristi in 6 cabine matrimoniali, 1 cabina con due letti in piano e 2 cabine singole, tutte con servizi. L’equipaggio è composto dal comandante e 11 persone fra cui lo chef, due camerieri, tre hostes, con alloggi indipendenti. È dotato di aria condizionata in salone e nelle cabine, sci nautico, jet sky. La seconda proposta è un magnifico e lussuoso due alberi in acciaio di 50 metri armato a ketch, costruito nel 1994, interamente rinnovato nel 2007. È dotato di 11 cabine, per 22/27 croceristi, di cui 2 suite, una delle quali di 60 mq, 4 cabine matrimoniali, 5 cabine con letto doppio e terzo letto in piano. Il salone è molto ampio, con adiacente sala da pranzo. Tutti i locali sono dotati di aria condizionata. A bordo ci sono 2 Jacuzzi e la sauna; è possibile praticare sci nautico, windsurf, pesca sportiva. L’equipaggio di 7 persone è composto dal comandante, uno chef, due steward e tre camerieri. Per chi desidera navigare senza equipaggio, Pietro Cuccia Yacht Broker dispone di un catamarano a vela Catana 41 del 2008 con 9 posti letto in 4 cabine doppie+dinette e 4 servizi; di una barca a vela Harmony 52 del 2008 con 12 letti in 5 cabine doppie+dinette e di una barca a vela Harmony 38 del 2008 con 8 letti in 3 cabine doppie+dinette.

Sul sito dell’Ente del Turismo delle BVI (www.bvi-turismo.com) si trovano tutte le informazioni utili e alcune offerte di viaggio per trascorrere le vacanze alle Isole Vergini.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.