La nuova frontiera degli allevamenti ittici passa per il mare aperto. Navigando tra le correnti a lento moto, con speciali navi appositamente studiate da un team anglo-cileno per impattare il meno possibile sull’ambiente e garantire un prodotto ottimale con una spiccata flessibilità distributiva offshore. Si chiama Ocean Ark il super yacht per la piscicoltura sostenibile, uno scafo futuristico pensato per produrre pesce di qualità, impiegando alta tecnologia a costi contenuti. trimarano

Leggi tutto l'articolo Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online