Nato con l’automotive, il wrapping è oggi sempre più diffuso per dare un nuovo look alla propria barca: sia allo scafo, magari aggiungendo un tocco di fantasia, sia negli interni ripristinando la lucentezza delle superfici. Che differenza c’è fra una barca antica e una barca vecchia? A dire il vero ce ne sono molte e sarebbe anche pleonastico elencare le più ovvie. Ma ce n’è una un po’ subdola che, a ben vedere, è più che altro una sensazione. Naturalmente non parliamo di certe barche d’epoca figlie di un refitting orafo e più simili a opere d’arte museali, quanto di quelle barche che altrettanto vetuste hanno sfidato il tempo grazie solo alla passione e alla buona volontà di chi le ha amate senza riserve ma con scarsa potenza di tempo e portafoglio, e che quindi mostrano pur senza vergogna tutti i segni dell’età.

L’affermazione del wrapping ha aperto nuove frontiere al look delle imbarcazioni, che possono semplicemente variare il colore dello scafo o personalizzarlo con grafiche appositamente studiate. I pescatori sportivi sono fra i più fantasiosi utenti del wrapping riuscendo a rendere unica la propria barca con risultati di straordinaria suggestione.

Leggi tutto l'articolo Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online