Imbarchi di acqua e carburante esattamente simmetrici a poppa, i tappi identici, una distrazione e il guaio è fatto: decine di litri di acqua nel serbatoio della nafta. Crociera finita? No, si può risolvere con poca spesa e senza chiamare il meccanico. Ecco come abbiamo fatto. Imbarcare acqua nel serbatoio del carburante è un inconveniente in agguato anche per i più esperti. Lo affermiamo con cognizione di causa, visto che, grazie a una semplice distrazione, è accaduto anche a chi scrive dopo decenni di navigazione e una ossessiva attenzione a non confondere mai i due tappi spesso identici e collocati in modo simmetrico sulla poppa. Una volta commesso il misfatto, l’unica soluzione possibile è quella di svuotare tutto il serbatoio dall’acqua che, avendo un peso specifico maggiore, andrà a depositarsi sul fondo, e dal gasolio, che andrà a creare lo strato superiore. L’operazione può essere eseguita attraverso il tappo della sonda di misurazione del livello. Per eseguire lo svuotamento, abbiamo utilizzato una piccola pompa reperibile in un ferramenta a una ventina di euro. È dotata di un foro di aspirazione e uno di espulsione e di un perno centrale che si inserisce in un trapano o in un avvitatore anche a batterie. Lavorando a circa 2000 giri può estrarre fino a 10 litri al minuto. È piccola, non ingombra e può essere conservata in un gavone sperando di non doverla mai utilizzare.

Leggi tutto l'articolo Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online