Quella delle imbarcazioni da diporto con un aspetto più o meno marziale è una tendenza che, negli ultimi anni, sta diffondendosi sempre di più. Da sempre Wally ne ha fatto un suo carattere distintivo. Le linee essenziali e minimaliste che richiamano in modo esplicito le linee aggressive e severe delle unità militari sono, infatti, una caratteristica tipica dei Wally Power o Wally Tender che siano, fin da quando sono apparsi sulla scena.

Il nuovo 165 Wallypower firmato Espen Øino e Luca Bassani è l’ultimo nato in casa Wally. 50 metri di barca che si ispirano direttamente al design del 118 Wallypower, una delle prime imbarcazioni a motore caratterizzate dal tipico look squadrato e angolare dove le linee aggressive e severe richiamano in modo esplicito il look delle unità militari. Se chiudiamo le terrazze e sostituiamo le chaise longue sul ponte prodiero con un bel cannoncino, le differenze con un’unità da guerra restano ben poche. Ma vista da poppa la barca diventa tutta un’altra cosa!

Leggi tutto l'articolo Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online