La pelle, gli occhi e l’olfatto sono formidabili strumenti di previsione meteorologica. Basta riaccenderli, mettersi in ascolto e decifrare i messaggi che la natura ci manda. Senza per questo dimenticare il barometro, i bollettini e i siti Internet dedicati. Meteorologia fai-da-teChi per mestiere trascorre molto tempo a contatto con la natura coltiva negli anni una certa sensibilità al mutare del tempo meteorologico. Non fanno eccezione i marinai, anche quelli non professionali. Quante volte ciascuno di noi si è trovato a scrutare il cielo cercando segni premonitori di un qualcosa che non sempre si è verificato? O forse è meglio usare il passato e ricordare come un tempo fosse diffusa la voglia di dedicarsi alla comprensione dei segnali del cielo. Oggi infatti abbiamo a disposizione una molteplicità di fonti per avere previsioni meteo in tempo reale e per ogni parte del mondo.

Leggi tutto l'articolo

Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online