Spesso ignorato in crociera, il carrello del fiocco è una manovra utile e necessaria. Non solo per far andare meglio la barca, ma anche per risparmiare inutili stress alla vela. Un titolo provocatorio per sottolineare una cattiva abitudine piuttosto diffusa, quella di regolare il fiocco solo con le scotte, ignorarando il carrello su rotaia attraverso il quale passano le scotte. D’altra parte, una regolazione di fino, oltre che riguardare la regolazione della tensione della drizza e quella del paterazzo, una sistemata al meolo, non può non comprendere anche la corretta posizione del carrello lungo la rotaia del fiocco.

Quando il vento aumenta, si deve spostare indietro il carrello per aumentare la svergolatura e appiattire la vela.

Leggi tutto l'articolo

Abbonati



Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online