Un rapporto di OceansAsia, stima che miliardi di dispositivi siano finiti in mare da inizio pandemia da COVID-19, rappresentando un serio pericolo per la fauna e gli habitat marini. Ma ci sono proposte per evitare tutto ciò. Il 2020, sarà ricordato come l’anno della pandemia da COVID-19, che ha impattato considerevolmente non solo sugli aspetti sanitari e socio-economici ma anche su quelli ambientali. Tra questi ultimi, il trascorso anno bisestile ha lasciato una vistosa scia a lungo termine con l’abbandono di rifiuti sanitari ovunque, in particolare i dispositivi di protezione individuale (dpi) e le diffusissime mascherine. mascherine in mare

Leggi tutto l'articolo Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online