“Condivido questo successo con l’equipaggio, con tutto il team degli ingegneri di Maserati e con John Elkann, nel ricordo, a vent’anni dalla scomparsa, dell’Avvocato Agnelli, precursore appassionato di questo sport”.

 

14.01.2023 – “Sono super contento è stata una regata impegnativa. Con avversari così forti e barche tanto simili sai che se fai un errore lo paghi tutto, noi ne abbiamo commesso uno in partenza, sopravvalutando la termica attorno a Lanzarote, ma poi non abbiamo più sbagliato”. Da Grenada, ai Caraibi, Giovanni Soldini ripercorre l’impresa che ha portato Maserati Multi70 a vincere la Line Honours della prestigiosa RORC Transatlantic Race e a stabilire il nuovo record di velocità con un tempo di 5 giorni, 5 ore, 46 minuti e 26 secondi. “La barca ha fatto enormi passi avanti e in queste condizioni lo ha dimostrato ampiamente,” continua Soldini, “gli avversari non sono riusciti a tenere il ritmo e a un certo punto si sono persi. Noi abbiamo continuato a fare la nostra rotta come la immaginavamo, stando molto attenti agli angoli, e siamo rimasti concentrati anche nell’affrontare gli ostacoli”.

Ostacoli che a circa metà del percorso si sono presentati in particolare quando, in seguito alla rottura di uno stopper, la deriva si è sfilata dalla sua sede e ha sfondato la scassa, e il trimarano ha imbarcato due tonnellate d’acqua nella zona dei compartimenti stagni, l’equivalente di un terzo del suo peso: “è vero, abbiamo avuto questo grosso problema con la deriva. Abbiamo navigato a tutta velocità e la zavorra ha chiaramente messo sotto sforzo il trimarano, ma quello di Maserati Multi70 è un team molto speciale perchè tutto l’equipaggio lavora in cantiere e si occupa della barca tutto l’anno, i miei compagni conoscono la barca molto bene e quando c’è un problema da risolvere sanno quello che fanno.

“Condivido questo successo con l’equipaggio, con tutto il team degli ingegneri di Maserati e con John Elkann, nel ricordo, a vent’anni dalla scomparsa, dell’Avvocato Agnelli, precursore appassionato di questo sport”.

14.01.2023 – “Sono super contento è stata una regata impegnativa. Con avversari così forti e barche tanto simili sai che se fai un errore lo paghi tutto, noi ne abbiamo commesso uno in partenza, sopravvalutando la termica attorno a Lanzarote, ma poi non abbiamo più sbagliato”. Da Grenada, ai Caraibi, Giovanni Soldini ripercorre l’impresa che ha portato Maserati Multi70 a vincere la Line Honours della prestigiosa RORC Transatlantic Race e a stabilire il nuovo record di velocità con un tempo di 5 giorni, 5 ore, 46 minuti e 26 secondi. “La barca ha fatto enormi passi avanti e in queste condizioni lo ha dimostrato ampiamente,” continua Soldini, “gli avversari non sono riusciti a tenere il ritmo e a un certo punto si sono persi. Noi abbiamo continuato a fare la nostra rotta come la immaginavamo, stando molto attenti agli angoli, e siamo rimasti concentrati anche nell’affrontare gli ostacoli”.

Ostacoli che a circa metà del percorso si sono presentati in particolare quando, in seguito alla rottura di uno stopper, la deriva si è sfilata dalla sua sede e ha sfondato la scassa, e il trimarano ha imbarcato due tonnellate d’acqua nella zona dei compartimenti stagni, l’equivalente di un terzo del suo peso: “è vero, abbiamo avuto questo grosso problema con la deriva. Abbiamo navigato a tutta velocità e la zavorra ha chiaramente messo sotto sforzo il trimarano, ma quello di Maserati Multi70 è un team molto speciale perchè tutto l’equipaggio lavora in cantiere e si occupa della barca tutto l’anno, i miei compagni conoscono la barca molto bene e quando c’è un problema da risolvere sanno quello che fanno.

VIDEO – il danno a bordo https://www.youtube.com/watch?v=FwDvDcEPmO0