Il Frers 63 da oggi ormeggiato a Trieste per gli appuntamenti in mare e a terra della Barcolana

 

Barcolana Maxi – Trofeo Portopiccolo, la regata ORC riservata ai Maxi Yacht organizzata dal 4 al 6 ottobre dalla Società Velica Barcola e Grignano e dallo Yacht Club Portopiccolo, si è conclusa per Anywave Safilens con un quinto posto in classifica Overall, primo della categoria Super Maxi Cruising.

 

Tre giorni dominati dal vento debole e spesso completamente assente, con riduzioni di percorso inevitabili e un confronto ridotto a sole due prove tra i big in gara, tutti impazienti di prendere le misure in vista dell’appuntamento di domenica 9 ottobre, quello con la 54^ edizione della Barcolana.

Me se per Barcolana tra i favoriti ci sono sicuramente gli scafi più grandi e invelati, l’appuntamento di Barcolana Maxi – Trofeo Portopiccolo è stato invece un importante test per le regate a compenso.

Anywave Safilens, Frers 63 del Sistiana Sailing Team ha dimostrato le ottime potenzialità del mezzo e la concentrazione dell’equipaggio, che ha ritrovato in pochi giorni l’affiatamento e il piacere di navigare insieme, parte di una squadra dove il risultato non è l’unica componente in campo.

 

“La barca è veloce, ben ottimizzata per le regate a compenso e risponde in modo adeguato alle nostre aspettative. L’equipaggio ha regatato bene in questi primi appuntamenti, cercando di mantenere la concentrazione in condizioni di vento leggero non facili da interpretare.” dichiara Alberto Leghissa “Abbiamo avuto qualche incertezza in partenza, rendendo più facile la vita agli scafi che ci precedevano, ma nel complesso siamo riusciti tenere buone posizioni anche in tempo reale. Dopo queste regate possiamo dirci soddisfatti del cammino intrapreso, che ci ripaga di tanti sforzi: c’è ancora del lavoro da fare, ma la strada è quella giusta. Provare in anteprima il campo di regata di domenica, anche se accorciato, è stato importante per noi e siamo determinati a dare il meglio in tutti i nostri obiettivi di stagione, sia in acqua che a terra, in collaborazione con i nostri Sponsor.”.

 

Il Team che ha regatato alla Barcolana Maxi – Trofeo Portopiccolo e che sarà in acqua anche domenica per la Barcolana 54, era composto da Alberto Leghissa al timone, coadiuvato da Mauro Pelaschier alla tattica e da Alessandro Alberti navigatore, Matteo Valenti e Luca Farosich prua, Massimiliano Zanolla e Rocco D’Amico albero, Giovanni Battista “Tita” Ballico e Sergio Michieli drizze, Romano Foggia jolly, Daniele Bazzocchi e Marino Farosich grinder, Andrea Marengo e Matteo Bonin regolazione vele, Federico Boldrin randa, Ugo Guarnieri e Gino Becevello volanti. Ospite a bordo per la giornata di oggi giovedì 6 ottobre la giornalista Maria Kochetkova, mentre domenica 9 ottobre sarà in regata la nota giornalista di Rai 1 Serena Bortone, già ospite nella passata edizione.

 

L’appuntamento a terra, per vivere da vicino Anywave Safilens e i suoi progetti si inaugura oggi davanti alla Stazione Marittima, con lo spazio espositivo del Team denominato Studio 54, che offre un ricco programma di incontri pomeridiani gratuiti su temi di interesse sportivo, seguiti da happening, serate musicali e aperitivi. Presso lo stand ci sarà anche una teca per la raccolta fondi delle charity che Anywave Safilens ha scelto di sostenere.

 

Sponsor e Partnership

La stagione sportiva di Anywave Safilens è sostenuta dal Main Sponsor Safilens, dagli Sponsor Coop, Baita Salez, Pertot, Scania Leiballi&Cozzuol, Audio Pro, C.M.G., Reconsulting t.eva, Tecnovalore, Joressel, St. Regis Luxury Hotel Venice. Technical Partner della stagione 2022 sono Vennvind, Marlin Yacht Paints, Nano Coatings, Upwind by Aurora e U-SAIL.

 

L’impegno ecologico

Il problema dei rifiuti in mare è ormai una questione di vitale importanza, come pure sensibilizzare chi lo vive quotidianamente in regata o per diporto. Il progetto RECO di Anywave Safilens offre un decalogo con indicazioni concrete, piccoli gesti quotidiani che ognuno di noi può seguire per evitare sprechi ed azioni dannose e per cercare di riutilizzare quello che viene gettato con troppa facilità.

RECO o Responsabile Ecologico di Bordo è una nuova figura, un membro dell’equipaggio con il compito di far attuare da tutto il Team un atteggiamento ecosostenibile e green durante le regate e a terra, nel rispetto del mare e dell’ambiente.  Il progetto, ideato e promosso da Anywave Safilens, ha ricevuto il patrocinio della Federazione Italiana Vela (FIV), dell’Unione Vela d’Altura (UVAI) ed è sostenuto da One Ocean Foundation.

Anywave Safilens per la Barcolana ha scelto di aderire all’iniziativa di One Ocean Foundation “More Miles Less Plastic”, grazie all’impegno dei due Ambassador presenti a bordo, Alberto Leghissa e Mauro Pelaschier. L’iniziativa nasce per combattere l’inquinamento marino da plastica e microplastica, promuovendo un messaggio di consapevolezza sul problema e allo stesso tempo supportando in maniera diretta la raccolta di rifiuti plastici dalle aree marine e costiere. L’adesione a “More Miles Less Plastic” comporta infatti la rimozione di 10 chili di plastica dall’oceano per ogni miglio percorso da Anywave Safilens in occasione della 54^ Barcolana. La rimozione avviene nei paesi in via di sviluppo, da dove proviene la maggior parte dei rifiuti plastici che minacciano gli oceani. La plastica viene raccolta e, attraverso la creazione di una catena del valore e all’utilizzo della tecnologia block-chain, viene tracciata e reimmessa in un circuito di recupero e di riciclo, generando in tal modo anche un impatto sociale, coinvolgendo e remunerando le comunità locali.

 

Charity e progetti

Anywave Safilens aderisce a Barcolana Charity Program, programma di solidarietà che coinvolge le organizzazioni no profit sul territorio, sostenendo l’associazione “Noi come voi” di Monfalcone con l’iniziativa #ProMUOVIamol’Autonomia, una raccolta fondi per realizzare all’interno della struttura residenziale uno spazio gioco e movimento, sicuro e protetto, aperto ai bambini e ragazzi con Disturbi dello Spettro Autistico (ASD), per allenarsi verso le sfide di ogni giorno.

Anywave Safilens sostiene inoltre le charity DinAmici “Insieme per il volontariato” e InterSos, la più grande organizzazione umanitaria italiana in prima linea per portare aiuto nelle emergenze e  promuove “Occhio al mare”, l’APP lanciata dalla Divisione Vela di Marevivo.

 

Foto: A. Carloni/Anywave Safilens