BARCOLANA51 PRESENTED BY GENERALI: PRIMA GIORNATA IN MARE

FRANCESCO GHETTINI VINCE BARCOLANA NUOTA, L’EQUIPAGGIO FEMMINILE DELLA SVBG E’ CAMPIONE ITALIANO PER CLUB UNDER 21

BARCOLANA YOUNG: PROTESTE IN CORSO, SEGUE COMUNICATO CON AGGIORNAMENTO

E-SAILING: OLTRE 3.600 PARTECIPANTI ALLE REGATE DI PROVA, ED È GIÀ RECORD PRIMA DEL VIA

CAMBIA IL PROGRAMMA, SANTIAGO LANGE ANTICIPA LA SUA PRESENZA: SARA’ DOMANI E MARTEDI’ A TRIESTE. LUNEDì ALLE 18 LA LECTIO MAGISTRALIS ALLA STV

THE HUMAN SAFETY NET CON GENERALI PORTA I BIMBI IN MARE PER UNA SPECIALE VISITA GUIDATA AL GOLFO CON L’OLIMPIONICA (E SCIENZIATA) CHIARA CALLIGARIS

LA BERNETTI PORTA IN GOLFO LE PROVE GENERALI DI BARCOLANA, VINCE PORTOPICCOLO TEMPUS FUGIT, NON PARTE ARCA FONDI SGR

Trieste, 6 ottobre 2019 – 400 nuotatori, 240 velisti della classe Optimist, i giovanissimi under 21 della Lega Italiana Vela. E ancora, gli oltre 1.500 velisti partecipanti alla Bernetti e gli oltre 100 protagonisti dell’evento The Human Safety Net ti svela il mare, organizzato da Generali, che oggi hanno vissuto in diretta il Golfo, in una mattinata a bordo del Delfino Verde. Era un Golfo di Trieste bellissimo, quello di oggi, che l’avvicinarsi della Barcolana ha trasformato in un grande luogo di aggregazione all’insegna dello sport, della tutela dell’ambiente e di iniziative a sfondo sociale. Nel massimo rispetto per quanto avvenuto sabato a Trieste, dopo la giornata di lutto, gli sportivi sono tornati in mare, “Per onorare i poliziotti che hanno perso la vita – ha spiegato Mitja Gialuz durante la premiazione di Barcolana Nuota by Dolomia – attraverso i valori dello sport e dell’agonismo”. In una giornata di Bora, con raffiche che hanno raggiunto i 25 nodi in mattinata, è l’equipaggio femminile della Società Velica di Barcola e Grignano ad aggiudicarsi il titolo di Campione Italiano per club Under 21. La regata Bernetti, organizzata dalla Società Nautica Pietas Julia, ha messo invece in campo i top player in vista di Barcolana: regata vinta da Portopiccolo Tempus Fugit e non giocata da Arca Fondi SGR, che si è ritirato prima del via, e la corsa verso la line honour della Barcolana si fa a dir poco interessante, mentre la Barcolana Nuota by Dolomia è stata vinta da Francesco Ghettini (Marina Militare). Intanto cambia il programma, con l’anticipo a domani dell’arrivo di Santiago Lange, il velista olimpionico che domani e martedì sarà a bordo per le prove foiling del 69F: lo scafo, oggi con 27,9 nodi di Bora ha raggiunto la velocità record di 33,9 nodi. E’ la velocità più alta mai raggiunta dal motoscafo dal suo varo. Santiago Lange domani proverà a battere a sua volta il nuovo record, prima di tenere, domani alle 18 alla Società Triestina della Vela, la lectio magistralis originariamente prevista per giovedì.

BARCOLANA NUOTA – Una spettacolare Barcolana Nuota by Dolomia ha visto oggi 400 partecipanti al via, un evento – organizzato dalla SVBG assieme all’Unione Sportiva Triestina Nuoto – che ha evidenziato quest’anno una crescita esponenziale, dovuta in particolare alla collaborazione dell’evento Let’s Go Triathlon, “gemellato” con la Barcolana.
Sono arrivati da tutta Italia, dall’Austria e dalla Slovenia e addirittura dalla Finlandia per essere presenti alla nuotata collettiva di 1.300 metri, dal Molo IV alla Scala Reale, davanti piazza dell’Unità: una grande festa del mare, ricca di significato sportivo, ma anche un racconto di abnegazione, impegno e voglia di misurarsi con se stessi in un giorno difficile, dopo il lutto che ha colpito Trieste.  I nuotatori sono scesi in mare con il lutto disegnato sulla mano, accanto al numero di riconoscimento. Una bella giornata di sole e bora ha visto i 400 nuotatori, professionisti e non, tutti in mare con la voglia di partecipare a un evento unico.

La vittoria è andata a Francesco Ghettini (Marina Militare), protagonista con il suo record della Capri-Napoli (36 km di nuoto) nel 2018, e lo scorso febbraio primo alla Santa Fe – Coronda Marathon, lungo il corso del fiume Coronda in Argentina, sulla distanza di 57 Km: a Trieste l’atleta ha impiegato solo 11’23’’ per chiudere il percorso, davanti al pubblico assiepato sulle Rive. Secondo posto per Marco Urbani (11’45’’), secondo quest’anno come nella passata edizione, e terzo lo sloveno San Rihter (12’00’’).

Prima donna la vicentina Arianna Davide (12’38’’) alla sua prima Barcolana Nuota, seconda Gaia Capitanio (12’39’’), atleta della Pallanuoto Trieste, recentemente diventata Miss Trieste, e terza Elisa Mammi (12’53’’) atleta della Guardia Costiera oro ai Giochi del Mediterraneo lo scorso agosto. “Ma che bella gara – ha dichiarato il vincitore, il genovese Francesco Ghettini – nuoto cinque ore al giorno, partecipo a gare internazionali e non ho più molto tempo per tornare alle origini, a queste gare dove professionisti e amatori si incontrano. Grazie alla Marina Militare che mi ha inviato a Trieste per questo evento, è stato bello e commovente essere qui in questa giornata, a rendere omaggio con la mia presenza”.

Anche quest’anno ha partecipato all’evento il Comandante della Capitaneria di porto di Trieste, Ammiraglio Luca Sancilio, alla sua terza, personale edizione. “Con la mia presenza voglio come ogni anno testimoniare come lo sport vada praticato sempre, in sicurezza, a tutte le età, con il giusto spirito. Ormai per me è una tradizione essere in mare e anche quest’anno, in questo bellissimo evento che è cresciuto tanto”.

Grande soddisfazione per tutti i partecipanti per questa eccezionale impresa, acclamata da tanto pubblico lungo le Rive e supportata da tifo da stadio. La festa è stata grande sia a mare che a terra, con una premiazione che ha visto la presenza di tutti gli atleti e tanti premi, davanti al Sardon Alice, simbolo di questa Barcolana.

BARCOLANA FUN SIRAM BY VEOLIA – Resta alla Società Velica di Barcola e Grignano, ma passa al  fantastico team femminile composto da Michela Stefani, Jamila Cerdeira, Alice Linussi, Maria Vittoria Marchesini e Irene Brambilla, il titolo italiano per Club Under 21. Le regate, organizzate dalla SVBG per la Lega Italiana Vela a bordo dei monotipi J70 della Legavela Servizi, hanno visto primeggiare infatti l’equipaggio femminile di casa, che ha battuto tutti i team maschili. 15 le prove disputate oggi con Bora. Le donne della SVBG hanno battuto il Club Velico Crotone, secondo, e il team maschile della SVBG, terzo. Nel pomeriggio, a Portopiccolo – base operativa dell’evento – si sono svolte le premiazioni.

LE PRIME INDICAZIONI SU EQUIPAGGI E BARCHE PER DOMENICA PROSSIMA E IL PUNTO SULLE ISCRIZIONI – La regata Bernetti disputatasi oggi in Golfo per l’organizzazione della SNPJ ha fornito, come ogni anno, le prime utili indicazioni per valutare i favoriti di ogni categoria in vista della Barcolana51 presented by Generali di domenica prossima. La regata ha visto una spettacolare partenza con Bora sostenuta e rafficata, che subito ha messo alla prova gli equipaggi. Ottimo l’esordio di Portopiccolo Tempus Fugit, che ha vinto la prova dopo una coraggiosa partenza, mentre Arca Fondi SGR non è partito a causa di una avaria: un “mal di gioventù” che – assicurano dal team – sarà recuperato a strettissimo giro. Portopiccolo Tempus Fugit ha raggiunto ieri 21,5 nodi di velocità al lasco lungo le 15 miglia di percorso. Soddisfatti gli skipper Ludde Ingvall ed Enrico Zennaro. Alla Bernetti secondo assoluto Anywave Safilens di Alberto Leghissa e Adriatic Europa di Dusan Puh in terza posizione.

ISCRIZIONI – Per quanto riguarda invece le iscrizioni, alle 18 di oggi erano a quota 1132.

THE HUMAN SAFETY NET TI SVELA IL MARE –  Erano oltre un centinaio i partecipanti – tra bambini e famiglie al seguito – della prima edizione di “The Human Safety Net ti svela il mare” il progetto che Generali ha dedicato ai bambini del Villaggio per Crescere di Trieste e alle famiglie delle microaree. Promosso e realizzato da “The Human Safety Net”, l’iniziativa globale di Generali dedicata alle comunità, il progetto ha visto una speciale “lezione di vela e di mare” dal vivo in Golfo, a bordo di una motonave. Una visita guidata al Golfo di Trieste, da Muggia a Duino e ritorno, tenuta dalla velista olimpionica (neomamma e ricercatrice universitaria di geologia applicata) Chiara Calligaris, che ha messo a disposizione delle famiglie di Trieste il proprio know how di vela, la sua passione per il mare, la sua profonda conoscenza scientifica. “The Human Safety Net ti svela il mare” ha previsto attività divulgative sulla salute dell’ecosistema marino, con l’obiettivo di far conoscere ai più piccoli il mare.

69F, RECORD DI VELOCITÀ – Se Portopiccolo Tempus Fugit oggi ha navigato di lasco a 21,5 nodi con i suoi 100 piedi, il piccolo 69F, che di piedi ne ha poco più di venti, oggi ha navigato a 33,9 nodi. Non è quindi questione di misure, ma di progetto, aerodinamicità e, soprattutto, foil. Il piccolo monotipo, oggi, con una raffica di Bora di 27.9 nodi ha battuto non solo il record di velocità in Golfo per un monoscafo, ma ha battuto anche il suo stesso record, dal giorno in cui è stato varato, navigando a ben 33,9 nodi. Domani, con ulteriore Bora, lo scafo tenterà ulteriore miglioramento, anche provando a navigare sul percorso della Barcolana.

E-SAILING – Sono già oltre 3.600 gli e-sailors che stanno partecipando alle practice race della e-barcolana, l’evento di e-sailing collegato a Barcolana51 presented by Generali. L’evento è aperto a tutti, in tutto il mondo, contemporaneamente: anche oggi si svolgono le practice race su J70 e Star seguite domani dalla vera e propria challenge, in programma fino al 12 ottobre: gli appassionati di e-sailing e gli appassionati di Barcolana potranno misurarsi in un vero e proprio torneo, con regate brevi a bastone, a bordo della versione virtuale dei monotipi J70. Ogni giocatore avrà tempo per migliorare la propria performance e riuscire a qualificarsi con i propri 16 migliori risultati nella classifica dei top e-sailors di e-barcolana per la fase finale. In palio un montepremi.

UN MARE DI RACCONTI – Si conclude nella giornata odierna con grande successo “Barcolana – Un mare di racconti”, il festival letterario spin-off di Barcolana: cinque giorni di incontri presso il Castello di San Giusto a Trieste. Organizzato con il contributo di Fondazione CRTrieste e Comune di Trieste, il festival ha visto oggi nella sua ultima giornata protagonisti a Trieste la giornalista del Corriere della Sera Roberta Scorranese che ha trasportato il pubblico in un viaggio nel suo Abruzzo, raccontando il libro “Portami dove sei nata”; con il suo romanzo “I leoni di Sicilia” Stefania Auci; Mario Alberti, Luca Enoch, Romeo Toffanetti, hanno raccontato quattro modi di interpretare il racconto disegnato all’insegna della fantasia e del loro contributo artistico alla realizzazione del libro che celebra i primi 50 anni di Barcolana; Erica Giopp, che a 26 anni parte per il suo viaggio in Barcastop: “l’autostop del mare”, che si fa viaggiando in barca a vela ottenendo dei passaggi in cambio di aiuto a bordo; lo scrittore e curatore di Pordenonelegge Alberto Garlini con il suo “Il canto dell’ippopotamo”, in cui rivive l’amicizia con il grande poeta friulano Pierluigi Cappello. Il programma del pomeriggio è ripreso con Paolo Malagutti, lo scrittore di Monselice che nel suo romanzo “L’ultimo Carnevale” racconta una Venezia livida e irriconoscibile; Giovanni Montanaro finalista al Premio Campiello nel 2012 con il romanzo “Tutti i colori del mondo”, racconta un’altra Venezia che è fuori dai circuiti turistici; Erica Bonanni che ha svelato al pubblico del Festival la magia di Trieste che è racchiusa nei suoi racconti; il filosofo Pier Aldo Rovatti, che ha analizzato la realtà del nostro tempo mettendo a fuoco le figure di strani personaggi, gli Egosauri; i ricercatori dell’ISMAR-CNR Fabio Raicich e Renato R. Colucci hanno raccontato i risultati della loro ricerca effettuata nel Golfo di Trieste, che confermano che la temperatura del mare si sta progressivamente alzando; Gabriele Musante con la sua graphic novel “Navigatori straordinari”; Elena Stancanelli che ha dato voce al dramma delle persone che attraversano il Mediterraneo inseguendo un sogno di libertà, raccontato nel suo libro “Venne alla spiaggia un assassino”. Il Festival ha chiuso la sua prima edizione con la lettura scenica di Gioia Battista “Trieste, nel mare – una raccolta di voci, onde e venti”, realizzata facendo dialogare pagine poco conosciute di grandi autori triestini: da Claudio Magris a Boris Pahor, da Pier Antonio Quarantotti Gambini a Claudio Grisancich, da Furio Bordon a Jan Morris, da Fulvio Tomizza a Stelio Mattioni. A concludere, una conversazione sulla candidatura di Trieste a Città creativa per la letteratura dell’Unesco.

DOMANI IN BARCOLANA – Domani proseguono le prove di foliling con il 69F in SVBG mentre in città il villaggio sarà aperto dalle 12 alle 20. Nel pomeriggio, invece, la Barcolana torna nel quartiere di Rozzol-Melara, uno dei più distanti dal mare: qui lo scorso anno un grande murales è stato inaugurato per portare il mare tra il cemento, e qui domani Barcolana torna per fare festa con gli abitanti.
Alle ore 18 alla Società Triestina della Vela il velista olimpionico medaglia d’oro a Rio 2016 in classe Nacra 17 Santiago Lange incontrerà i velisti del Golfo per una lectio magistralis.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE