In cinquanta in acqua per l’Invernale di Riva di Traiano

Il 3 novembre la prima prova con un meteo che lascia ancora con il fiato sospeso. In classe Regata si affrontano barche di altissimo livello pronte a far vacillare il trono di Tevere Remo Mon Ile

Riva di Traiano, 1° novembre 2019 – E’ di nuovo tempo di Invernale a Riva di Traiano. Si riparte domenica 3 novembre con una giornata che si preannuncia molto intensa, se il meteo consentirà di scendere in acqua. E’ sarà bello, come di consueto, il racconto di questo Campionato Invernale di Riva di Traiano – Trofeo Paolo Venanzangeli, da sempre uno degli “Invernali” più competitivi e tecnici nel quale ci si possa mettere alla prova.
Cinquanta le barche iscritte, con il livello dei partecipanti che fa presagire una stagione veramente entusiasmante, con conferme e new entry, in tutte le classi, che promettono una grande competizione ad alto tasso tecnico.
Gli iscritti sono così suddivisi: 25 in classe Regata, 15 in classe Crociera, 10 nella nuova categoria Coastal/Coastal per 2, nella quale sono iscritte 6 imbarcazioni in doppio, compreso il detentore del titolo Fair Lady Blue, Comfortina 42 di Oscar Campagnola,  e 4 in equipaggio. Questa nuova categoria non gareggerà tra le boe, ma farà esclusivamente percorsi costieri completamente diversi da quelli delle flotte di Regata e Crociera.
I detentori dei titoli del campionato scorso ci sono tutti. In Regata è aperta la caccia a Tevere Remo Mon Ile, First 40 di Gianrocco Catalano, che sta dominando il campionato da un paio di anni. Folta la schiera dei pretendenti, a cominciare dai due Mylius Ars Una e Milù III, dalla nutrita flotta dei Grand Soleil (Athyris, Canopo, Luduan 2.0, Rosmarine 2, Zigo Zago) e dall’altrettanto corposa flotta dei First (Er Cavaliere Nero, Lancillotto, Sayann, Vulcano 2).
Occhio anche a Duende, Vismara 46 che rientra con un’inedita livrea grigio/azzurra, e ad un sicuro protagonista come lo Swan Ulika,
Anche in Crociera Soul Seeker , X362 Sport di Federico Galdi,  si ripresenta al via deciso a tenersi stretto il suo titolo, ma dovrà guardarsi da molti, a cominciare da quel Malandrina, First 36.7 di Roberto Padua, che lo scorso anno ha perso il titolo per un soffio (solo per i piazzamenti) pur arrivando a pari punti con il vincitore.
Anche il vincitore dei Gran Crociera dello scorso anno, First Wave di Guido Mancini, sarà al via, ma nella classe Crociera.
“Sono contento di questa nuova categoria della Coastal Race –  commenta il presidente CNRT Alessandro Farassino – che ha ricevuto una buona accoglienza in questo suo primo anno di programmazione. Gli equipaggi in doppio, penalizzati ovviamente nelle manovre sulle boe, hanno aderito con convinzione, così come alcuni equipaggi che preferiscono questo tipo di regate. Il Comitato di Regata sarà presieduto, come oramai tradizione qui a Riva, da Fabio Barrasso, del quale tutti i regatanti apprezzano la competenza e la professionalità. Per il meteo c’è solo da attendere domenica mattina, perché la variabilità è veramente altissima e nulla può essere dato per scontato”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE