Dopo la Solo Round the Globe Record, il navigatore oceanico

Gaetano Mura ha pubblicato il suo primo libro

Tra avventure all’ultimo respiro, personaggi e ricordi indelebili. A un uomo di mare che si rispetti, niente potrà mai togliere la passione, neanche in tempi di “lockdown” pandemici. E se il mare non lo puoi vivere direttamente, perché eventi improvvisi te lo impediscono, allora lo immagini scrivendo, nelle righe e tra le righe, tra un ricordo e un altro, emozioni ed esperienze, navigando nel tempo e nello spazio come un albatro che domina gli oceani dall’alto, attento ad ogni “umore” della superficie marina, anche senza esserci fisicamente. Ed è così che il velista sardo Gaetano Mura ha scritto il suo primo libro, dal titolo “Le sirene hanno smesso di cantare”, pubblicato da Il Maestrale, che a pochi mesi dall’uscita è già in ristampa. Le 200 pagine del libro, la cui copertina mostra l’autore ritratto dall’artista nuorese Alessandro Tamponi, vanno oltre le tante competizioni veliche affrontate, narrando mezzo secolo di vita. Mura firma il suo primo libro con alle spalle un palmares di tutto rispetto. Tra classe Mini e Class 40, ha ottenuto vittorie e buoni piazzamenti in prestigiose regate mediterranee e atlantiche, come la RomaX1, la Palermo Montecarlo, la Centomiglia Cagliari, il Mini GP d’Italia, la Rolex Middle Sea Race, la Transat Jacques Vabre, la Les Sables–Horta–Les Sables, così come ha partecipato alla Mini Fastnet e alla Mini Transat La Charente Maritime/Bahia, dove, nel 2009, scoprì la sua vocazione per la navigazione in solitario.

Il velista di regate in solitario Gaetano Mura presenta il suo libro

Leggi tutto l'articolo Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online