A San Nazzaro d’Ongina (PC), medaglia di bronzo per l’Italia nel Campionato Mondiale di Osy/400, con Luca Finotti dell’AMD San Nazzaro. Oro e argento ai polacchi Jakub Rochowiak e Cezary Strumnik. Concluse nella cittadina piacentina anche le due tappe del Mondiale di F1.

Grandi festeggiamenti per i colori azzurri oggi a San Nazzaro d’Ongina, in provincia di Piacenza, dove si è appena concluso il “20° Grand Prix Motonautico del Po”, organizzato dall’AMD San Nazzaro e valido quale Campionato Mondiale della Osy/400 e quale 2^ e 3^ tappa del Campionato Mondiale F1 – “FIM F1H2O Grand Prix of EMILIA ROMAGNA” e “FIM F1H2O Grand Prix of ITALY”.

Il Campionato Mondiale della Osy/400, si è disputato in tappa unica ed è stato dunque valido per l’assegnazione del Titolo 2022. Quattro le manches di gara, affrontate dai piloti tra ieri e oggi, con la possibilità di scartarne una a livello di punteggio.

Sui 18 partecipanti provenienti da sette differenti nazioni, il terzo posto del podio è finito nettamente nelle mani dell’azzurro Luca Finotti, il pilota monticellese dell’AD Motonautica San Nazzaro che gareggia dal 2016 e che è il campione italiano in carica di questa categoria (Foto in apertura: Podio CM Osy/400 – San Nazzaro 25/9/2022 – ph Laura Bettinardi).

Una bella prestazione per il talentuoso driver di origine cremonese che è stato il migliore tra gli azzurri, aggiudicandosi la medaglia di bronzo iridata; a vincere il Mondiale 2022 della Osy/400 è stato però il driver polacco Jakub Rochowiak; argento al suo connazionale Cezary Strumnik.

 

A San Nazzaro, si sono concluse questo fine settimana anche le due tappe previste per il Mondiale di F1, che hanno visto in acqua quindici piloti in rappresentanza di 9 nazioni. La gara di ieri ha registrato la vittoria del leader della classifica provvisoria del Mondiale, lo statunitense Shaun Torrente, che corre con i colori degli Emirati Arabi Uniti. Torrente si è imposto sullo svedese Jonas Andersson e sul finlandese Alec Weckstrom (rispettivamente2° e 3° classificati).

Nel corso di questa prima Gara, ci sono stati due ribaltamenti, avvenuti tuttavia in momenti diversi: quello dello scafo di Alberto Comparato, veneto dell’AMD San Nazzaro, e quello dello scafo della norvegese Marit Stromoy; i piloti, prontamente soccorsi, non hanno riportato conseguenze fisiche.

Oggi, a vincere nella 2^ Gara, è stato invece l’olandese Ferdinand Zandbergen. Secondo e terzo gradino del podio per i due piloti dell’Abu Dhabi Tea, l’emiratino Thani Al Qemzi e Shaun Torrente.

Ottimo 5° posto per il veneto Alberto Comparato, che ha chiuso alle spalle dello svedese Jonas Andersson.